Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Amazon punta alle videoconferenze in alta definizione con AWS Chime

pittogramma Zerouno

Servizi cloud

Amazon punta alle videoconferenze in alta definizione con AWS Chime

16 Feb 2017

di La redazione

La società di Jeff Bezos amplia il menu degli Amazon Web Services con un nuovo servizio di unified communication in tempo reale pensato per l’utenza aziendale e l’utilizzo in mobilità

Amazon amplia il ventaglio d’offerta dei suoi Amazon Web Services (AWS) con Amazon Chime. Si tratta di un servizio di Unified Communication di fascia aziendale che permette di trasformare le riunioni virtuali in un’esperienza semplice ed efficiente.

Tutte le aziende sono alla ricerca di nuovi modi per migliorare la collaborazione all’interno dei team distribuiti e tra i manager senza pesare sul bilancio dell’organizzazione come, invece, avveniva tradizionalmente con trasferte e viaggi di lavoro. Grazie ad Amazon Chime sarà possibile organizzare o partecipare a call conference e video conferenze con la garanzia dell’alta qualità video e audio (finora assicurata solo dall’uso di soluzioni di videoconferenza on premise). Sarà anche possibile utilizzare chat e condividere contenuti in modo seamless e fluido su desktop, notebook, tablet e smartphone a cuore iOS e Android.

Amazon Chime sfrutta la cancellazione del rumore a banda larga per offrire un audio cristallino, mentre le immagini nitide in alta definizione (HD) rendono più naturale la conversazione a distanza, tanto che ai partecipanti sembrerà di trovarsi praticamente nella stessa stanza. Inoltre, Amazon Chime assicura video di livello perfetto su ogni dispositivo e su moltissimi sistemi di videoconferenza senza la necessità di alcun aggiornamento periodico.

Invece di imporre ai partecipanti di inserire PIN complicati e difficili da ricordare, Amazon Chime chiama ciascun utente quando è il momento di collegarsi e permette di accedere al meeting con un singolo click. Per chi è in ritardo, invece, c’è a disposizione un tasto che avverte automaticamente gli altri partecipanti. Amazon Chime offre una lista dei partecipanti che permette di verificare chi è entrato nel meeting, chi è in ritardo e chi non può essere presente. Permette, inoltre, di identificare chi sta parlando e, in caso, chi sta generando eventuali rumori di fondo, consentendo a uno qualsiasi tra i partecipanti di metterlo in modalità “mute”.

Il sistema è pensato per essere utilizzato in mobilità. Grazie alle App per Android, iOS, Mac e Windows, Amazon Chime sincronizza i meeting e le chat sui diversi dispositivi. Gli utenti posso partecipare alle riunioni da qualsiasi dispositivo e passare da un device all’altro anche nel mezzo della riunione. Durante una riunione, i partecipanti possono condividere le proprie schermate in modo istantaneo – senza l’intermediazione dell’organizzatore – o passare a un’altra applicazione. Per le collaborazioni più continuative, invece, il servizio offre chat room che permettono agli utenti di lavorare insieme, archiviando al contempo lo storico delle conversazioni e i file condivisi per riferimenti successivi.

«È piuttosto raro trovare persone che ritengono intuitive le tecnologie di videoconferenza attuali – ha spiegato Gene Farrell, Vice President Enterprise Applications di AWS –. La maggior parte delle applicazioni di gestione dei video meeting è difficile da utilizzare e si caratterizza per la scarsa qualità di audio e video. Inoltre, si richiede agli utenti di switchare costantemente tra diversi software e queste applicazioni sono decisamente costose da acquistare e mantenere aggiornate. Amazon Chime assicura, invece, una produttività svincolata dal luogo fisico senza alcun costo di manutenzione o aggiornamento».

Tra i clienti che utilizzano già, in fase pilota, Amazon Chime, anche la casa di moda statunitense Brooks Brothers, il cui IT Director, Phillip Miller, ha testimoniato come l’adozione della soluzione in poche settimane abbia già superato il 90% del personale interno senza che peraltro sia stato attivato alcun supporto in termini di formazione. «In passato dovevamo spingere l’adozione degli strumenti di videoconferenza in modo attivo, con sessioni di training, oggi invece i nostri dipendenti e manager hanno a disposizione un solo software per tutti i loro device. L’intuitività del servizio ci ha convinto da subito, tanto che oggi stiamo pensando di sostituirlo a tutti gli strumenti legacy in uso in precedenza».

Amazon Chime sarà disponibile in tre versioni. La Basic Edition è disponibile gratuitamente per gli utenti AWS e permette di effettuare chiamate audio/video con altre persone e utilizzare le funzionalità di chat e messaggistica. La Plus Edition aggiunge le funzionalità di gestione degli utenti – come la capacità di gestire i domini di posta elettronica, disabilitare account o configurare Active Directory – e permette di avere a disposizione 1 GB di spazio/utente per i messaggi della casella vocale, il tutto al prezzo di 2,5 dollari al mese per ciascun utente. La Pro Edition, infine, al costo mensile di 15 dollari per ciascun utente assicura funzionalità di organizzazione dei meeting, condivisione delle schermate e dei video fino al numero massimo di 100 utenti, supporto VoIP illimitato e in-room video.

La disponibilità generale di Chime è prevista per la seconda metà del 2017.

La redazione

Articolo 1 di 5