Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Le migliori soluzioni di API management secondo Gartner e Forrester

pittogramma Zerouno

Vendor Overview

Le migliori soluzioni di API management secondo Gartner e Forrester

23 Nov 2017

di Valentina Bucci

Gartner e Forrester individuano i nomi dei vendor che, per qualità dell’offerta in ambito API management, possono essere considerati leader di mercato. Di seguito, rispetto alle soluzioni erogate da questi vendor, un breve elenco di punti di forza e spazi di potenziale miglioramento segnalati dalle due società di ricerca.

Gartner con il suo Magic Quadrant for Full Life Cycle API Management e Forrester nei due report The Forrester Wave: API Management. Solutions, Q4 2016 e Vendor Landscape: API Management Solutions valutano l’offerta dei vendor in ambito software di API management individuando le aziende che offrono le migliori soluzioni e possono dunque essere considerate leader del settore.

Per una definizione di “API management” e una descrizione dei criteri di valutazione delle due società di ricerca rimandiamo a questo articolo; ricordiamo qui solo in sintesi, come premessa alla descrizione dei vendor che seguirà:

  • una definizione di “soluzioni di API management”: soluzioni che servono per creare, governare, rendere sicure e distribuire API, gestendone il versioning, la reperibilità e definendone i limiti d’uso.
  • l’eterogeneità delle funzionalità legate ai software di Api management, che Forrester raggruppa in tre categorie: le soluzioni che forniscono allo sviluppatore delle API informazioni sull’utilizzo delle API stesse; quelle rivolte agli sviluppatori “utenti” che offrono gli strumenti per comprendere come usare le API; quelle che utilizzano gateway per rafforzare la sicurezza e il controllo degli accessi alle applicazioni.
  • rispetto ai criteri usati per le sue valutazioni da Forrester, ricordiamo la completezza dell’offerta di software di Api management (nella Wave sono inseriti solo vendor in grado di fornire soluzioni standalone e complete, ovvero dotate almeno di un portale per gli utenti/sviluppatori, un portale per l’amministrazione e un gateway API), l’efficacia della strategia di go to market complessiva e la presenza geografica sul mercato (per valutare quanto il vendor sia in grado di supportare la propria soluzione).
  • rispetto invece ai criteri di inclusione descritti da Gartner, ricordiamo che per la società di ricerca la soluzione di API management può essere commercializzata in modalità cloud, on premise o ibrida e può essere parte di una più ampia offerta del vendor (es. parte di un’offerta SaaS o iPaaS) ma deve coprire almeno due fasi delle 5 – pianificazione, progettazione e implementazione, distribuzione ed esecuzione, versioning e dismissione – che definiscono il ciclo di vita di un’API.

Di seguito una selezione delle riflessioni fatte dalle due società di ricerca nella definizione del posizionamento dei vendor rispetto ai loro software di Api management, da leggere considerando che tutte le aziende qui riportate sono state valutate complessivamente come le più performanti sul mercato; le differenze tra la classifica di Gartner (figura 1) e quella di Forrester (figura 2) sono in primis da ricondurre alla diversità dei criteri di valutazione utilizzati.

I migliori software di Api management secondo Gartner
Figura 1 – Magic Quadrant for full Life Cicle API Management – Fonte: Gartner, Ottobre 2016
I migliori software di Api management secondo Forrester
Figura 2 – Figura 2: Wave for API Management – Fonte: Forrester, Novembre 2016

Vendor nell’area dei Leader sia per Forrester sia per Gartner

IBM

Secondo Gartner, il vendor (che propone la soluzione IBM API Connect, disponibile sia on-premises che in versione Saas) ha tra i punti di forza:

  • una posizione di mercato consolidata, un’ampia base di clienti in diverse industries, capacità di supporto a livello mondiale e strategie geografiche diversificate;
  • le funzionalità dell’offerta che abbracciano la gestione dell’intero “API management lifecycle” e che hanno recentemente visto una consistente evoluzione anche grazie all’acquisizione nel 2015 di StrongLoop – che con la sua piattaforma end-to-end offre gli strumenti per sviluppare API Node.js e che rappresenta un valore aggiunto fondamentale per la crescita dell’offerta Ibm anche secondo Forrester – e all’integrazione di API Connect con la piattaforma Paas IBM Bluemix Cloud.

