Il sito di Uniblue ora parla dieci lingue. | ZeroUno

Il sito di Uniblue ora parla dieci lingue.

pittogramma Zerouno

Il sito di Uniblue ora parla dieci lingue.

Ora che tutti i suoi software sono disponibili in più lingue, Uniblue lancia un sito internet multilingua per offrire informazioni e assistenza per tutti i prodotti e servizi.

24 Nov 2010

di

Uno dei principali fornitori di utility software per Pc, Uniblue, ha lanciato il suo sito web in diverse lingue in aggiunta alla versione originale in inglese. Uniblue.com è ora disponibile in tedesco, francese, italiano, spagnolo, olandese, svedese, danese, norvegese e giapponese.
Dal primo lancio nel 2003, Uniblue ha registrato una rapida crescita diventando rapidamente un player mondiale nel settore degli utility software: programmi di facile uso per massimizzare le prestazioni e la stabilità dei Pc consumer. Sempre più persone dipendono da e-mail, social network, chat per fare acquisti online, ottenere informazioni e scaricare file: la manutenzione è cruciale per evitare rallentamenti, crash e altri problemi.
Le utility software Uniblue comprendono RegistryBooster per la pulizia e l’ottimizzazione del registro di sistema; SpeedUpMyPC per ottimizzare le performace; DriverScanner per la manutenzione dei driver di sistema e PowerSuite che comprende le tre soluzioni in un’unica interfaccia; aiutano a mantenere i computer stabili e aggiornati, sostituendo il ruolo del tecnico informatico offrendo un’interfaccia di facile comprensione anche per utenti inesperti.
La localizzazione linguistica dei software ha portato ad una notevole crescita a livello globale, e ora con il lancio del sito internet multilingue i clienti possono ora trovare le risposte alle domande frequenti, informazioni sulla società e sui prodotti, in linea con
elevati livelli di assistenza.

Argomenti trattati

Approfondimenti

P
Pc
S
Social Network
U
Utility
Il sito di Uniblue ora parla dieci lingue.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 3