Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Machine learning applicato alla sicurezza, così si evolve l’offerta Sophos

pittogramma Zerouno

Machine learning applicato alla sicurezza, così si evolve l’offerta Sophos

19 Giu 2017

di Redazione

Con l’acquisizione di Invincea, Sophos arricchisce la propria offerta nell’ambito della sicurezza per l’end point; la soluzione X by Invincea sfrutta un’avanzata conoscenza delle reti neurali e il monitoraggio del comportamento per rilevare preventivamente malware sconosciuti e fermare gli attacchi prima che possano causare danni

Sophos ha acquisito Invincea, azienda attiva nella fornitura di soluzioni di protezione contro i malware, tale operazione si colloca nella strategia del vendor di offrire un portafoglio prodotti completo in ambito di sicurezza per l’endpoint.

Nello specifico, la società originaria della Virginia (Usa) è stata fondata per combattere gli attacchi alla sicurezza informatica dovuti alla sempre più rapida crescita delle minacce zero-day provenienti da nazioni ostili, cyber criminali e altri soggetti. I prodotti sono basati su algoritmi brevettati per il deep learning di reti neurali.

In particolare, la soluzione di punta di Invincea è X by Invincea che sfrutta un’avanzata conoscenza delle reti neurali e il monitoraggio del comportamento per rilevare preventivamente malware sconosciuti e fermare gli attacchi prima che possano causare danni. Con una forte presenza nell’ambito finanziario e sanitario nonché in quello governativo statunitense, Invincea è stata utilizzata dai network più presi di mira nel mondo.

La tecnologia di rilevazione e prevenzione dei malware attraverso il machine learning sarà integrata completamente nel portfolio di protezione dell’endpoint di Sophos (che già si contraddistingue, per esempio, per le sue tecnologie signature-less anti malware, anti exploit e anti ransomware offerte da Intercept X). La disponibilità della tecnologia Invincea veicolata attraverso la piattaforma di sicurezza Sophos Central arricchirà ulteriormente il portfolio di Sophos per la Synchronized Security e per la condivisione dell’intelligenza in tempo reale.

“Grazie all’aggiunta di Invincea al nostro portfolio – ha commentato Kris Hagerman, Ceo di Sophos – stiamo integrando le migliori tecnologie per poter fornire la difesa migliore e più aggiornata ai propri clienti. Invincea è protagonista nel mercato della rilevazione delle minacce basata su apprendimento automatico, ambito in cui unisce un tasso di rilevamento delle minacce estremamente elevato a un numero molto ridotto di falsi positivi. Invincea rafforzerà la protezione dell’endpoint di ultima generazione di Sophos con delle difese predittive comprensive che crediamo possano essere sempre più importanti per il futuro della sicurezza. Siamo molto orgogliosi di accogliere il team di Invincea a Sophos e non vediamo l’ora di poter introdurre i benefici della loro avanzata tecnologia ai nostri clienti e partner in tutto il mondo”.

“Abbiamo fondato Invincea – ha sottolineato Anup Ghos, fondatore e Ceo di Invincea – con una vision basata sull’uso di tecnologie non-signature, tra cui il machine learning, per proporre un modo innovativo di proteggere le imprese contro le più avanzate minacce dei cyber attacchi. X by Invincea rappresenta la nuova generazione della tecnologia di antivirus basata sul deep learning e sul monitoraggio del comportamento. Unendoci a Sophos avremo l’opportunità di proporre la nostra tecnologia a un pubblico globale e creare così un sistema di sicurezza sincronizzato e totale. Sophos è leader nel settore grazie all’adozione e implementazione nel mercato di una visione completamente nuova  di sicurezza integrata, siamo entusiasti di lavorare con loro e aiutarli nel loro obiettivo”.

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in rivista, portale www.zerounoweb.it e una linea di incontri con gli utenti. Lo scopo di questa evoluzione va ricercato nell’esigenza di creare molteplici opportunità di trasmissione di informazioni e di confronti con operatori e aziende sul mercato per monitorare nel concreto le criticità le aspettative, i progetti Ict realizzati per supportare lo sviluppo del business d’impresa. Target: CIO (Chief Information Officer), responsabili di sistemi informativi, manager IT e manager business di funzione, consulenti.

Argomenti trattati

Approfondimenti

E
Endpoint Protection

Articolo 1 di 5