Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Microsoft, laboratori di esperienza digitale

pittogramma Zerouno

Microsoft, laboratori di esperienza digitale

25 Mar 2014

di Cristina M. Palumbo

La tecnologia c’è e vi ruota attorno tantissimo interesse, eppure viene poco utilizzata. Da questa premessa nascono i vari impegni che realtà come Microsoft hanno intrapreso sul territorio per far sì che i vantaggi delle soluzioni tecnologiche siano toccati con mano dagli utenti finali. Tra questi l’iniziativa “Digitali per crescere” che ha raggiunto anche il capoluogo lombardo.

“Digitali per crescere – ha spiegato Carlo Purassanta, amministratore delegato di Microsoft Italia, in occasione dell’inaugurazione a Milano del Laboratorio di Esperienza Digitale (Led) – fa leva su un modello di collaborazione pubblico-privata che punta su due fronti prioritari per una vera ripresa economica, ovvero la crescita delle Pmi e l’occupazione dei giovani”.
Il progetto, che prevede di mettere a disposizione delle piccole e medie aziende e degli studenti strumenti concreti per accompagnarli verso le nuove tecnologie, è sostenuto dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e patrocinato dal Ministero dello Sviluppo economico; tra i partner strategici vanta in prima linea Unioncamere, le Università di numerose città italiane, Gruppo Poste Italiane, Unicredit; tra gli It provider Microsoft e Intel, ma anche Acer, Asus, Hp, Lenovo, Nokia, Panasonic, Sony, Toshiba e 27.000 operatori italiani, parte dell’ecosistema di partner Microsoft.

Inaugurazione del Led di Milano. Da sinistra:
Carlo Purassanta, Amministratore Delegato di Microsoft Italia
Giovanni Azzone, Rettore Politecnico di Milano
Enzo Torino, Deputy Regional Manager per la Lombardia Unicredit, Alfonso Fuggetta, Amministratore Delegato Cefriel

Oltre a quelli di Bari, Napoli e Torino, il Led di Milano, realizzato in collaborazione con il Politecnico di Milano e ospitato nel Cefriel, rappresenta un punto di erogazione di formazione gratuita per le Pmi, i professionisti e i giovani del territorio con un duplice focus: cloud computing e mobility. Nei prossimi mesi verranno aperti molteplici Led e sarà organizzato un ciclo itinerante di eventi di formazione nelle maggiori città del Paese.
“Spesso ho verificato sul campo – ha continuato Purassanta – che è difficile far parlare di tecnologie i responsabili delle linee di business all’interno delle società; abbiamo allora deciso, come ecosistema formato da tanti partner diversi, di congiungere le forze per essere il più efficaci e capillari possibile. Tutte le imprese che utilizzeranno i nostri centri diventeranno referenze, ossia casi di eccellenza che possono essere portati a testimonianza per gli altri. Ci aspettiamo un milione di aziende coinvolte, 300mila utenti unici sul portale, 10mila presenze, 5mila progetti da cui 100 referenze pubblicabili, tra un anno verificheremo i nostri risultati e faremo il bilancio dell’iniziativa. Siamo però certi che in questo modo promuoveremo anche la collaborazione tra aziende, oltre che tra il sistema delle imprese e quello universitario”.
“Vi è ancora un significativo problema – ha dichiarato Alfonso Fuggetta, amministratore delegato Cefriel – di immaturità della domanda; sentiamo forte il compito di aiutare gli utenti a esplorare le criticità che riguardano le proprie infrastrutture tecnologiche e a creare gli ambienti ideali per una fruizione matura dell’It”.
La correlazione tra innovazione e crescita è dimostrata da una nuova ricerca Microsoft-Boston Consulting Group che stima che negli ultimi anni le aziende italiane più tecnologiche sono cresciute in termini di fatturato e occupazione più di quelle a basso investimento tecnologico: +13% di fatturato (2010-2012) e +10% di posti di lavoro (2010-2013) è il delta tra le prime e le seconde.
Oltre ai luoghi fisici di incontro, le Pmi e gli studenti potranno accedere anche alla piattaforma digitale digitalipercrescere.it per interagire con gli esperti e i partner Microsoft e per usufruire di strumenti come il check-up digitale della propria impresa e la formazione virtuale.

Cristina M. Palumbo

Articolo 1 di 6