Tra gli aspetti a cui invece prestare attenzione, per Gartner vi è l’integrazione del software di API management con altre offerte IBM, per certi aspetti ancora in corso, che può portare ad un aumento dei costi e della complessità sul piano dell’implementazione e IBM DataPower Gateway (una delle opzioni di API gateway di API Connect) che, sebbene disponibile in un’edizione virtuale, è un’offerta che, dice Gartner, per certi aspetti “mostra i suoi anni” (ad esempio, la maggior parte delle funzionalità è basata non su REST ma su XML).

Forrester evidenzia invece come forza di IBM la sua capacità di rafforzare l’offerta rendendo interoperabili e connesse le soluzioni di API management, Paas e di integrazione (la società di ricerca ricorda per esempio, oltre l’integrazione di API Connect con la piattaforma Paas IBM Bluemix Cloud, il nuovo API Microgateway che, inserito nella suite dei prodotti di integrazione, ha legato questi ultimi più strettamente all’API management).

APIgee

L’azienda è stata acquisita da Google nel novembre 2016; i report delle due società di ricerca, elaborati prima della formalizzazione dell’accordo, trattano APIgee dunque ancora come vendor di software di Api management indipendente, pur considerando la probabile acquisizione.

Secondo Gartner il vendor (con la piattaforma di API management APIgee Edge, disponibile sia on-premises che in cloud) ha tra i suoi punti di forza:

  • un’offerta in costante evoluzione; si pensi per esempio alla recente funzionalità “APIgee Sense” che protegge proattivamente le API da attacchi Bot;
  • il supporto che offre ai clienti la comunità degli altri utenti utilizzatori (tra cui architetti API e stakeholder aziendali) nell’ambito di conferenze dedicate e della APIgee Academy, che offre corsi gratuiti online.

Tra gli aspetti a cui invece prestare attenzione, per Gartner vi è l’acquisizione del vendor da parte di Google: gli impatti saranno certamente per vari aspetti positivi, ma potrebbero cambiare equilibri consolidati e finora efficaci in termini di strategia di prodotto e posizionamento dell’azienda sul mercato.

Forrester sottolinea invece come dato positivo di APIgee il modello di pricing e fatturazione estremamente flessibile che rende attraente la soluzione alle imprese che mirano a ottenere dalle API ricavi diretti [le soluzioni di API management possono infatti supportare la monetizzazione di dati e servizi esposti gestendo l’accesso a pagamento alle API e consentendo così alle aziende di utilizzare le API come nuova fonte di ricavi – ndr].

CA Technologies

Secondo Gartner il vendor (che propone la soluzione CA API Management, disponibile in versione cloud, on-premises o ibrida) ha tra i punti di forza:

  • un’offerta completa con solide funzionalità di protezione, API design , API management, supporto mobile;
  • una forte strategia di prodotto e una forza vendita apprezzata dai clienti e ben distribuita geograficamente.

CA Technologies può invece migliorare, secondo Gartner, nella capacità di innovare e reagire rapidamente alle nuove tendenze del mercato collegate all’ambito API (es. il vendor si è dimostrato abbastanza lento nell’impostazione di un HIP-Hybrid integration platform) e rimediando ad alcune funzionalità limitate segnalate dai clienti nel portale dello sviluppatore e legate alle fasi finali del Lifecycle API Management, quelle di versioning e retirement).

Forrester sottolinea come dati positivi l’efficacia sul piano della sicurezza degli API gateway proposti da CA Technologies, specialmente se combinati a CA Mobile App Services che estende le capacità di CA API Management e fornisce un ampio numero di funzionalità legate all’ambito mobile (es. device-to-back-end API authentication, device-level certificate management, single sign-on to multiple apps), e la possibilità di customizzazione del portale rivolto all’utilizzatore delle API.

Vendor di software di Api management Leader per Forrester o per Gartner

Akana

Leader per Forrester, inserito invece da Gartner nel quadrante dei visionari.

