Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Ca Technologies Workload Automation: annunciata la nuova release

pittogramma Zerouno

Ca Technologies Workload Automation: annunciata la nuova release

25 Feb 2013

di Nicoletta Boldrini

Ampliate funzionalità per gestire meglio i carichi di lavoro, avanzata interfaccia grafica utente, distribuzione e manutenzione rapide: le principali novità della nuova release

Ca Technologies annuncia la nuova versione di Ca Workload Automation, la soluzione cross-enterprise per l’automazione dei flussi di lavoro legati a processi di business strategici. L’avanzata interfaccia utente, insieme all’ampio supporto di piattaforme e applicazioni, consente a questa soluzione di offrire agli utenti un’esperienza integrata attraverso piattaforme distribuite, mainframe e cloud, ottimizzando i costi e accelerando la delivery dei servizi.

Ca Workload Automation include varie funzionalità che consentono alle aziende di ridurre la complessità di gestione dei flussi di lavoro in ambienti ibridi distribuiti, mainframe e cloud. Supportata da nuove versioni di Ca Workload Automation AE, Ca Workload Automation iDash e Ca Workload Automation iXP, tra le altre, questa soluzione consente di migliorare la delivery dei servizi di business al fine di facilitare l’esperienza dei clienti:

1) Nuove e ampliate funzionalità: le funzionalità integrate per l’automazione del flusso di lavoro aiutano l’It a gestire meglio i carichi di lavoro, supportare una gamma di applicazioni più ampia e sfruttare piattaforme con tecnologie quali Mainframe zIIP Specialty Engines, Sql Server Integration Services, Web services e Tandem Nsk.

2) Avanzata interfaccia grafica utente: l’interfaccia utente migliorata fornisce all’It funzionalità avanzate di monitoraggio e reporting, in grado di automatizzare le attività amministrative e accelerare l’analisi delle cause principali, determinando un miglioramento dei livelli di servizio e dell’efficienza It. Ciò consente anche di ridurre la presenza di processi personalizzati e gli sforzi manuali a essi associati, con un conseguente risparmio sui costi di gestione di flussi di lavoro complessi.

3) Distribuzione e manutenzione rapide: le nuove utilità di migrazione permettono alle organizzazioni di effettuare la distribuzione, l’aggiornamento e la gestione dei flussi di lavoro in modo rapido e sicuro, incrementando il time-to-value degli investimenti.

Nicoletta Boldrini

Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link

Articolo 1 di 5