Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Hypo Alpe Adria Bank, i vantaggi della virtualizzazione

pittogramma Zerouno

News

Hypo Alpe Adria Bank, i vantaggi della virtualizzazione

31 Dic 2018

di Redazione

L’istituto finanziario con sede a Udine, in collaborazione con i consulenti di VEM Sistemi, ha adottato la piattaforma di virtualizzazione VMware che ha consentito di rinnovare l’infrastruttura senza problemi riconducibili al cambiamento e nei tempi stabiliti

Sostituire l’hardware in via di obsolescenza; ridurre il numero di server senza compromettere prestazioni e affidabilità; semplificare la gestione dei sistemi e completare la migrazione al nuovo sistema in tempi stretti: erano gli obiettivi di Hypo Alpe Adria Bank. L’istituto finanziario con sede a Udine, in collaborazione con i consulenti di VEM Sistemi, ha adottato la piattaforma di virtualizzazione VMware che ha consentito di rinnovare l’infrastruttura senza problemi riconducibili al cambiamento e nei tempi stabiliti.

“Ci siamo trovati – ha spiegato Marco Cozzi, CIO di Hypo Alpe Adria Bank – con un’infrastruttura sovradimensionata rispetto alle esigenze della banca, ma non potevamo semplicemente procedere con la dismissione dei server. Dovevamo costruire una nuova architettura più agile e leggera, ma comunque performante. Non solo, alcune figure sistemistiche avevano lasciato la loro posizione nei sistemi informativi, quindi anche dal punto di vista della gestione ordinaria dei sistemi occorreva cambiare e semplificare, riducendo il numero delle licenze per gli applicativi in uso. In più la direzione imponeva un obiettivo sfidante: migrare l’infrastruttura entro la fine del 2017, in concomitanza con la scadenza dei contratti di manutenzioni dei server, in modo da avviare il nuovo anno con un nuovo sistema a regime”.

la sede di Hypo Alpe Adria bank
La sede di Hypo Alpe Adria Bank

Il piano di adozione della nuova tecnologia è stato suddiviso in tre fasi: il primo step prevedeva la dismissione dei server in via di obsolescenza, da sostituire con un’innovativa infrastruttura iperconvergente. La fase successiva consisteva nell’aggiornamento delle versioni software e nell’integrazione dei vecchi server, mentre il progetto si è concluso con l’aggiornamento dei sistemi di Disaster Recovery, che sfruttano le funzioni di VMware Site Recovery Manager. Dal punto di vista sistemistico l’intera infrastruttura viene oggi gestita attraverso la console VMware, che funge da orchestratore. VMware vSphere svolge tutte le funzioni di Operation Management, mentre la virtualizzazione di desktop e applicazioni è affidata a VMware Horizon.

I vantaggi ottenuti da Hypo Alpe Adria Bank riguardano un consistente taglio dei costi IT dell’infrastruttura server (pari al 40%); la possibilità di riqualificare il personale IT e il miglioramento della motivazione delle persone; semplificazione e della gestione e, in generale, delle prestazioni e dell’affidabilità dei sistemi.

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in rivista, portale www.zerounoweb.it e una linea di incontri con gli utenti.

Argomenti trattati

Approfondimenti

F
Finance
Settore Finance
V
Virtualizzazione
Hypo Alpe Adria Bank, i vantaggi della virtualizzazione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 4