Rubrik: un Cloud Data Management automatizzato e sicuro

Cloud Data Management automatizzato e sicuro

pittogramma Zerouno

Attualità

Cloud Data Management automatizzato e sicuro

Si arricchisce la piattaforma CDM di Rubrik, per l’automation e l’orchestration della funzionalità di gestione e protezione dei dati fra data center e public cloud o multi-cloud

04 Dic 2017

di Riccardo Cervelli

L’utilizzo di public cloud per estendere i data center in modo scalabile, dal punto di vista delle risorse e da quello geografico, non è più una novità per molte aziende. Quello che è invece più innovativo è l’utilizzo di soluzioni che permettono di automatizzare migrazioni e orchestrazioni di applicazioni e informazioni da un ambiente privato a un public cloud o su un’architettura multi-cloud. E di farlo in sicurezza, grazie a funzionalità native di crittografia.

Christopher Wahl

Technical Evangelist di Rubrik

“La piattaforma di Cloud Data Management di Rubrik – esemplifica Chris Wahl, Technical Evangelist del vendor fondato nel 2014 da ingegneri con esperienze in Google, Facebook e Oracle, con sede a Palo Alto, California – consente di prendere tutto l’ambiente It di un’azienda e di spostarlo o replicarlo su un public cloud anche nel giro di un’ora, per renderlo di nuovo disponibile come servizio (as-a-service)”.

Da quel momento, tutti i dati saranno sempre automaticamente copiati, messi in protezione, archiviati, e resi ricercabili o ripristinabili dagli utenti nel giro di pochi secondi, secondo policy definite dall’azienda. “Installata la soluzione nel data center – interviene Cristian Meloni, Country Manager Rubrik in Italia, dove il vendor è presente in modo diretto dagli inizi di quest’anno – il personale It può persino dimenticarsi di Rubrik, per ricordarsene magari quando arriva un corriere a consegnare un nuovo disco da inserire nell’appliance”.

Cristian Meloni

Country Manager Rubrik in Italia

WEBINAR
Hai un Mainframe aziendale? Ecco come dotarsi delle giuste competenze
Big Data
Cloud

Rubrik, giunta pochi mesi fa alla versione 4.1 – è bene precisare -, non è una soluzione di cloud management. È una piattaforma di cloud data management, che in quanto tale integra tutte le funzionalità di data management quali backup e recovery, replica e disaster recovery, archiviazione, ricerca e analytics. Fra le principali differenze rispetto alle soluzioni tradizionali, “è che si installa con una modalità plug & play”, garantisce Meloni, ed è in grado di utilizzare i public cloud (la versione 4.1 si integra pienamente con i principali: Amazon Web Services, Google Cloud Platform e Microsoft Azure) per fornire scalabilità, performance, e automation, con una sicurezza granulare – in funzione, per esempio, dei profili utenti – e affidabile per l’utilizzo di ambienti in multi-tenancy.

“Non è necessario il cloud per poter sfruttare Rubrik”, precisa il Country Manager. La soluzione, infatti, può essere anche utilizzata anche solo on-premises. Peraltro, la versione 4.1 ha aggiunto il supporto della piattaforma per private cloud di Microsoft, Azure Stack. La soluzione, inoltre, può essere installata come appliance fisica (contenente da tre a n-nodi) o come soluzione virtuale nel data center on-premise, presso un Managed Service Provider o direttamente su un public cloud.

Riccardo Cervelli

Giornalista

Classe 1960, giornalista freelance divulgatore tecnico-scientifico, nell’ambito dell’Ict tratta soprattutto di temi legati alle infrastrutture (server, storage, networking), ai sistemi operativi commerciali e open source, alla cybersecurity e alla Unified Communications and Collaboration e all’Internet of Things.

Argomenti trattati

Approfondimenti

B
Backup
P
Public Cloud
Cloud Data Management automatizzato e sicuro

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 4