Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Lenovo, focus su Pmi, ma con un’offerta di livello enterprise

pittogramma Zerouno

Lenovo, focus su Pmi, ma con un’offerta di livello enterprise

17 Giu 2014

di Arianna Leonardi

Il vendor rafforza la strategia internazionale in ambito storage e server attraverso una divisione ad hoc, programmi per l’incentivazione del canale, la partnership con Emc
e un focus sul mercato Pmi. Ecco La vision e le novità di prodotto.

Fine gennaio 2014, Lenovo stupisce il mercato: l’acquisizione del comparto server x86 da Ibm. A marzo, i manager della società raccontano la vision strategica della divisione Servers & Storage (dal 1 aprile, con il nuovo anno fiscale, Enterprise Business Group), in cui si inserisce la mossa degli x86.
Come spiega Gianluca Degliesposti, Executive Director Servers & Storage per Europa, Middle East e Africa dell’azienda, da oltre un anno e mezzo la società sta investendo massicciamente nel settore enterprise con l’obiettivo di ampliare raggio di azione e brand awarness oltre i confini cinesi, nei mercati Usa ed Emea. Per questo è stata creata una business unit ad hoc, con team dedicati a sviluppo, vendita e alleanze (fondamentali nella strategia Lenovo le partnership con grandi player come Microsoft e VMware).

Gianluca Degliesposti, Executive Director Servers & Storage per Europa, Middle East e Africa di Lenovo

Attualmente, il target primario è stato individuato nelle piccole e medie imprese, non tanto per la tipologia di prodotti offerta (che Degliesposti sottolinea essere “di performance enterprise”), ma perché meglio si presta all’approccio praticamente 100% canale del vendor (in Emea le vendite indirette hanno rappresentato il 95% del fatturato 2013, mentre il business diretto deriva da accordi internazionali).
Da questi presupposti nasce il programma One Channel, con l’obiettivo di aumentare incentivi e benefici di cassa per i business partner, attraverso la semplificazione dei processi e iniziative premianti di tipo incrementale per le linee di prodotto server e storage. Una strategia vincente, secondo Giacomo Mosca, Storage Sales Specialist Lenovo Enterprise Business Group, per cui lo scorso anno, in Emea, il vendor ha aumentato i ricavi indiretti di 1,5 miliardi di euro e “ampliato la base di rivenditori del 16%, mentre in media il canale globale si è ridotto del 9% (fonte: Context)” .

Giacomo Mosca, Storage Sales Specialist Lenovo Enterprise Business Group

Altro pilastro della strategia enterprise della multinazionale è la partnership con Emc, datata 1 agosto 2012, da cui derivano gli ultimi annunci del vendor sul fronte storage, “un’offerta costruita sui criteri di standardizzazione (per evitare qualsiasi legacy), qualità (a livello di uptime, gestibilità, durata) e semplicità (end-to-end)” come dichiarato da Antonio Rolli, Server Sales Specialist della divisione Enterprise Business Group.

Antonio Rolli, Server Sales Specialist della divisione Enterprise Business Group di Lenovo

Le novità targate LenovoEmc si chiamano: px4-400r Network Storage, un Nas Server Class rackmount con 4 alloggiamenti, adatto ad aziende piccole e medie e realtà distribuite, e px4-400d Network Storage, un Nas desktop ad elevate prestazioni e con 4 alloggiamenti.
Ma i lanci recenti della divisione enterprise riguardano anche la famiglia ThinkServer, i rack server a due processori 1U RD340 e 2U RD440, il server tower TD340 e l’enclosure Das (Direct-Attached Storage) SA120 per l’installazione in rack, scalabile e modulare.
Le soluzioni della serie ThinkServer costituiscono una componente dell’architettura di riferimento Emc Vspex per l’implementazione di infrastrutture virtualizzate.

Arianna Leonardi

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link

Articolo 1 di 3