Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Soluzioni cloud per le aziende, ecco l’offerta self service di Avantune

pittogramma Zerouno

Attualità

Soluzioni cloud per le aziende, ecco l’offerta self service di Avantune

23 Mag 2017

di Cristina Mazzani

L’azienda, con sede centrale a Toronto e attualmente attiva anche in Stati Uniti, Messico e Italia, ha presentato le sue due business unit che fanno capo alla piattaforma di cloud management Powua e a Genialcloud, la suite di applicazioni per la gestione dei principali processi aziendali

MILANO – Avantune si presenta al mercato italiano e internazionale illustrando la propria strategia focalizzata sul cloud, ma più nello specifico sull’offerta di soluzioni selfservice.

“Abbiamo compiuto – ha spiegato Ermanno Bonifazi, founder & CEO di Avantune – un importante passo che rispecchia il percorso di crescita, rinnovamento e focalizzazione intrapreso dall’azienda che oggi si posiziona come produttore di soluzioni nel settore del cloud self service e delle piattaforme di self service cloud enterprise”. La società, nata dal rinnovamento e dalla internazionalizzazione di Solgeniakhela, è attiva su due fronti.

Pierfilippo Roggero, chief strategy officer di Avantune

In primo luogo, porta sul mercato la piattaforma Powua, per la gestione di ambienti cloud, realizzata con l’obiettivo di supportare le aziende nel migliorare la produttività utilizzando il cloud. Il primo target di questa offerta sono i cloud provider che con Powua hanno una console unica per gestire infrastrutture private, public e hybrid cloud, ma anche applicazioni e device IoT. “Siamo convinti però – ha aggiunto Pierfilippo Roggero, Chief Strategy Officer di Avantune – che anche le grandi organizzazioni, pensiamo alle banche, possano beneficiare dell’adozione di una piattaforma di cloud management come Powua che permette di gestire i servizi cloud adottati da diversi cloud provider e monitorarne l’utilizzo”.

L’altra divisione di business di Avantune è Genialcloud, di cui è protagonista Genialcloud Proj 10, la suite che offre ERP, CRM, SCM e HRM per la gestione delle principali funzioni di business. Tali applicazioni sono disponibili in cloud, attraverso la modalità self service, attivabili singolarmente a seconda che si abbia bisogno di una o più componenti, ma anche on premise. In Italia i servizi cloud sono fruibili attraverso il data center Avantune situato a Cagliari, in un campus tecnologico di oltre 15mila metri quadrati; nel resto del mondo sono invece erogati tramite una rete di data center (creata attraverso partnership con partner del calibro di Equinix, che ha una cinquantina di data center in Europa e 150 in tutto il mondo) e sono disponibili anche sui principali cloud provider quali Microsoft Azure e Amazon Web Services.

La suite di applicazioni Avantune è integrata con le principali piattaforme di collaborazione e con tutte le soluzioni di Genialcloud quali Genialcloud Analysis, la soluzione di business analytics, e Genialcloud Freedoc per la gestione documentale.

Giovanni Giancola, Ceo Emea di Avantune

“Avantune – ha dichiarato Giovanni Giancola, CEO Emea della società – ha chiuso il 2016 con un fatturato globale di 20 milioni di dollari; il piano per il prossimo quinquennio prevede una crescita che porterà l’azienda a 50 milioni; tale incremento sarà dovuto a un aumento complessivo in cui sarà determinante oltre al contributo del Nord America l’ingresso nel mercato australiano [attualmente l’azienda ha sede centrale in Canada a Toronto e opera in Italia, Stati Uniti e Messico, ndr]. “Nel 2016 vi è stato un incremento degli investimenti da parte dell’azienda pari a 3 milioni di euro, oltre che in infrastrutture e comunicazione del brand, soprattutto in risorse umane. A quest’ultimo proposito, attualmente siamo 150 persone ma nel piano industriale si stima che entro il 2021 arriveremo a essere 250”.

Cristina Mazzani
Giornalista

Giornalista dal 1996, si è sempre occupata di tematiche tecnologiche, scrivendo per riviste dedicate al mondo B2B e al canale di distribuzione Ict. In alcuni periodi ha affiancato a questa attività collaborazioni per quotidiani e testate attivi in altri settori. Dal 2013 lavora con ZeroUno.

Articolo 1 di 4