Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Cedacri: ottimizzare i processi documentali critici grazie all’outsourcing

pittogramma Zerouno

Cedacri: ottimizzare i processi documentali critici grazie all’outsourcing

18 Apr 2013

di Nicoletta Boldrini

I servizi di Business Process Outsourcing (Bpo) rappresentano uno strumento diffuso per dotarsi di competenze specialistiche a supporto della crescita del business e, in particolare, per l’ottimizzazione di processi operativi chiave per le aziende che necessitano di operare in una logica di flessibilità ed efficienza.

In questo contesto, i servizi di gestione documentale assumono un ruolo determinante sia nell’ambito della dematerializzazione dei documenti sia rispetto alla loro archiviazione (fisica o digitale attraverso servizi di archiviazione ottica o conservazione sostitutiva). Cedacri propone servizi di Bpo attraverso soluzioni modulari e scalabili (con l’obiettivo di consentire un’introduzione graduale delle pratiche di Bpo nell’ambito della gestione documentale), ma con un approccio consulenziale finalizzato ad aiutare le aziende ad individuare i processi documentali critici e a realizzare interventi mirati di ottimizzazione. Gli ambiti di efficientamento, infatti, possono essere diversi e non è affatto detto che un percorso ottimale per un’impresa lo sia anche per un’altra. Lo stesso dicasi per le soluzioni e i servizi tecnologici a supporto. Rispetto a questi ultimi, Cedacri garantisce servizi di dematerializzazione (gestendo l’intero processo documentale: preparazione dei documenti, scansione, indicizzazione, validazione), archiviazione ottica (gestione degli archivi documentali digitali proposta in modalità SaaS attraverso i data center del gruppo societario, con tutte le garanzie di Sla, business continuity e disaster recovery), conservazione sostitutiva (insieme di processi amministrativi e informatici che consente di conservare su supporto digitale i documenti, garantendone nel tempo la validità legale e l’opponibilità a terzi). Non solo, Cedacri è iscritta nell’Elenco Pubblico di DigitPA (Ente Nazionale per la Digitalizzazione della Pubblica Amministrazione) e dal 2001, come Certification Authority, ha sviluppato un’offerta di servizi di Posta Elettronica Certificata (Pec) e Firma Digitale.
A questi servizi si aggiungono quelli di archiviazione fisica dei documenti: il gruppo, infatti, dispone di strutture deputate all’archiviazione fisica realizzate secondo standard architettonici ideali per la conservazione della carta (dotate di tutte le certificazioni a norma di legge).

Nicoletta Boldrini

Giornalista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link

Articolo 1 di 3