Aruba ESP: ecco tutte le ultime novità

pittogramma Zerouno

News

Aruba ESP: ecco tutte le ultime novità

Aruba Central NetConductor è stato progettato per offrire gestione e sicurezza per fabric di rete basati su standard

21 Apr 2022

di Redazione

La nuova soluzione Aruba Central NetConductor (annunciata tra le novità per Aruba ESP – Edge Service Platform) consente di centralizzare la gestione di reti distribuite con servizi cloud-native che semplificano il provisioning delle policy e automatizzano le configurazioni di rete all’interno di infrastrutture cablate, wireless e WAN.

Central NetConductor permette una rete più agile facendo rispettare, al contempo, policy di sicurezza Zero Trust e SASE.

HPE Aruba, inoltre, annuncia i primi access point (AP) per interni, in grado di localizzarsi autonomamente grazie a ricevitori GPS integrati, e Open Locate, la proposta di un nuovo standard di settore per la condivisione delle informazioni di localizzazione dagli AP ai dispositivi.

I servizi cloud-native

L’accelerazione digitale generata dal lavoro ibrido e remoto, nuovi modelli di business e user experience più moderne porta la necessità di reti più agili e flessibili. HPE Aruba offre un insieme completo di servizi cloud-native per affrontare la complessità di architetture multi-generazionali con i relativi aspetti di gestione operativa e sfide di sicurezza. Le architetture tradizionali basate su VLAN richiedono un notevole lavoro di configurazione e integrazione e si adattano lentamente ai nuovi requisiti di connettività imposti dal business, mostrando possibili gap nella sicurezza.

WHITEPAPER
Ottieni una pianificazione veloce e affidabile nel tuo marketing: scopri come!

Una rete agile e moderna adotta invece un “overlay” che unisce in modo trasparente i segmenti VLAN esistenti con servizi di configurazione e policy cloud-native, permettendo a utenti e dispositivi di effettuare connessioni sicure e affidabili ovunque si trovino.

Per aiutare i clienti ad accelerare le strategie di trasformazione digitale, Central NetConductor si avvale di intelligenza artificiale a scopo di gestione e ottimizzazione, implementa workflow basati su intenti di business per automatizzare la configurazione della rete ed estende le capacità di sicurezza integrate di HPE Aruba con funzionalità NAC (Network Access Control) e Dynamic Segmentation cloud-native per la loro applicazione sull’intero fabric di rete. Dal momento che Central NetConductor si basa su protocolli diffusi come EVPN, VXLAN e BGP, può essere adottato in maniera trasparente per salvaguardare gli investimenti grazie alla sua capacità di funzionare con le reti HPE Aruba già esistenti e con le infrastrutture di altri vendor.

Le reti statiche non soddisfano più le crescenti necessità del business né supportano requisiti di sicurezza che cambiano; per questo, le aziende devono effettuare una modernizzazione costante delle loro reti sulla base di tre principi fondamentali: automazione (workflow semplificati e automazione basata su AI per ridurre il tempo e le risorse occorrenti per pianificare, implementare e gestire reti in grado di supportare connettività remota, branch, campus e cloud); sicurezza (elevate capacità di rilevamento e protezione dalle minacce con controlli di accesso basati sulle identità e funzioni Dynamic Segmentation che sono alla base dei framework Zero Trust e SASE); agilità, un’architettura unificata, cloud-native e basata su standard per salvaguardare gli investimenti e facilitare l’adozione con modelli di consumo NaaS per ottimizzare budget e risorse di personale.

Aruba Central NetConductor accelera il deployment, la gestione e la protezione di reti fabric-based moderne mappandone le capacità rispetto ai tre principi di modernizzazione di rete.

Gli access point

L’installazione degli access point per WLAN è un processo manuale che richiede tempo, è suscettibile di errori e porta a riferimenti inaffidabili per le applicazioni location-aware. Per questo, HPE Aruba ha introdotto i primi access point per interni in grado di localizzarsi autonomamente al fine di semplificare il modo in cui le aziende acquisiscono i dati di localizzazione in ambienti interni, comunicandole over-the-air a qualsiasi applicazione o dispositivo mobile.

Gli AP Aruba Wi-Fi 6 e Wi-Fi 6E utilizzano una combinazione di ricevitori GPS integrati, supporto Wi-Fi location per misurazioni fine-time e software intelligenti che consentono di realizzare deployment WLAN precisi e automatizzati. Gli AP auto-localizzanti Aruba per WLAN forniscono la propria posizione senza bisogno di interventi, convalidandola e aggiornandola costantemente, trasmettendo un set di coordinate universali che possono essere trasposte su qualsiasi piantina di un edificio o piattaforma di web mapping.

La posizione precisa dell’infrastruttura WLAN genera un riferimento ancorato agli AP che viene poi condiviso mediante Open Locate. Le aziende possono usare le coordinate universali e il riferimento fornito dagli AP auto-localizzanti Aruba per sviluppare o ampliare facilmente app per asset tracking, sicurezza/compliance, pianificazione delle facility, esperienze per visitatori o altri servizi location-aware.

“Nel mondo del business di oggi – dichiara Maribel Lopez, fondatrice di Lopez Research – la flessibilità è fondamentale: le aziende devono poter cambiare marcia, attivare nuovi servizi e nuove proposte e servire nuovi clienti praticamente dalla sera alla mattina. Poiché la rete è alla base di tutto – consentendo la connettività e l’intelligence data-driven – essa deve essere dotata di flessibilità. Le aziende dovrebbero cercare soluzioni basate su standard che offrano flessibilità tecnica, capacità di salvaguardare gli investimenti, possibilità di adottare nuove tecnologie al ritmo che preferiscono e opzioni quando si tratta di modelli di consumo”.

“Le aziende hanno dimostrato un’eccezionale resilienza di fronte agli stravolgimenti e ai terremoti degli ultimi due anni ed è diventato chiaro come l’agilità del business sia ora la priorità dei nostri clienti. Le novità presentate oggi aiuteranno i clienti a far evolvere il loro approccio in direzione di un ‘orientamento ai servizi’ mediante soluzioni basate su AI, rafforzando la sicurezza e accelerando il passaggio a un’architettura di rete cloud-centric, caratteristiche che definiscono una rete moderna” commenta David Hughes, chief technology and product officer di Aruba, società Hewlett Packard Enterprise.

Queste nuove soluzioni sono disponibili attraverso i metodi di procurement e deployment tradizionali oppure in modalità as-a-service attraverso HPE GreenLake for Aruba networking, offrendo ai clienti la massima flessibilità possibile per adeguarsi alle diverse esigenze di business e di rete. Le ultime novità aggiunte a HPE GreenLake for Aruba network as a service (NaaS) comprendono otto proposte standardizzate progettate sulla base di casistiche di utilizzo diffuse in ambito enterprise per un superiore livello di semplicità e una accelerazione del time-to-value dei deployment NaaS.

R

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in un portale, www.zerounoweb.it, una linea di incontri con gli utenti e numerose altre iniziative orientate a creare un proficuo matching tra domanda e offerta.

Articolo 1 di 4