Nuovo contratto quadro tra eu-Lisa, Minsait e Wespole | ZeroUno

Nuovo contratto quadro tra eu-Lisa, Minsait e Wespole

pittogramma Zerouno

News

Nuovo contratto quadro tra eu-Lisa, Minsait e Wespole

Le due aziende sono state selezionate per testare e valutare i sistemi centrali di Giustizia e Affari Interni europei

12 Ott 2021

di Redazione

Minsait e Westpole sono stati scelti da eu-Lisa, Agenzia europea per la gestione operativa dei sistemi IT su larga scala nello spazio di libertà, sicurezza e giustizia, per la fornitura di servizi di test e convalida del software per la sua suite di applicazioni e sistemi centrali di Giustizia e Affari Interni.

Più nello specifico, il contratto quadro, tra il consorzio guidato da Minsait, una società di Indra attiva nella trasformazione digitale e nell’IT, con la partecipazione di Westpole (specializzata in servizi gestiti e di automazione dei processi di business), del valore di 180 milioni di euro per sei anni, mira a verificare e convalidare le attività e le applicazioni, nonché a garantire la qualità end-to-end dei requisiti di sviluppo ed evoluzione dei sistemi di core business sotto la responsabilità di eu-Lisa.

Questo contratto è il risultato della gara d’appalto realizzata da eu-Lisa (Lisa/2019/OP/01 Transversal Engineering Framework (TEF) – Lotto 4) a cui hanno partecipato numerose aziende multinazionali. Minsait ha una quota del 70% nel consorzio selezionato e Westpole il restante 30%.

Eu-Lisa gioca un ruolo chiave nell’ecosistema di organismi e agenzie dell’Unione Europea. Negli ultimi anni, ha concentrato i suoi sforzi nel fornire supporto operativo e tecnologico ai paesi dell’UE per garantire che gli europei possano muoversi liberamente attraverso l’Europa con i massimi livelli di sicurezza.

Il coinvolgimento di Minsait e Westpole garantirà la qualità e l’efficienza dei sistemi IT su larga scala di eu-Lisa, messi a disposizione di tutti gli Stati membri dell’UE, e sarà particolarmente coinvolto nell’attuazione del programma Smart Borders, che porterà a un modello di gestione delle frontiere dell’UE più moderno, efficiente e sicuro.

Il lavoro svolto dalle due società assicurerà alcune funzioni chiave come il mantenimento della sicurezza interna dello spazio Schengen, attraverso la qualificazione delle soluzioni relative ai sistemi informatici europei nell’ambito del contratto.

Come leader del consorzio, Minsait sarà responsabile della gestione generale del programma e delle attività di test nei suoi siti operativi. Westpole fornirà servizi di consulenza e competenza nei test.

Il lavoro congiunto di entrambe le aziende seguirà i più alti standard tecnologici, convalidati dall’ISTQB (International Software Testing Qualifications Board), modelli di maturità integrati come CMMI e TMMI, le migliori pratiche ITSM e le consegne secondo il quadro ITIL, rispettando il quadro di protezione dei dati dell’UE.

Pedro Rodríguez Veiga, direttore globale delle Pubbliche Amministrazioni e della Sanità di Minsait, ha dichiarato: “Essere parte di un progetto volto a migliorare la sicurezza dell’Europa attraverso la garanzia di qualità del software applicativo critico è un successo per Minsait. È il risultato del lavoro svolto dall’azienda negli ultimi anni per diventare un punto di riferimento in aree importanti come la trasformazione digitale, la cybersecurity e l’uso di tecnologie all’avanguardia al servizio di governi, aziende e cittadini. Questo progetto si adatta all’orientamento e alla vocazione di Minsait di fornire servizi tecnologici alle istituzioni europee per sostenere la realizzazione della loro missione e lo sviluppo delle loro attività”.

“Siamo molto orgogliosi – ha affermato Massimo Moggi, presidente e amministratore delegato di Westpole – di partecipare a un progetto così ambizioso dell’Unione Europea, che mette la tecnologia in prima linea anche sul delicato tema della sicurezza internazionale. Questo è un passo fondamentale per garantire ‘equilibrio presente e futuro della Comunità, e siamo lieti che il progetto eu-LISA sia anche il primo a “inaugurare” simbolicamente la nuova sede di Westpole a Strasburgo, nata all’inizio di luglio, attorno alla quale graviteranno fino a 70 nuove persone entro la fine dell’anno”.

“A livello tecnico e organizzativo, questa nuova partnership ci permetterà di sviluppare nuove competenze e di ampliare sostanzialmente il personale. Saremo strutturati con un team dedicato che comprende nuovi incarichi di gestione nelle funzioni di assicurazione della qualità, sicurezza informatica e coordinamento delle attività di test; facendo crescere di conseguenza le persone che già lavorano in Westpole, oltre ad accogliere e formare nuovi talenti da tutta Europa” ha concluso Pascal Desart, direttore delle organizzazioni internazionali e della sicurezza di Westpole Benelux.

R

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in un portale, www.zerounoweb.it, una linea di incontri con gli utenti e numerose altre iniziative orientate a creare un proficuo matching tra domanda e offerta.

Nuovo contratto quadro tra eu-Lisa, Minsait e Wespole

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 4