Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Nas: come conservare efficacemente i dati

pittogramma Zerouno

Nas: come conservare efficacemente i dati

16 Nov 2010

di ZeroUno

Kroll Ontrack, player nell’offerta di soluzioni e servizi di recupero dati, cancellazione sicura e computer forensics, fa il punto sulla memorizzazione dei dati sui sistemi Nas (Network Attached Storage) nelle piccole e medie imprese e fornisce alcuni spunti utili a migliorare la sicurezza dei dati.

Da un lato i server Nas rappresentano strumenti in grado di offrire numerosi vantaggi (tra cui supporto di memorizzazione, rapporto qualità prezzo ottimale, accesso più veloce ai dati e costi di gestione relativamente bassi), dall’altro i pericoli di perdita dei dati non può e non deve essere sottovalutato dalle aziende, soprattutto dalle piccole e medie imprese.
Secondo un recente sondaggio condotto a livello mondiale da Kroll Ontrack, il 40% degli intervistati ha identificato nell’errore umano la causa più comune di perdita dati. E’ quindi cruciale che i dipendenti delle aziende siano a conoscenza delle azioni più efficaci per la conservazione sicura dei dati aziendali su dispositivi Nas.
Gartner ritiene che il mercato relativo agli small office/home office guideranno la rapida crescita dei Nas nel segmento di mercato sotto i 3.500 euro, in parte grazie alla facilità di utilizzo della piattaforma tecnologica. Pertanto, secondo le previsioni di Gartner, il mercato dei Nas raggiungerà a un tasso di crescita a doppia cifra di + 26,4% nel 2010, recuperando la lenta crescita del +1,4% registrata nel 2009.
Tuttavia, i rischi di perdita di dati da dispositivi Nas, come da qualsiasi altro tipo di storage, non devono essere trascurati. Probabilmente il pericolo maggiore è il fatto che i Nas utilizzano spesso sistemi di file proprietari e non standard unici, e di conseguenza un recupero dei dati può rivelarsi molto complesso.
Questo fatto, oltre alle altre minacce di perdita dati tra cui l’errore umano, i guasti dell’hardware e attacchi esterni malevoli, evidenzia la necessità di adottare un approccio proattivo per la salvaguardia dei propri dati – la risorsa più preziosa dell’azienda.
“Il valore dei dati aziendali è ancora sottovalutato dalla maggior parte delle piccole e medie imprese. Il backup dei dati è, in molte aziende, un aspetto trascurato, nonostante sia semplice da effettuare e possa essere utile per migliorare in modo significativo la sicurezza dei dati”, ha commentato Paolo Salin, Country Director di Kroll Ontrack Italia. “In una situazione d’emergenza, è importante comprendere i passaggi per consentire il ripristino dei dati nel più breve tempo possibile e nel modo più indolore, riducendo il panico iniziale che si avverte subito dopo il guasto a un disco e prevenendo gli ulteriori errori che potrebbero verificarsi”.

ZeroUno

Argomenti trattati

Approfondimenti

I
Intelligenza Artificiale
N
Nas
O
Office
S
Server

Articolo 1 di 5