Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Un tavolo per coordinare in un solo tocco tutte le funzioni dei centri d’emergenza

pittogramma Zerouno

Digital360 Awards

Un tavolo per coordinare in un solo tocco tutte le funzioni dei centri d’emergenza

09 Nov 2016

di Valentina Bucci

Tecnologia touch screen per coordinare digitalmente tutte le funzioni manageriali durante le fasi di crisi dall’interno di un centro d’emergenza

The Tavolo, la soluzione presentata da Anyt1me (software house con competenze nei campi Innovation and Technological Products, Digital and Mobile Marketing e Web and Mobile Development) e vincitore del Premio Speciale Startup dell’edizione 2016 dei Digital360 Awards, è uno strumento pensato per ridefinire in chiave digitale i processi che caratterizzano la gestione delle emergenze: “Il settore dell’emergenza – dice Marco Regazzo, Ceo, Anyt1me – che coinvolge ospedali, Vigili del Fuoco, Polizia e tutte le organizzazioni che hanno a che fare con il mondo della sicurezza di una città, è un settore particolare e delicato”: come dice il manager, uno sbaglio si paga in vite umane ed è dunque necessaria la massima precisione e velocità.

Marco Regazzo, Ceo, Anyt1me

In che modo avviene oggi nelle centrali operative di emergenza la gestione di un evento? “I sistemi che servono per supportare il lavoro dell’operatore che riceve la segnalazione sono pensati per rispondere a una semplice domanda: qual è il mezzo più idoneo e più vicino che possa recarsi nel posto dove sta succedendo qualcosa?” dice Regazzo, che quindi prosegue entrando nel merito: “Le soluzioni oggi in uso sono software gestionali che propongono all’operatore in una colonna la lista degli eventi che stanno succedendo, di fianco quella dei mezzi disponibili che possono intervenire più rapidamente sul posto”: all’operatore non resta che agganciare agli eventi i mezzi suggeriti. Un sistema efficace per svolgere una funzione specifica, legata a una singola azione mirata, ma molto meno per i manager dei Vigili del Fuoco, della Protezione Civile, della Polizia ecc. che, nelle rispettive centrali operative, hanno il compito di amministrare un intero territorio e l’insieme degli incidenti che vi avvengono coordinando emergenze complesse che richiedono un intervento combinato (per esempio in caso di terremoto dove serve un’azione congiunta di Polizia, Protezione Civile, Vigili del Fuoco ecc.): “I manager – spiega Regazzo – non devono gestire solo il singolo evento, ma ottimizzare il contesto, garantendo la sicurezza di una intera città o addirittura di una provincia o una regione”; a queste figure i software in uso sono di poco aiuto e il loro lavoro segue ancora processi tradizionali: “I manager sono abituati a prendere delle mappe cartacee della città, affiancarle a mappe specifiche (dove sono segnalati fognature, idranti e altri elementi rilevanti), metterle su di un tavolo e cominciare a disegnare con matita e penna dove stanno succedendo degli incidenti [per poter distribuire e gestire in modo strategico le risorse disponibili sul territorio di pertinenza – ndr]”. Ciò che Anyt1me si è proposta di fare è stato rendere digitale questo processo: “Non abbiamo stravolto il modo di lavorare dei manager: abbiamo digitalizzato quegli stessi flussi lavorativi proponendo – su un Tavolo dotato di un ampio schermo touch screen (figura a fianco) – un’unica mappa della città che raccoglie tutti i dati provenienti dai vari sistemi informatici legati all’emergenza e segnala dove sono ambulanze, camion dei Vigili del Fuoco e macchine della Polizia [e chiaramente elementi utili come la posizione degli idranti e delle fognature – ndr]”. È anche possibile, ad agevolare ulteriormente i lavori, integrare più Tavoli perché manager in sedi diverse riescano a lavorare sulla medesima mappa.

Controllo sul territorio e velocità d’intervento

La soluzione tecnologica di Anyt1me

Per i manager deputati alla gestione delle emergenze, l’adozione di The Tavolo offre quindi un drastico miglioramento della capacità di visione complessiva sul territorio e di conseguenza delle capacità di coordinare le operazioni di intervento. La mappa è strutturata con vari layer di lavoro che consentono di visualizzare le diverse tipologie di risorse (ambulanze, macchine della Polizia, camion dei Vigili del Fuoco ecc.): “Il manager può sapere esattamente in quali luoghi della città sono gli eventi che deve seguire, dove si trovano i mezzi per le emergenze e dove stanno andando”; migliora di conseguenza anche la velocità con cui di fatto si realizzano gli interventi a tutto vantaggio dei cittadini. Il telefono (sistema Voip) integrato nella struttura, sfruttabile in primis per contattare i mezzi sul territorio, offre un ulteriore canale di interazione con gli attori coinvolti. A riprova del valore della soluzione vi è la diffusione che sta avendo sul mercato, in particolare attraverso la collaborazione che si è instaurata tra Anyt1me e Beta 80, azienda che in Italia e all’estero offre supporto alle centrali operative di emergenza attraverso l’implementazione di Emma, software gestionale proprietario dedicato a questo segmento: “Beta 80 aveva bisogno di un prodotto disruptive, fortemente innovativo che potesse farli conoscere maggiormente anche all’estero oltre che in Italia; in The Tavolo hanno visto questa possibilità”, dice il manager, che quindi spiega come sia stato chiesto a Anyt1me di aiutare l’azienda a programmare l’hardware e collegarlo a Emma, che rappresenta quindi la fonte dei dati che alimentano la soluzione [ma ricordiamo che The Tavolo può essere agganciato anche ad altri sistemi gestionali competitor del settore – ndr]” . La soluzione è dunque entrata a far parte dell’offerta della BU Emergency & Crisis Management di Beta 80 con risultati significativi: “The Tavolo vede già installazioni in Usa, Malesia e Brasile e presto sarà adottato anche in 5 province italiane”, spiega Regazzo.

Digitalizzazione di un processo tipicamente analogico

La principale innovazione di The Tavolo consiste nell’aver trasformato una delicata procedura svolta soprattutto in modo analogico in una modalità d’esecuzione digitale, velocizzando l’intero processo e accentrando in un unico strumento tutti i flussi lavorativi (che possono essere svolti simultaneamente da più manager radunati attorno a uno stesso tavolo digitale: lo schermo touch screen è in grado di gestire 50 interazioni simultanee). Anche il design dell’hardware, interamente realizzato in Italia e personalizzabile, è un elemento distintivo nel mercato dei prodotti similari.

Presentato da Anyt1me

Implementato presso Beta 80

Per vedere tutti i dettagli del progetto vai sul sito Digital360 Awards

Valentina Bucci
Giornalista

Giornalista pubblicista, per ZeroUno scrive dei cambiamenti che la digitalizzazione sta imponendo alle imprese sul piano tecnologico, organizzativo, culturale e segue in particolare i temi: Sicurezza Informatica, Smart Working, Collaboration, Big data, Iot. Master in Giornalismo e comunicazione istituzionale della scienza (Università di Ferrara), laurea specialistica in Culture Moderne Comparate (Università di Bergamo).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link

Articolo 1 di 2