E-shopping in Italia: ecco i dati 2019 dell’Osservatorio Compass

pittogramma Zerouno

News

E-shopping in Italia: ecco i dati 2019 dell’Osservatorio Compass

L’acquisto nei negozi fisici è in diminuzione, a spingere l’online è, per l’81% degli intervistati, la convenienza dei prezzi

19 Mar 2020

di Redazione

19Oltre la metà dei consumatori italiani nel 2019 si è rivolta al Web per l’acquisto di prodotti di elettronica ed elettrodomestici. È quanto emerge dall’Osservatorio Compass dedicato al settore che, mediante un migliaio di interviste a individui maggiorenni, evidenzia l’impatto crescente del digitale sui comportamenti dei consumatori, non solo nella modalità di acquisto, ma anche in quella informativa.

L’acquisto nei negozi fisici è in diminuzione anche se nel primo semestre dello scorso anno un aiuto per il settore è arrivato dal credito al consumo: rispetto allo stesso periodo del 2018, infatti, il numero di finanziamenti è aumentato del +10,2%, toccando una quota totale di 583 milioni di euro (+9% rispetto allo stesso periodo del 2018), nonostante il leggero calo dell’erogato medio (901€, -1%).

I principali risultati dell’Osservatorio Compass 2019

Per più della metà (55%) dei consumatori, internet è il principale canale d’acquisto e si conferma ormai determinante nella scelta dei prodotti per più di due terzi degli intervistati (il 72% cerca infatti informazioni sul web prima di acquistare). A spingere l’online è, per l’81% dei casi, la convenienza dei prezzi, spesso percepita più bassa rispetto ai negozi fisici. Chi non rinuncia all’acquisto in negozio lo fa perché preferisce vedere il prodotto prima di acquistarlo (69%, con punte del 76% tra i pensionati) o per avere consigli dal personale di vendita (26%, percentuale che arriva addirittura al 50% tra dirigenti/professionisti e studenti).

In generale, sono tanti i consumatori con abitudini ben definite: il 16% si reca presso il negozio per informarsi e acquistare mentre il 39% si rivolge esclusivamente al canale online.

Non tutti si fidano però degli acquisti via internet. Infatti, secondo gli esercenti convenzionati, quasi 1 cliente su 5 non crede negli acquisti online e il 37% si informa in negozio ma acquista via internet. Per rispondere alla crescente voglia di e-shopping circa metà degli esercenti (47%) ha portato anche online il proprio punto vendita, ma ancora pochi tra questi (52%) hanno implementato la possibilità di acquistare direttamente sul sito i prodotti in vendita.

Cosa desiderano comprare gli italiani? In cima alla lista ci sono i prodotti di telefonia (42%; ben il 53% tra gli studenti), che si prevede guideranno le vendite anche nel 2020. Non manca però chi vorrebbe un nuovo televisore (26.3%), un pc/tablet (25.8%) e piccoli elettrodomestici (22%).

Per 8 italiani su 10 (82%) a determinare l’acquisto è la qualità complessiva del prodotto, seguita dall’innovazione tecnologica (48%) e dal design (35%). Grande attenzione poi all’ambiente e alla sostenibilità: per il 31% il risparmio energetico/classe energetica è fondamentale. Al quinto posto tra i fattori che determinano l’acquisto troviamo il brand (25%), a conferma della sensibilità dei consumatori al marchio.

Per quali acquisti si ricorrerà al credito al consumo? In primis per i grandi elettrodomestici, caratterizzati da un prezzo di listino spesso elevato: il 39% dei consumatori pensa al finanziamento per acquistare grandi elettrodomestici per la cottura (piani cottura, forni, eccetera), il 29% per comprare grandi elettrodomestici del freddo e il 25% quelli per il lavaggio. Chiudono la top5 gli strumenti per il fitness (23%) e gli elettrodomestici per la preparazione del cibo (18%).

R

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in un portale, www.zerounoweb.it, una linea di incontri con gli utenti e numerose altre iniziative orientate a creare un proficuo matching tra domanda e offerta.

E-shopping in Italia: ecco i dati 2019 dell’Osservatorio Compass

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 4