Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Red Hat Satellite 6.1, nuovo aggiornamento

pittogramma Zerouno

Red Hat Satellite 6.1, nuovo aggiornamento

03 Set 2015

di Redazione

L’ultima versione offre miglioramenti in sicurezza, discovery e gestione dei container, in ambienti fisici, virtuali e cloud

Satellite 6.1, il nuovo aggiornamento della soluzione di systems management per la gestione dell’infrastruttura di Red Hat, è disponibile con miglioramenti in termini di sicurezza, nonché maggiori funzionalità di discovery e di gestione dei container, in ambienti fisici, virtuali e cloud.

“Questa nuova release – ha dichiarato Joe Fitzgerald, vice president, Management Business Unit di Red Hat – consente agli sviluppatori di integrare Satellite agevolmente in ambienti hybrid cloud o container e di utilizzare meglio il reporting verso gli host durante la transizione”.

In particolare, gli aggiornamenti riguardano tre aree: gestione dei container, sicurezza e provisioning.

Le funzionalità fondamentali della versione 6.1 si estendono ora all’installazione dei container – rendendoli maggiormente scalabili, gestibili, coerenti – e consentono agli utenti di Docker (un piattaforma open source per sviluppatori che permette di costruire ed eseguire applicazioni dstribuite) di ottenere maggiore controllo sul versioning, l’autenticazione e l’integrazione con le piattaforme esistenti. Per gli sviluppatori è stato reso disponibile un registro on-premise scalabile dotato di comandi di accesso role-based, auditing e Api è disponibile.

Sul fronte della sicurezza, il nuovo Satellite contiene miglioramenti alla gestione degli errata. Una funzionalità di reporting migliorata consente di identificare e agire sugli host affetti da vulnerabilità, riducendo al minimo i tempi di fermo macchina e l’esposizione dei dati sensibili a minacce quali Shellshock, Heartbleed e Ghost. Inoltre, OpenSCAP, un approccio basato su standard per mantenere la sicurezza dei sistemi di impresa, è oggi disponibile in Tech Preview. OpenSCAP verifica automaticamente la presenza di patch, controlla le impostazioni di configurazione della sicurezza del sistema ed esamina i sistemi per segni di compromesso a scadenze giornaliere/settimanali/mensili personalizzabili in base ai protocolli interni.

Infine, l’ultima release semplifica il processo di provisioning attraverso nuovi processi di discovery, che consentono il recupero automatico dei nodi sconosciuti nella rete. I nuovi nodi si possono auto-registrare su Satellite e caricare i propri dati di hardware; in questo modo il software è in grado di determinare il tipo di sistema più indicato su cui effettuare il provisioning.

Le nuove funzionalità introdotte con Red Hat Satellite 6.1 comprendono: il supporto di molteplici reti per i sistemi di provisioning con requisiti di rete complessi, comprese le VLAN, i Bond e le interfacce con Alias; migliorie nella comunicazione per Capsule Server, un componente che permette il provisioning e la configurazione di hosts fuori dal serve Satellite primario; la preview di Red Hat Access Insights, un nuovo servizio opt-in automatizzato, che permette di rilevare rischi a stabilità, prestazioni e sicurezza dei sistemi, offrendo raccomandazioni per affrontarli.

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in rivista, portale www.zerounoweb.it e una linea di incontri con gli utenti.

Red Hat Satellite 6.1, nuovo aggiornamento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 4