Con la soluzione API Management Platform Akana ha tra i punti di forza:

  • Un forte background nell’ambito della SOA governance, che dà solidità all’offerta in ambito API management per tutte le fasi dell’API lifecycle, e la capacità di supportare una vasta gamma di funzionalità in ambito API security (Gartner)
  • forte attenzione ad alcune industries quali Healthcare e Finance con soluzioni specifiche (Forrester)

Tra gli elementi di attenzione di questo software di Api management: l’API developer portal poco customizzabile (Gartner) e la ricchezza dell’offerta, positiva per le possibilità che offre alle aziende con strategie mature in ambito API, ma che rende la soluzione più complessa nell’utilizzo (Akana sta lavorando, per rimediare, sulla definizione di prodotti semplificati) (Forrester)

TIBCO Software

Leader per Gartner, inserito invece da Forrester nell’area “Strong Performers”.

Con la soluzione TIBCO Mashery Enterprise il vendor ha tra i punti di forza:

  • una soluzione completa che copre tutto l’API lifecycle e la capacità di capire l’API economy e di estrarre valore dai business trends a questa legati (Gartner)
  • la community degli utilizzatori: la soluzione di per sé offre funzionalità nella media, ma attraverso blog, forum e altri strumenti accessori l’azienda ha generato una efficace collaborazione tra gli API users, superando in questo molti competitor (Forrester)

Tra gli elementi di attenzione il fatto che il vendor, storicamente focalizzato sullo sviluppo delle tecnologie, potrebbe avere difficoltà in prospettiva a trattare con quelle figure del business che sempre più guidano le strategie digitali delle global enterprises, il target prediletto da Tibco (Gartner).

Red Hat

Leader per Gartner, inserito invece da Forrester nell’area “Strong Performers”.

Con la soluzione Red Hat 3scale (il nome deriva dall’acquisizione dell’omonima azienda nel 2016) il vendor ha tra i punti di forza:

  • la stessa acquisizione di 3scale che con la sua esperienza offre a Red Hat una forte capacità di comprendere il mercato delle API e le priorità degli utilizzatori delle soluzioni di API management (Gartner)
  • il modello di pricing flessibile e modellato in modo da favorire fortemente i fornitori di servizi API e l’efficacia delle funzionalità di sicurezza della soluzione, molto apprezzate dai clienti del vendor (Forrester)

Tra gli ambiti di miglioramento: l’attenzione di 3scale per le nuove tendenze del mercato ha sempre compensato la mancanza di processi di innovazione formalizzati. Poiché l’innovazione in questo mercato è essenziale, 3scale, ora che è immersa nella realtà molto più grande di Red Hat, dovrà consolidare e migliorare le sue capacità di innovazione (Gartner).

Axway

Leader per Gartner, inserito invece da Forrester nell’area “Strong Performers”.

Con la soluzione Axway API Management Plus, il vendor ha tra i punti di forza:

  • una strategia di acquisizioni riuscita: prima quella di Vordel (2012) poi quella di Appcelerator (2016) hanno contribuito fortemente all’arricchimento dell’offerta mettendo Axway nella condizione di puntare a quelle aziende che usano un approccio API-first nelle loro digital strategies (Gartner).
  • funzionalità di sicurezza molto apprezzate dai clienti ed efficacia delle soluzioni soprattutto per quanto riguarda la gestione delle API legate agli ecosistemi B2B (Forrester)

Tra gli ambiti di miglioramento, la lunga curva di apprendimento richiesta agli utenti per sfruttare appieno le possibilità dell’offerta e il ritmo lento dell’innovazione proposta da Axway che potrebbero rendere difficile tenere il passo con la velocità richiesta dalla messa in atto delle strategie digitali (Gartner).

Valentina Bucci
Giornalista

Giornalista pubblicista, per ZeroUno scrive dei cambiamenti che la digitalizzazione sta imponendo alle imprese sul piano tecnologico, organizzativo, culturale e segue in particolare i temi: Sicurezza Informatica, Smart Working, Collaboration, Big data, Iot. Master in Giornalismo e comunicazione istituzionale della scienza (Università di Ferrara), laurea specialistica in Culture Moderne Comparate (Università di Bergamo).

Argomenti trattati

Approfondimenti

A
Api
Vendor Overview
Le migliori soluzioni di API management secondo Gartner e Forrester

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 4