Rete SD-WAN per ottimizzare il traffico su tutte le connessioni disponibili

Rete SD-WAN: come ottimizzare il traffico distribuendolo su tutte le connessioni disponibili (MPLS, banda larga e LTE)

pittogramma Zerouno

Virtualizzazione

Rete SD-WAN: come ottimizzare il traffico distribuendolo su tutte le connessioni disponibili (MPLS, banda larga e LTE)

La rete SD-WAN è una tecnologia basata su un’architettura software-defined. I vantaggi per la governance sono molteplici: la separazione dei pannelli di gestione, di controllo e nel data plane migliorano la scalabilità e l’affidabilità, rendendo più semplici il backup e il failover di ciascun piano. In questo modo un problema su un servizio non incide sugli altri.

18 Gen 2021

di Laura Zanotti

Rete SD-WAN (Software-Defined Wide Area Network) significa applicare la virtualizzazione alle tecnologie di networking in ambito geografico. Dal punto di vista funzionale, una rete SD-WAN ottimizza il traffico distribuendolo sulle molteplici connessioni disponibili: MPLS, banda larga e LTE. Indirizzando dinamicamente il traffico al migliore link disponibile, questo approccio si caratterizza per essere intrinsecamente dinamico e intelligente: se i link disponibili presentano problemi di trasmissione il sistema, in base alle policy definite, applica immediatamente la correzione per jitter e perdita di pacchetti, assicurando le prestazioni delle applicazioni prioritizzate. La virtualizzazione della rete geografia supporta la coesistenza e l’interoperabilità di più collegamenti, dispositivi e servizi con le soluzioni esistenti mentre le API permettono l’integrazione in svariati sistemi di gestione e di reporting.

Come funziona una WAN software-defined

Tramite gateway in hosting su cloud, una rete SD-WAN crea un sistema scalabile per l’indirizzamento del traffico al cloud o al data center, abbinando la larghezza di banda alle connessioni WAN esistenti per connettere in modo più efficiente ed economico tutti gli utenti, garantendo così anche una migliore user experience. In un’ottica di automazione e di modernizzazione, questo tipo di approccio supera i limiti intrinsechi delle Multiprotocol Label Switching: la banda MPLS, infatti, costa dalle 3 alle 10 volte tanto rispetto alla banda Internet e tutti i punti della rete MPLS devono essere connessi allo stesso operatore. La rete SD-Wan, invece, è estremamente funzionale perché assicura agilità, prestazioni e affidabilità del traffico sulla rete, permettendo a ciascuna sede aziendale di accedere rapidamente a:

  • altre sedi in rete
  • applicazioni e ai dati ospitati nei data center
  • tutte le applicazioni in cloud tramite rete Internet

L’impatto del cloud sui sistemi di rete

Da quando si sono moltiplicate le applicazioni in hosting su cloud (basti pensare alla diffusione di soluzioni in cloud come Salesforce, Microsoft 365 o Webex) con tassi d’adozione sempre maggiori su base quotidiana, l’utilizzo delle reti MPLS è risultato inadeguato dal punto di vista dell’architettura o della larghezza di banda. Questo perché le applicazioni nel cloud sono raggiungibili tramite la rete Internet e il backhauling al data center è inefficiente. In generale, l’adozione del cloud porta innumerevoli vantaggi alle aziende ma aggiunge ulteriori livelli di complessità gestionale, soprattutto se i servizi vengono addizionati anziché essere pianificati in maniera nativa. Impostare la corretta distribuzione tenendo alte le prestazioni di rete senza mai perdere d’occhio i costi di esercizio è complicato. Sono poche le aziende che possono contare su un team IT con l’esperienza necessaria a gestire una distribuzione mista di più ambienti con cloud pubblici, cloud privati e on-premises.

I vantaggi di un’automazione di nuova generazione

La rete SD-WAN abilita un networking estremamente agile, assicurando molteplici opzioni di rilascio per il dispositivo edge, quali hardware dedicato, un’appliance virtualizzata o una soluzione ibrida (cloud/software e hardware). Nei nodi edge è possibile utilizzare connessioni Internet ibride, di qualsiasi tecnologia (FTTH, FTTC, FWA, LTE) e di qualsiasi operatore a garanzia della massima resilienza e della migliore continuità di servizio. In ciascuna istanza, i componenti si connettono a un orchestrator centrale quando sono online e le configurazioni vengono inviate dall’orchestrator centrale al dispositivo edge. Il tutto senza richiedere la presenza di un tecnico per completare l’installazione, il che consente di risparmiare tempo e denaro.

New call-to-action

Scalabilità di rete senza compromessi

L’orchestrator consente il pushing automatico delle configurazioni e delle policy specifiche delle applicazioni aggiornate a ciascun nodo nella rete in modo rapido ed efficiente. Inoltre, offre funzionalità di analisi in tempo reale che è possibile utilizzare per il monitoraggio delle prestazioni e la risoluzione dei problemi. La possibilità di sottoscrivere modelli di abbonamento di tipo pay as you go elimina sia l’onere legato agli investimenti iniziali che i costi di manutenzione continua e di upgrade. Secondo Gartner, il deployment di una rete SD-WAN è 2,5 meno costoso rispetto a quello delle architetture WAN tradizionali.

Rete-SD-WAN

VMware SD-WAN: che cos’è e come funziona

VMware SD-WAN by Velocloud consente di espandere la banda delle connessioni così come un accesso ottimizzato ai dati, alle applicazioni aziendali e in cloud. In questo modo è possibile inserire servizi virtuali in cloud e in sede, migliorando sensibilmente l’automazione delle operazioni. Oltre a garantire una WAN ibrida ad alte prestazioni, affidabile e flessibile anche con applicazioni demanding come quelle vocali e video, la soluzione elimina i colli di bottiglia nell’accesso a data center attraverso una rete cloud-ready che offre accesso diretto a cloud pubbliche e private. La chiave virtuale del servizio riduce lo spazio fisico in sede attivando con un semplice click l’inserimento di nuovi servizi e funzionalità locali e in cloud. Inoltre, con una orchestration basata su business policy automatiche, è possibile abilitare l’implementazione zero touch delle sedi remote.

Ad Consulting e VMware

Sul solco di una collaborazione negli anni sempre più intensa e proficua con VMware, AD Consulting fornisce con costanza soluzioni cloud sofisticate, affermandosi come uno dei principali partner di VMware in Italia, raggiungendo i livelli di Partner Connect Principal per Data Center Virtualization, Cloud Management and Automation e Network and Security, ovvero i più alti livelli di accreditamento del programma di VMware.

Laura Zanotti

Giornalista

Ha iniziato a lavorare come technical writer e giornalista negli anni '80, collaborando con tutte le nascenti riviste di informatica e Telco. In oltre 30 anni di attività ha intervistato centinaia di Cio, Ceo e manager, raccontando le innovazioni, i problemi e le strategie vincenti delle imprese nazionali e multinazionali alle prese con la progressiva convergenza tra mondo analogico e digitale. E ancora oggi continua a farlo...

Rete SD-WAN: come ottimizzare il traffico distribuendolo su tutte le connessioni disponibili (MPLS, banda larga e LTE)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 4