Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Dell EMC: nuovi PowerEdge AMD-based per l’azienda multicloud

pittogramma Zerouno

Attualità

Dell EMC: nuovi PowerEdge AMD-based per l’azienda multicloud

Il portfolio server del vendor americano si espande con cinque piattaforme basate sulle CPU EPYC di seconda generazione del maggiore rivale di Intel. Nel mirino le aziende di ogni dimensione che necessitano di far girare workload emergenti fra data center e più cloud

17 Set 2019

di Riccardo Cervelli

Promessa mantenuta. Agli inizi di quest’anno, a pochi mesi dall’annuncio, da parte di AMD, dell’intenzione di mettere sul mercato una seconda generazione di processori EPYC, Dell Technologies aveva preannunciato la volontà di ampliare il proprio portfolio di sistemi aziendali Dell EMC PowerEdge con le CPU server del principale concorrente di Intel.

Nei giorni scorsi l’azienda fondata da Michael Dell ha presentato cinque nuove piattaforme basate sui processori EPYC 7002 series su microarchitettura ZEN 2 da 7 nm (nome in codice Rome). Nel mirino le aziende alle prese con strategie multicloud e di innovazione dei data center per supportare al meglio le applicazioni emergenti quali il machine learning (ML), il deep learning (DL), l’Internet of Things (IoT).

Due dei nuovi PowerEdge sono a singolo socket (connettore per CPU) e sono di dimensioni 1U. Si tratta dei P6515 e R7515. Dell li consiglia per ambienti software-defined (SDS) che devono supportare lo scale-up e lo scale-out, quali quelli virtualizzati. Nel target sono presenti anche le PMI. Equipaggiati con due socket, i R6525 (1U) e R7525 (2U) sono invece ideali soprattutto per le applicazioni di analisi dei dati.

È stata prevista anche una piattaforma ultradensa, la C-Series, indirizzata a environment di High-Performance Computing (HPC).

Nel presentare in anteprima ai media le novità, Ravi Pendekanti, SVP Product Management Servers and Infrastructure Systems di Dell Technologies, ha sottolineato che per l’adozione dei nuovi processori EPYC di seconda generazione l’azienda ha ridisegnato i suoi prodotti “anche a livello di sistema. In quest’ottica ci siamo focalizzati su fattori quali sicurezza, compliance, bassa latenza, riduzione del total cost of ownership (TCO) delle tecnologie ed effortless management”. Al debutto dei processori EPYC basati sulla microarchitettura Rome, si sono accompagnati rafforzamenti delle collaborazioni con VMware, Microsoft e ServiceNow sui piani della cloud automation e dell’IT Service Management.

Foto di Ravi Pendekanti
Ravi Pendekanti, SVP Product Management Servers and Infrastructure Systems di Dell Technologies

Server PowerEdge EPYC “Rome” optimized

“Con i nuovi PowerEdge – ha sottolineato Pendekanti – abbiamo voluto introdurre le piattaforme più ottimizzate per i nuovi processori AMD Rome”. Il manager, nel suo speech ha segnalato un paio di volte il crescente interesse, da parte del mercato aziendale, per i sistemi con CPU AMD, “verso cui sono in corso alcune migrazioni di soluzioni”. Fra i plus più interessanti e da valorizzare degli EPYC con tecnologia ZEN 2, Pendekanti ha sottolineato la presenza di 64 core per CPU (erano 32 nella generazione precedente), e il supporto all’interfaccia di interconnessione PCIe 4 Gen (o PCI Express 4.0). “Questa feature – ha spiegato Pendekanti – ci permette di aumentare, con l’utilizzo di tutte le 128 lane disponibili (a performance doppie rispetto al PCIe 3.0), la distribuzione delle elaborazioni fra più componenti all’interno di un rack. Ecco quindi che abbiamo deciso di introdurre all’interno di tutte e cinque le piattaforme il supporto alle Graphic Card Unit (GPU), tecnologie molto utilizzate per applicazioni di ML e DL. In più, possiamo sfruttare al meglio anche i benefici della tecnologia storage NVMe”.

Riccardo Cervelli

Giornalista

Nato nel 1960, giornalista freelance divulgatore tecnico-scientifico, nell’ambito dell’Ict tratta soprattutto di temi legati alle infrastrutture (server, storage, networking), ai sistemi operativi commerciali e open source, alla cybersecurity e alla Unified Communications and Collaboration e all’Internet of Things.

Argomenti trattati

Approfondimenti

M
Multicloud
S
Server
Dell EMC: nuovi PowerEdge AMD-based per l’azienda multicloud

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 4