Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Monitoraggio VDI attraverso: 5 funzionalità da tenere a mente

pittogramma Zerouno

TechTarget Tech InDept

Monitoraggio VDI attraverso: 5 funzionalità da tenere a mente

Virtual desktop da monitorare, risolvendo la gestione dei diversi end point. Come? Utilizzando appositi strumenti che possono aiutare l’IT a ottenere massima visibilità anche quando l’ambiente è complesso. Ecco cinque funzionalità che ogni amministratore IT dovrebbe cercare in uno strumento di monitoraggio VDI

18 Nov 2019

di Laura Zanotti - Fonte TechTarget

Monitoraggio VDI: sull’argomento, caldissimo, si accendono i riflettori degli esperti, che aiutano a capire come orientarsi nella scelta degli strumenti più utili. I tool presenti sul mercato, infatti, possono variare in modo significativo. Quali sono i criteri per una corretta valutazione dei desktop virtuali? Prima di scegliere è opportuno mettere a fuoco il contesto.

Monitoraggio VDI: come e perché migliorare la gestione

Con l’evoluzione dei dispositivi di supporto alla produttività degli utenti, un ambiente desktop virtuale oggi può essere estremamente complesso. Gli strumenti che presidiano il monitoraggio VDI aiutano l’IT a supervisionare ogni singolo elemento del sistema, includendo anche il controllo dell’esperienza dell’utente finale, presidiando così anche la qualità del servizio percepito.

1 Virtual Desktop Infrastructure monitoraggio

Come scegliere gli strumenti più adatti

Nel valutare gli strumenti di monitoraggio VDI, l’IT dovrebbe esaminare cinque categorie di funzionalità:

Informazioni dettagliate sui livelli VDI

Uno strumento di monitoraggio efficace dovrebbe fornire informazioni dettagliate su tutti i livelli relativi allo stack VDI: dall’infrastruttura a tutti i componenti che supportano l’ambiente VDI, risorse di rete e di archiviazione incluse. Seguono poi gli ambienti server che ospitano i componenti VDI, tra cui i server fisici, gli hypervisor in esecuzione e le macchine virtuali. La capacità di uno strumento di monitoraggio VDI deve offrire massima visibilità di tutte le sessioni utente di ogni singolo endpoint.

Metriche complete

Un’altra funzionalità significativa di uno strumento di monitoraggio VDI sono le metriche. Il tool deve garantire una vasta gamma di informazioni, tra cui: prestazioni di accesso, latenze a livello di protocollo, gestione dei picchi, colli di bottiglia, autenticazione dell’Active Directory, durate di ogni sessione e utilizzo delle risorse hardware. Le metriche dovrebbero includere anche i dati relativi alle applicazioni e ai carichi di lavoro come, ad esempio, l’utilizzo della memoria o i tempi di risposta, nonché tutti i dettagli relativi a guasti, modifiche di configurazione o qualsiasi altra metrica necessaria ad avere un quadro completo dell’ambiente VDI.

Informazioni sulla sicurezza

Esistono anche ulteriori metriche specifiche, finalizzate a presidiare al meglio la sicurezza. Uno strumento di monitoraggio dei desktop virtuali è funzionale se raccoglie tutte le informazioni che servono a identificare i potenziali problemi come anomalie nella gestione degli accessi, l’identificazione delle vulnerabilità o il rilevamento di potenziali minacce. Il tool di monitoraggio VDI dovrebbe tenere anche traccia dei problemi associati alla conformità e alla privacy per garantire una gestione allineata alle best practice normative interne e del legislatore.

1 monitoraggio VDI 5 caratteristiche

Gestione centralizzata

Un altro asset importante è la possibilità di poter contare su una dashboard centralizzata e intuitiva per accedere facilmente a funzionalità e dati, nonché per eseguire operazioni relative al monitoraggio, con supporto per funzionalità point-and-click ove possibile. Il prodotto ideale dovrebbe fornire anche funzionalità di drill-down per ottenere informazioni più dettagliate e includere una funzione di ricerca tramite linguaggio naturale per un rilevamento semplificato e rapido.

Segnalazione e avvisi

Gli strumenti di monitoraggio VDI dovrebbero offrire una vasta gamma di report preconfigurati, completi e personalizzabili, facilmente accessibili ma anche intuitivi da usare. Un valido tool dovrebbe includere ulteriori indicatori chiave a livello di cruscotto, fornendo informazioni in tempo reale sui problemi relativi alla Virtual Desktop Infrastructure e sullo stato dei vari componenti. Oltre a supportare la diagnostica, un’altra funzioni importante consiste nella possibilità di configurare gli avvisi così come ricevere approfondimenti e consigli in merito all’ottimizzazione e alla pianificazione delle risorse. Importante anche la storicizzazione dei dati per garantire una tracciabilità e una rintracciabilità delle informazioni, consentendo ai responsabili del sistema di poter capire bene gli andamenti e confrontare i sistemi su diversi intervalli temporali.

Z

Laura Zanotti - Fonte TechTarget

Giornalista

Ha iniziato a lavorare come technical writer e giornalista negli anni '80, collaborando con tutte le nascenti riviste di informatica e Telco. In oltre 30 anni di attività ha intervistato centinaia di Cio, Ceo e manager, raccontando le innovazioni, i problemi e le strategie vincenti delle imprese nazionali e multinazionali alle prese con la progressiva convergenza tra mondo analogico e digitale. E ancora oggi continua a farlo...

Argomenti trattati

Approfondimenti

Tech InDepth
Monitoraggio VDI attraverso: 5 funzionalità da tenere a mente

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 4