Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Sicurezza informatica e PA, il ruolo di Kaspersky Lab nel progetto UE Compact

pittogramma Zerouno

News

Sicurezza informatica e PA, il ruolo di Kaspersky Lab nel progetto UE Compact

Il vendor di security è responsabile della sezione “Gamified Educational Contents” e offre una serie di strumenti semplici e intuitivi attraverso i quali i dipendenti della pubblica amministrazione, e non solo, possono comprendere la criminalità informatica e trasformare le conoscenze acquisite in modelli di comportamento positivi

25 Mar 2019

di Redazione

L’obiettivo finale del progetto Compact (COmpetitive Methods to protect local Public Administration from Cyber security Threats), finanziato dall’Unione Europea e parte del Programma Horizon 2020 per la ricerca e lo sviluppo, è sensibilizzare le PA a livello locale in tema di sicurezza informatica in modo che diventino sempre più resilienti quando si tratta di cyberminacce. Grazie alla propria expertise nel campo, Kaspersky Lab è stata coinvolto in tale progetto e, in particolare, è responsabile della sezione “Gamified Educational Contents”, una serie di strumenti semplici e intuitivi attraverso i quali i dipendenti della pubblica amministrazione, e non solo, possono comprendere la criminalità informatica e trasformare le conoscenze acquisite in modelli di comportamento positivi.
L’importanza della protezione dalle cyberminacce e i vari temi legati alla cybersecurity sono argomenti che fino a qualche tempo fa erano di interesse solo per alcuni gruppi di professionisti.
Negli ultimi anni, complici l’evoluzione delle tecnologie, la digital transformation e lo sviluppo conseguente del mondo del cybercrime, sono diventati temi di rilievo non solo per le aziende, ma anche per le persone comuni e persino per le amministrazioni locali. La digitalizzazione ha dato nuove opportunità alle PA locali, tanto che oggi possono migliorare la loro efficienza e fornire ai cittadini servizi più adeguati.
Per aiutare le le amministrazioni pubbliche locali a diventare più resilienti quando si tratta di minacce di tipo informatico Compact mette a disposizione strumenti di valutazione del rischio, soluzioni educative, servizi di monitoraggio e di condivisione delle conoscenze, il tutto tramite una piattaforma integrata, con un alto grado di usabilità e automazione.

Più nello specifico, in tale contesto, Kaspersky offre due soluzioni: “Kaspersky Interactive Protection Simulation (KIPS)” e “Cyber Safety Management Games (CSMG)”.

Per quanto riguarda KIPS, Kaspersky Lab sta elaborando uno scenario nuovo, con particolare attenzione rivolta proprio alla protezione di informazioni e dati personali, un focus rilevante se si pensa al GDPR entrato in vigore da qualche tempo. Grazie a una serie di esercizi e di sessioni di formazione, Kaspersky Interactive Protection Simulation è in grado di aiutare i dipendenti della pubblica amministrazione a comprendere meglio la criminalità informatica e a riconoscere i pericoli, reali o potenziali, che si annidano online; grazie a questa consapevolezza i dipendenti possono adottare modelli di comportamento positivi e prendere decisioni in materia di sicurezza in caso di necessità.

schermate degli scenari kips per i settori verticali
Scenari KIPS per i settori verticali

Per quanto riguarda CSMG, invece, Kaspersky Lab sta implementando un adattamento dello scenario per adeguarsi alle esigenze degli enti locali e trasformarsi così in un percorso formativo motivazionale per i quadri intermedi.

“Il progetto europeo Compact – ha commentato Morten Lehn, General Manager Italy di Kaspersky Lab – vuole essere un ecosistema completo, una piattaforma per la condivisione delle conoscenze e delle best practice, ma anche per il monitoraggio, la discussione e la formazione. Tutte le amministrazioni pubbliche locali europee, come i comuni, per esempio, potranno accedere a questa piattaforma. Diversi collaboratori di Kaspersky Lab stanno lavorando all’iniziativa, il nostro impegno riguarda in particolar modo la formazione in materia di sicurezza basata su strumenti e principi intuitivi che partono dalla gamification. Crediamo fortemente in questo progetto perché da sempre pensiamo che la formazione, l’educazione e la consapevolezza quando si tratta di pericoli che si annidano online siano elementi fondamentali per accompagnare in modo attento e sicuro lo sviluppo delle società nel futuro, proteggendo tutto quello che ci è più caro: dai dati personali agli account, fino alle aziende, alle infrastrutture critiche e alle grandi imprese.”

R

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in un portale, www.zerounoweb.it, una linea di incontri con gli utenti e numerose altre iniziative orientate a creare un proficuo matching tra domanda e offerta.

Argomenti trattati

Approfondimenti

Settore Pubblica Amministrazione
Sicurezza informatica e PA, il ruolo di Kaspersky Lab nel progetto UE Compact

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 4