Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

I managed services di Dimension Data per supportare la trasformazione digitale

pittogramma Zerouno

Attualità

I managed services di Dimension Data per supportare la trasformazione digitale

L’approccio e i managed services dell’entità del gruppo NTT per aiutare le aziende a ottenere sempre il meglio dalla IT classica, non limitandosi, allo stesso tempo, a inseguire un adattamento ai cambiamenti dello scenario digitale, ma sviluppando e implementando strategie originali ed efficaci di digital transformation

22 Mag 2019

di Riccardo Cervelli

I dipartimenti IT sono incalzati a dare il meglio di sé su due fronti: l’incremento continuo di efficienza e affidabilità delle tecnologie che supportano il business tradizionale, e la creazione di nuovi ambienti IT che favoriscono l’adozione di nuovi paradigmi della digital transformation.

Ce lo testimonia Devid Mapelli, Solutions & Marketing Director per Dimension Data Italia, la filiale italiana di una delle entità di NTT Global Holding, con esperienza trentennale nel mondo e ventennale in Europa. “Dimension Data – premette Mapelli – esplica la propria attività verso i clienti in due modi: come Global System Integrator, in grado di supportare nella system integration le aziende in tutto il mondo, e come Global Managed Services Provider, ossia fornendo servizi gestiti tramite una piattaforma centralizzata (Intelligent Center) integrata da servizi di prossimità (Intelligent Edge). In entrambi gli ambiti supportiamo sia le nostre soluzioni sia quelle di terze parti”.

Foto di Devid Mapelli
Devid Mapelli, Solutions & Marketing Director per Dimension Data Italia

Elaborazioni originali di trasformazione digitale

Per tornare al duplice commitment richiesto ai dipartimenti IT odierni, Mapelli ricorda che, “fino a qualche tempo fa, alle direzioni IT veniva richiesto soprattutto di garantire le maggiori performance e efficienze possibili da parte degli ambienti IT tradizionali: nel frattempo cresceva, all’interno di alcune aree aziendali, il fenomeno della ‘shadow IT’. Oggi, visto che l’obiettivo delle aziende non è più quello di adattarsi alle evoluzioni dello scenario digitale, ma quello di elaborare strategie di trasformazione digitale originali, ai dipartimenti IT viene richiesto di implementare anche all’interno dell’azienda metodologie che aumentano l’agilità e supporto all’innovazione richiesti per la digital transformation. Continuando, però, a garantire la massima efficienza dell’IT classica”.

I managed services di tipo “trasformativo” di Dimension Data

In questo contesto, Dimension Data ha accelerato lo sviluppo di servizi gestiti di tipo “trasformativo”. “Sempre di più – spiega Mapelli – siamo chiamati dalle aziende a tavoli in cui si definiscono le strategie digitali e i risultati (outcome) di business attesi. Oltre a questa attività di advisory, e spesso di vera e propria co-innovation, siamo quindi in grado di supportare anche la progettazione e l’implementazione degli ambienti IT innovativi, nonché la modernizzazione dell’IT classica. Per favorire entrambi gli obiettivi, abbiamo anche la possibilità di proporre l’utilizzo della nostra piattaforma centralizzata di managed services, abbinata ai servizi di prossimità (fra i quali il supporto in lingua locale, gli interventi onsite, le personalizzazioni) consentono di tagliare su misura il nostro contributo”.

Standardizzazione è una parola chiave. “Dimension Data propone building block collaudati: dai questionari utilizzati per analizzare le esigenze dei clienti, agli stessi servizi gestiti ‘trasformativi’, in quando concepiti per permettere una digital transformation evolutiva. Un processo che i clienti possono monitorare e governare in ogni momento con strumenti di analytics e visualization avanzati, sia per esaminare la situazione attuale (as is), sia per sviluppare le roadmap di innovazione (to be)”.

Riccardo Cervelli

Giornalista

Nato nel 1960, giornalista freelance divulgatore tecnico-scientifico, nell’ambito dell’Ict tratta soprattutto di temi legati alle infrastrutture (server, storage, networking), ai sistemi operativi commerciali e open source, alla cybersecurity e alla Unified Communications and Collaboration e all’Internet of Things.

Argomenti trattati

Approfondimenti

S
servizi digitali
S
Servizi It
S
System Integration
I managed services di Dimension Data per supportare la trasformazione digitale

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 4