Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Hybrid Cloud e intelligenza artificiale, così IBM promuove la digital transformation nelle aziende

pittogramma Zerouno

News

Hybrid Cloud e intelligenza artificiale, così IBM promuove la digital transformation nelle aziende

Ecco alcuni esempi di adozione della tecnologia IBM Cloud e Watson nelle organizzazioni internazionali. Tra le partnership strette da Big Blue per portare innovazione nelle aziende italiane si consolida quella con Confindustria

15 Mag 2019

di Redazione

Confermata la partnership decennale tra Confindustria e IBM all’insegna della innovazione dei processi aziendali. La principale organizzazione rappresentativa delle imprese italiane ha infatti portato sul cloud tutte le applicazioni critiche al fine di aumentare scalabilità, flessibilità e sicurezza dei dati.
Ciò significa promuovere un percorso evolutivo orientato allo sviluppo di innovativi servizi per le organizzazioni associate. Si è partiti con un nuovo portale web interattivo, ottimizzato per il mobile, che mette a disposizione una navigazione avanzata, menu personalizzati e un’integrazione con i social media. La scelta dell’adozione del cloud di IBM è stata spiegata con la capacità di fornire un’infrastruttura sicura e scalabile, in grado di far fronte alla crescita delle applicazioni man mano che Confindustria implementerà la messa in campo di nuovi servizi.
Più nello specifico, particolare attenzione è stata data al rafforzamento degli aspetti di comunicazione e di condivisione delle informazioni con le aziende associate. La riprogettazione del sito web di Confindustria ha fatto sì infatti che la navigazione risulti ora semplificata con una personalizzazione dei contenuti per tipologia di utente. Questo migliorerà gli aspetti relazionali del portale, la visualizzazione delle newsletter e dei contenuti dei blog a tutto vantaggio della collaborazione e dell’impegno in ambito social. E, naturalmente, la user experience complessiva ne risulta incrementata.

Confindustria si è anche affidata ai servizi di IBM Security Servizi per migliorare l’aspetto della protezione. La soluzione IBM QRadar, in particolare, rileverà i tentativi di frode e le minacce tracciando e collegando gli eventi per offrire una risposta immediata.
In fatto di resilienza, infine, l’Associazione ha scelto di avvalersi di un servizio IBM di Disaster Recovery garantito sempre su IBM Cloud.
“Con la scelta di un partner come IBM – ha dichiarato Vincenzo Boccia, presidente di Confindustria – la nostra organizzazione ha imboccato con convinzione la strada del potenziamento tecnologico dei suoi strumenti di comunicazione e, in particolare, del sito web che oggi si presenta facile da
usare e aderente alle necessità sia degli utenti esterni che degli associati. La trasformazione digitale è oggi diventata un imperativo categorico non solo per le imprese ma anche per chi le rappresenta nella convinzione che una comunità debba nutrirsi della condivisione di contenuti e della loro diffusione come la nuova infrastruttura agilmente consente. Allo stesso modo l’accordo con IBM consente di migliorare l’erogazione di servizi e di accrescere la sicurezza e la protezione dei dati. Due esigenze strettamente
connesse con l’esigenza di affidabilità che l’opzione digitale richiede per eliminare possibili criticità dall’uso della piattaforma.”
“L’applicazione delle tecnologie esponenziali oggi disponibili – questa l’opinione di Enrico Cereda, presidente e amministratore delegato di IBM Italia – rende più efficiente il rapporto tra le imprese, la PA e i cittadini con effetti che possiamo definire sistemici. Anche per questo Confindustria ha individuato nell’Hybrid Cloud la piattaforma con cui prepararsi al cambiamento, facendo leva su applicazioni, processi e infrastrutture che abbattono la complessità e aiutare a estrarre valore dai dati. La scelta di Confindustria simboleggia la capacità di saper guardare
verso il futuro sostenendo la modernizzazione del Paese”.

IBM hybrid cloud e AI, ecco alcune organizzazioni internazionali che hanno scelto queste tecnologie

Sono molteplici le realtà internazionali che hanno stretto partnership con IBM per la propria digital transformation. Si tratta di organizzazioni appartenenti a vari settori ma che hanno il medesimo obiettivo, come ricordato da Ginni Rometty in occasione della sua recente partecipazione a Parigi all’evento Viva Technology, di accelerare sul rinnovamento dei propri processi.
In particolare, si possono sottolineare alcuni importanti esempi, accanto proprio a quello di Confindustria.
KRUS (Agricultural Social Insurance Fund), il fondo polacco, ha comunicato di aver adottato IBM Cloud per modernizzare la sua piattoforma di e-learning creata per diffondere programmi educativi sulla sicurezza sul lavoro in modo più efficace rispetto ai metodi tradizionali.
Endesa, la società spagnola attiva nel comparto energetico, utilizza il cloud IBM e IBM Watson per offrire servizi personalizzati ai clienti e rendere più efficace in generale l’attività del call center e quindi aumentare la soddisfazione del cliente finale. L’assistente virtuale che è stato configurato gestisce attualmente 40mila chiamate al mese, un numero che a breve raggiungerà i 90mila.
P4A (Performance for assets) è la start up belga che fornisce agli attori operanti nel mondo dei parchi eolici l’assistente virtuale ospitato su IBM Cloud. Più nello specifico, P4A ha creato una soluzione completa per la manutenzione predittiva che utilizza la piattaforma IoT IBM Watson per raccogliere ed elaborare i dati rilevati dai sensori per individuare eventuali problemi e permettere di provvedere in tempi rapidi all’intervento.
Il Centro ceco per la neuroriabilitazione Ergo Aktiv ha sviluppato l’assistente virtuale “Andelin” che aiuta i pazienti che hanno avuto un ictus a ritornare alla loro vita normale. Basato su IBM Cloud e IBM Watson, esso è disponibile 24 ore al giorno per i malati e le loro famiglie, perfettamente addestrato è capace di rispondere anche a domande emotive in modo da rappresentare un valido supporto in situazioni così delicate.

R

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in un portale, www.zerounoweb.it, una linea di incontri con gli utenti e numerose altre iniziative orientate a creare un proficuo matching tra domanda e offerta.

Argomenti trattati

Approfondimenti

I
Intelligenza Artificiale
Hybrid Cloud e intelligenza artificiale, così IBM promuove la digital transformation nelle aziende

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 4