Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

The Energy Audit – Trasformare i Big Data in conoscenza: il caso dei dati energetici della GDO

pittogramma Zerouno

The Energy Audit – Trasformare i Big Data in conoscenza: il caso dei dati energetici della GDO

20 Set 2016

di Alessandra Zamarra

Costruzione di modelli predittivi a partire da dati univoci per intercettare sprechi e malfunzionamenti dal punto di vista energetico; predire rotture degli asset e suggerire azioni di miglioramento degli indici prestazionali: la piattaforma adottata da Centrale Adriatica consente, oltre al saving sui consumi energetici, una riduzione dei costi di manutenzione


La problematica

Centrale Adriatica, società che gestisce gli acquisti, il marketing e la logistica per 416 supermercati del gruppo Coop Alleanza, aveva la necessità di controllare i consumi energetici dei propri magazzini del freddo, oltre che le performance manutentive e in generale il total cost of ownership dei propri asset.

Il progetto e la soluzione tecnologica

Energy Data Scientist: asset, dati e servizi

La soluzione adottata, scelta dopo una selezione di mercato, per costruire modelli predittivi che consentissero di formulare decisioni strutturate e consapevoli a partire dalla notevole quantità di dati a disposizione di Centrale Adriatica, è costituita dai moduli di Monitoring&Targeting, Budget Control, Bill Verification e Power Production della piattaforma The Energy Management (Tem) proposta da The Energy Audit.

Pur potendo optare per una soluzione Saas, l’azienda ha preferito l’installazione in un server di proprietà.

Il software adotta un’architettura completamente web-based e multisito che consente agli utenti di accedere al sistema ovunque si trovino (anche in mobility), con viste diverse in funzione dell’abilitazione concessa. Agnostica dal punto di vista hardware, Tem è stata interfacciata sia con misuratori e sensori per acquisire direttamente e automaticamente le misure (consumi, potenze, energy driver, temperature) sia con altri sistemi già presenti in azienda per lo scambio di dati, consentendo così la big data analysis su tutti i dati a disposizione dell’azienda.

Il progetto è stato sviluppato in poco più di due mesi ed è costato 52.000 euro omnicomprensivi di licenze, implementazione, consulenza per la creazione dei modelli energetici e formazione dei tecnici per la creazione e messa in controllo di ulteriori modelli, rendendo Centrale Adriatica completamente autonoma nella conduzione del progetto.

Il primo step ha riguardato la raccolta dei consumi energetici di ogni sito, seguito dalla creazione di due tipi di modelli energetici: di predizione e di controllo, per intercettare anomalie nei consumi. La terza fase si è concentrata sul settaggio delle allerte e degli allarmi oltre che sulla formazione agli operatori. Il software è configurato per inviare a mezzo email un report settimanale.

I benefici

Nel primo anno di utilizzo del sistema, il saving sui consumi è stato superiore a 69.000 euro, a cui si aggiunge una riduzione dei costi di manutenzione del 9% annuo.

Inoltre, Centrale Adriatica è ora in grado di stimare i consumi in fase di budget e prevedere il consumo energetico specifico al variare degli energy driver, creare un budget energetico accurato in soli tre o quattro giorni, contrariamente alle tre o quattro settimane impiegate precedentemente, controllare l’operato dei fornitori di manutenzione da remoto verificando i lavori eseguiti in termini di impatto sul modello atteso di consumo, decidere su base quantitativa l’opportunità economica di un intervento.

Gli elementi innovativi distintivi

L’innovazione proposta risiede nel considerare la gestione dell’energia non solo come opportunità di riduzione costi, ma anche come miglioramento continuo delle performance manutentive, tecniche ed economiche dell’impianto. Futuri sviluppi del progetto dovrebbero riguardare l’estensione a tutta la rete dei punti vendita.

Presentato da The Energy Audit

Implementato presso Centrale Adriatica

Per vedere tutti i dettagli del progetto vai sul sito Digital360 Awards

Alessandra Zamarra
Giornalista

Giornalista professionista con un’esperienza ventennale nel campo dell’Ict e della tecnologia aziendale applicata al business, Alessandra Zamarra collabora per le diverse testate del Gruppo Digital360, in particolare con ZeroUno. Da anni dedita a dar voce alle opinioni e alla strategia dei manager dei sistemi informativi, Alessandra coordina e moderare numerosi eventi, convegni, tavole rotonde e webinar rivolti agli utenti finali di informatica, con cui ha costantemente contatti per interviste e approfondimenti tematici.

The Energy Audit – Trasformare i Big Data in conoscenza: il caso dei dati energetici della GDO

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 2