Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

La nuvola rosa di Microsoft traghetta le donne verso nuove competenze tecnologiche

pittogramma Zerouno

Eventi

La nuvola rosa di Microsoft traghetta le donne verso nuove competenze tecnologiche

05 Mag 2014

di Redazione Digital4

La seconda edizione dell’iniziativa organizzata con la collaborazione di Asus, Avanade, Intel e Telecom Italia ha permesso a oltre 700 ragazze di partecipare a 44 corsi di formazione tecnico scientifica. Tra i temi di maggior interesse il Digital Writing, il Cloud Computing e come si creano le App

Alla fine di aprile è andata in scena la seconda edizione de “La Nuvola Rosa”, l’iniziativa ideata da Microsoft Italia, insieme a 16 partner del mondo pubblico e privato, per sensibilizzare le giovani studentesse italiane sulla necessità di colmare il divario di genere nella scienza, nella tecnologia e nella ricerca.

Per questo evento Microsoft Italia ha collaborato con Asus, Avanade, Intel e Telecom Italia, punti di riferimento dell’innovazione ICT in Italia. Inoltre il progetto si è avvalso della knowledge partnership di McKinsey & Company e dell’associazione Valore D, impegnata nella valorizzazione del talento femminile.

«La Nuvola Rosa è nata per permettere alle ragazze di scoprire le possibilità offerte dagli strumenti e dalle competenze tecnologiche, spesso sottovalutati. Sappiamo che nel 2015 queste competenze saranno richieste dal 95% delle posizioni lavorative: è quindi importante mettere tutte le giovani donne in condizione di possedere i requisiti necessari per scegliere il lavoro che desiderano, così da cominciare a eliminare da subito gli ostacoli che si frappongono alla loro piena realizzazione lavorativa», ha dichiarato Silvia Candiani, Direttore Marketing e Operations di Microsoft Italia.

Così durante la tre giorni dell’iniziativa, oltre 700 ragazze hanno avuto modo di partecipare a 44 corsi di formazione tecnico scientifica, divisi in 6 percorsi tematici. I maggiori consensi sono andati ai corsi di Digital Writing sulle nuove forme di comunicazione seguiti da più di 300 ragazze, ai corsi in lingua inglese “The Cloud Era” e “World of Data” – che hanno visto oltre 100 ragazze avvicinarsi alla tecnologia Cloud -, e ad “APPlichiamoci! Sviluppa la tua APP”, che ha permesso a più di 70 ragazze senza competenze specifiche di progettare e creare un’applicazione.

Inoltre nel corso dell’evento sono state premiate da Asus, Intel e Microsoft tre applicazioni nell’ambito del primo Pink Hackathon al femminile, che ha visto gruppi di giovani sviluppatrici cimentarsi nell’ideazione di un’App per risolvere in maniera creativa e tecnologica le sfide della vita quotidiana. Il primo premio è andato al team PINK-STORM per l’applicazione “Fridge Up” – sviluppata per windows phone –, che aiuta a tenere sempre sotto controllo le provviste alimentari nel frigo e consiglia come utilizzarle suggerendo la preparazione di alcune ricette. Al secondo posto si è classificato il team BIG FIVE con l’applicazione “Se fossi te”, una sorta di gioco sviluppato su Kinect che permette al proprio partner di mettersi nei panni dell’altro, mostrando quali criticità incontrano le donne nel conciliare lavoro e vita privata. Al terzo posto è arrivato il team YOU FIT con l’applicazione “Perfect Outfit”, pensata per Windows Phone, che aiuta le ragazze a decidere come vestirsi, suggerendo anche il miglior outfit secondo i gusti, l’umore e l’occasione.

Redazione Digital4