Blockchain e arte, ecco in cosa consiste il Certificato digitale delle opere

pittogramma Zerouno

News

Blockchain e arte, ecco in cosa consiste il Certificato digitale delle opere

La soluzione proposta da ArtID consente la creazione di una cartella che contiene tutta la documentazione su una particolare opera; tale cartella non è modificabile né nei suoi contenuti né per le informazioni relative alla data di creazione e aggiornamento

14 Apr 2020

di Redazione

Provare in ogni momento l’identità e l’autenticità delle opere d’arte grazie a un Certificato digitale per le opere d’arte. È possibile adottando la soluzione introdotta da ArtID, azienda internazionale che si occupa d’arte con sede in Svizzera. Una innovazione creata grazie all’utilizzo della blockchain, dell’intelligenza artificiale e delle immagini ad alta risoluzione.

Il Certificato Digitale contiene tutta la documentazione di ogni singola opera: foto in alta risoluzione, autentica dell’autore, documenti relativi all’eventuale archiviazione, evidenza delle mostre in cui l’opera è stata esposta, indicazioni di pubblicazioni rilevanti, estratti di pubblicazioni che contengono informazioni sull’opera. Le informazioni si possono estendere anche alla proprietà attuale e a quelle precedenti, al luogo dove è fisicamente custodita l’opera, prezzi, atti di cessione, dichiarazioni di vendita e perizia. La cartella “Zip”, firmata su blockchain, non è modificabile né nei suoi contenuti né per le informazioni relative alla data di creazione ed aggiornamento.

La certificazione e l’archiviazione, in pratica, rappresentano il presupposto per accedere a tutta la documentazione attraverso un archivio incorruttibile, condiviso e pubblico. Questo crea le condizioni per un nuovo mercato dell’arte più aperto, trasparente e liquido. Il Certificato Digitale agevola la due diligence necessaria nella fase di acquisto di un’opera d’arte, le opere che ne sono dotate sono facilmente inventariabili ed una collezione di opere certificate è sempre aggiornata.

WHITEPAPER
Blockchain nel settore energetico: quali opportunità per lo scambio di energia P2P?
Blockchain
Utility/Energy

Il Certificato Digitale rappresenta lo strumento utile laddove si debbano dare informazioni in operazioni di import, export, sdoganamento e nelle successioni. Valorizza enormemente l’opera, facilita il processo di scambio delle informazioni e dà accesso alla visibilità dovuta grazie alla possibilità di pubblicarla sul Marketplace di ArtiID e/o su altre piattaforme.

Grazie al servizio di ArtID è possibile accedere alle informazioni mediante il QR code (disponibile in area riservata), utilizzando il link alla documentazione (disponibile sempre in area riservata) oppure in prossimità dell’opera utilizzando il collegamento bluetooth.

R

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in un portale, www.zerounoweb.it, una linea di incontri con gli utenti e numerose altre iniziative orientate a creare un proficuo matching tra domanda e offerta.

Blockchain e arte, ecco in cosa consiste il Certificato digitale delle opere

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 4