Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

La sostenibilità secondo Ecodom

pittogramma Zerouno

La sostenibilità secondo Ecodom

17 Giu 2009

di Riccardo Cervelli

Ecodom, consorzio di produttori finalizzato a ottemperare alle normative di riciclo Raee (Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche), ha rilasciato il suo primo Rapporto di Sostenibilità. Si tratta di un documento in cui l’istituzione, nata nel 2008, racconta “all’interno e all’esterno” (ovvero a tutti gli stakeholder), le scelte compiute, le iniziative concluse e i progetti in corso. Il documento, scaricabile dal Web (http://www.ecodom.it/documenti_pdf/rapporto_di_sostenibilita2008.pdf), è stato redatto in modo conforme agli standard Gri (Global Reporting Initiative). “Particolare attenzione – fa notare Piero Moscatelli, presidente Ecodom – è stata posta alla misurabilità dei risultati rispetto agli obiettivi, tramite gli indicatori di performance ambientale_ riduzione delle emissioni ozono-lesive e clima alteranti, quantità di materie prime seconde riciclate, risparmio energetico”.
Nel presentare il Rapporto Moscatelli ha sottolineato il senso di responsabilità che anima le aziende Ecodom e di cui il documento è testimonianza. “Competere “responsabilmente” – ha affermato il presidente del consorzio – significa crescere creando valore sostenibile, coniugando gli obiettivi di sviluppo economico con una prospettiva di sviluppo reale, che non prescinda dagli impatti  ambientali e sociali. La sostenibilità è il perimetro entro il quale compiere ogni nostra azione industriale e l’orizzonte verso il quale orientare ogni strategia. L’ambiente non è un contenitore che svuotiamo o riempiamo a nostro piacere ma un organismo che reagisce ai nostri interventi e alle nostre cure”.

Riccardo Cervelli
Giornalista

57 anni, giornalista freelance divulgatore tecnico-scientifico, nell’ambito dell’Ict tratta soprattutto di temi legati alle infrastrutture (server, storage, networking), ai sistemi operativi commerciali e open source, alla cybersecurity e alla Unified Communications and Collaboration e all’Internet of Things.

Articolo 1 di 5