Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Isilon OneFS 7.1 oggi disponibile per tutti

pittogramma Zerouno

Isilon OneFS 7.1 oggi disponibile per tutti

07 Nov 2013

di Redazione

La nuova versione del sistema operativo per storage di Emc include funzionalità di deduplica dei dati, maggiori livelli di sicurezza e protezione, integrazione con applicazioni di audit di terze parti, nonché funzioni di gestione e interoperabilità migliorate

Arriva sul mercato Isilon OneFS 7.1 (conosciuto come progetto “Waikiki”), la nuova release del sistema operativo per lo storage targato Emc.
Il mondo dei big data e dell’It di livello enterprise è in continua evoluzione e presenta sfide sempre nuove nella gestione dei dati e nello storage management; la nuova piattaforma è stata concepita proprio per rispondere a queste esigenze. Come?
Innanzitutto, grazie alla funzione SmartDedupe di deduplica integrata, nativa, eseguita in post-elaborazione e a blocchi fissi, configurabile a livello di directory. OneFS, infatti, può eseguire automaticamente la deduplica di blocchi da 8 Kb, soluzione ideale per archivi di contenuti di grandi dimensioni, home directory e archivi di file, consentendo inoltre di creare fino a 32.000 copie condivise di un unico blocco per storage pool e di analizzare una directory esistente per eseguire una stima della quantità di storage risparmiata.
Per garantire ai clienti il raggiungimento degli obiettivi di sicurezza e conformità normative, la nuova versione di OneFS aggiunge il supporto per la Dare (Data at Rest Encryption) attraverso l’uso del Self-Encrypting Drive (Sed), ovvero un unità disco che permette la crittografia automatica. L’applicazione di questa pratica segna l’introduzione di nuovi livelli di protezione in caso di furto o perdita dell’unità, impedendo la visualizzazione dei dati agli accessi non autorizzati e conservando i dati crittografati su altre unità.
Oltre a garantire l’integrazione con applicazioni di audit di terze parti, la release 7.1 include una funzionalità di controllo dell’accesso basato sui ruoli (Role-Based Access Control, Rbac). Per garantire un’integrazione migliorata con Hadoop Distributed File System (Hdfs), Isilon OneFS 7.1 offre ora anche supporto per l’autenticazione Kerberos per Hadoop.

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in rivista, portale www.zerounoweb.it e una linea di incontri con gli utenti.

Articolo 1 di 3