Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

La nuova gestione unificata di Stonesoft

pittogramma Zerouno

La nuova gestione unificata di Stonesoft

08 Ott 2008

di Riccardo Cervelli

Supporto alla virtualizzazione, interfaccia grafica fortemente personalizzabile e nuove funzioni di governance

 

Gestione unificata più avanzata e performante, e supporto anche gli ambienti virtualizzati basati sulla tecnologia Vmsafe di Vmware. Sono due tra le più importanti novità degli ultimi mesi in casa Stonesoft, produttore specializzato in appliance per la sicurezza e la business continuity.
Recentemente l’azienda ha rilasciato StoneGate Management Center 4.3, la nuova versione della sua soluzione per la gestione unificata avanzata, che offre superiori livelli di visibilità e controllo sulla sicurezza della rete sia negli ambienti tradizionali sia in quelli virtuali. La nuova tecnologia fornisce un’interfaccia grafica totalmente personalizzabile, un quadro sullo stato della sicurezza e una rappresentazione in tempo reale della rete. Le modalità di gestione sono identiche a quelle delle tradizionali appliance di sicurezza di rete, facilitando così l’uso da parte dei responsabili della security sempre più chiamati a garantire la protezione degli ambienti virtuali che si stanno diffondendo in maniera crescente.
“StoneGate Management Center – spiega Emilio Turani, country manager della filiale italiana di Stonesoft – permette la gestione unificata di tutti gli engine di sicurezza StoneGate tramite un’unica interfaccia caratterizzata da feature avanzate d’utilizzabilità. Gestione unificata significa che l’amministratore ha la possibilità di controllare la situazione complessiva della sicurezza di rete: appliance fisiche e virtuali, elementi software e, ora, anche le appliance Vpn Ssl StoneGate. Superiore utilizzabilità corrisponde ad una maggiore semplicità nella visualizzazione dello stato completo di sicurezza della rete, nell’analisi di singoli eventi come gli elementi di log, nella modifica delle configurazioni relative e nell’identificazione di eventuali falle nella sicurezza. Le procedure amministrative, inoltre, sono diventate più veloci, semplici ed efficienti, consentendo un risparmio di risorse, impegno e costi”.
Il monitoraggio grafico attraverso StoneGate Management Center permette agli amministratori di gestire in maniera più efficiente la sicurezza e la disponibilità di rete. Lo stato del network è rappresentato attraverso codici colore intuitivi. Il passaggio dal verde al rosso permette di capire rapidamente che si è verificato un problema. A partire dalla rappresentazione grafica, grazie ad un workflow ottimizzato incluso nella soluzione, l’amministratore può analizzare subito il problema, correggere l’errore e ritornare alla condizione di monitoraggio. Un particolare strumento di verifica facilita l’identificazione degli errori nelle configurazioni, con conseguente ottimizzazione delle regole relative alla sicurezza, oltre ad allertare gli administrator nei casi di falle accidentali nella rete. Funzioni avanzate di ricerca permettono ai revisori di identificare rapidamente ciò che stanno cercando, riducendo i tempi richiesti dai processi di auditing e i costi associati. Con i tool di StoneGate Management Center, in ultima analisi, è possibile ridurre il tempo e la quantità di risorse necessarie per aderire alla conformità normativa.
L’ultima novità è il supporto di Vmware Vmsafe. Con questa tecnologia, il market leader della virtualizzazione fornisce ai partner le Api necessarie per aggiungere alle loro soluzioni una visualizzazione altamente granulare attraverso le risorse della virtual machine. “Grazie alla tecnologia Vmsafe – spiega Klaus Majewski, vice presidente per il marketing di Stonesoft – le appliance virtuali StoneGate che utilizzano StoneGate Management Center possono fornire un livello superiore di visibilità, granularità e correlazione dell’attività nell’hypervisor, nelle virtual machine e nei network virtuali. In questo modo possiamo assicurare un livello di difesa delle infrastrutture virtualizzati Vmware più pervasivo, efficiente e ottimizzato”.

Riccardo Cervelli
Giornalista

57 anni, giornalista freelance divulgatore tecnico-scientifico, nell’ambito dell’Ict tratta soprattutto di temi legati alle infrastrutture (server, storage, networking), ai sistemi operativi commerciali e open source, alla cybersecurity e alla Unified Communications and Collaboration e all’Internet of Things.

Articolo 1 di 5