Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

RispondiPA: linea diretta con la PA

pittogramma Zerouno

RispondiPA: linea diretta con la PA

18 Mar 2015

di Redazione

L’iniziativa di Forum PA, lanciata in occasione del passaggio alla eFattura, apre la strada alla condivisione di conoscenze tacite ed esplicite, esperienze e competenze esistenti nell’universo della PA istituendo un canale di collaborazione tra PA, imprese e cittadini

Gianni Dominici, Direttore Generale di Forum PA

“La nostra PA ha bisogno di strumenti che aiutino a governare il cambiamento in atto in un’ottica di apertura e condivisione e RispondiPA fa proprio questo, ma lo fa mettendo finalmente il cittadino al centro del processo in quanto portatore non solo di bisogni, ma anche di competenze e di soluzioni che, inserite in un sistema di condivisione della conoscenza, portano ad un’ottimizzazione dei processi”, ha dichiarato Gianni Dominici, Direttore Generale di Forum PA lanciando RispondiPA, un portale di condivisione di esperienze, ma anche di confronto sulle criticità da affrontare, sui risultati ottenuti o su nuove iniziative di innovazione nella PA.
Siamo in un momento di profonda trasformazione della società e la Pubblica Amministrazione è chiamata ad essere tra i protagonisti di questo processo; la condivisione, la collaborazione, l’apertura alla partecipazione di imprese e cittadini al processo di modernizzazione rappresentano abilitatori importanti per consentire alla PA di assumere questo ruolo ed è con questo spirito che Forum PA lancia, in collaborazione con l’Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione della School of Management del Politecnico di Milano, il nuovo portale di Domande e Risposte dedicato al processo di modernizzazione della Pubblica Amministrazione, pensato espressamente per il personale pubblico e i fornitori della PA.
L’iniziativa prende il via in occasione della prossima scadenza del 31 marzo 2015 che segna il passaggio alla fatturazione elettronica per tutte le pubbliche amministrazioni locali e centrali: per quasi 37mila uffici di oltre 21mila amministrazioni e 2milioni di aziende sarà un passaggio cruciale che promette risparmi immediati fino a 1,5 miliardi l’anno e un deciso passo in avanti in termini di trasparenza, monitoraggio della spesa pubblica ed efficienza dei processi.
Dal punto di vista tecnico RispondiPA si configura come uno strumento social in cui ciascuno può, secondo i casi e gli argomenti, essere fornitore o utente di informazioni: si possono, infatti, fare domande, così come rispondere a quelle esistenti; si possono votare le più appropriate così come condividere le informazioni sui social media.
Sul tema lancio, la fatturazione elettronica, l’iniziativa in meno di una settimana dalla sua messa on line ha già all’attivo circa 100 risposte alle 80 domande postate da dipendenti pubblici, Pmi e professionisti.
Al tema della fatturazione elettronica nei prossimi mesi seguiranno altri argomenti come, per esempio, open data e cloud computing, ma saranno gli utenti stessi a scegliere gli argomenti "caldi" e a proporli alla comunità.
RispondiPA, basato sul modello Q&A, è in grado di produrre e alimentare la conoscenza condivisa grazie alla partecipazione motivata degli utenti stessi. La motivazione che spinge alla partecipazione discende sia dal principio di solidarietà tipico delle logiche crowdsource, sia da un principio utilitaristico basato sulla “crescita della propria reputazione”: le risposte date ai quesiti posti nella piattaforma, infatti, possono essere votate andando così ad incrementare la reputazione e la visibilità dei soggetti più attivi, affidabili e competenti.
 

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in rivista, portale www.zerounoweb.it e una linea di incontri con gli utenti.

Articolo 1 di 5