TECHTARGET

Blockchain As a Service: che cos’è e quali sono i fornitori da considerare

Blockchain fai da te o As a Service? L’evoluzione dei servizi in cloud evita di costruire un progetto blockchain da zero. Quali sono i vantaggi di rivolgersi a provider specializzati, che offrono in bundle l’infrastruttura, la rete e gli strumenti di sviluppo necessari?

Pubblicato il 21 Nov 2023

Blockchain As a Service: che cos’è e quali sono i fornitori da considerare

Blockchain As a Service (BaaS) come interessante e funzionale alternativa di gestione che trasforma la complessità infrastrutturale in un servizio on demand. Grazie alla maturazione del cloud computing e al fiorente mercato dei fornitori di Blockchain As a Service, le organizzazioni possono adottare questa tecnologia senza dover investire negli stack tecnologici di supporto.

Blockchain as a Service: che cos’è e come funziona

Numerosi settori hanno già dimostrato il valore dei servizi BaaS, compresi i servizi finanziari e le telecomunicazioni. Il BaaS è un tipo di servizio gestito da un fornitore specializzato che offre una blockchain gestita. Le aziende possono creare applicazioni su una rete blockchain senza preoccuparsi di hardware, protocolli e servizi diversificati.

Con la Blockchain As a Service le aziende possono accedere alle funzionalità blockchain come la sicurezza, la convalida delle transazioni e la registrazione immutabile dei dati, avvalendosi di un fornitore di servizi specializzato che si fa carico di tutta la gestione dell’infrastruttura necessaria. Questo approccio semplifica l’implementazione e l’adozione, consentendo alle aziende di concentrarsi sullo sviluppo di applicazioni e servizi senza dover affrontare le complessità tecniche e tecnologiche tipiche della blockchain.

BaaS: le sfide e le opportunità

Come sottolineano gli esperti, una delle maggiori sfide per l’adozione massiva della blockchain da parte delle imprese è una semplificazione gestionale della tecnologia, rendendola più facile da progettare ma anche più facile da acquistare. È qui che entrano in gioco gli specialisti della Blockchain As a Service. Il BaaS offre alle organizzazioni un percorso più rapido e meno complesso per sperimentare la blockchain, fornendo una piattaforma per creare ed eseguire applicazioni che agiscono su tutti i dati che fluiscono attraverso una catena del valore. Questo requisito è fondamentale affinché i partecipanti alla blockchain possano applicare l’analisi ai dati dell’intero ecosistema, piuttosto che solo ai propri dati, arricchendo e accelerando la loro curva di apprendimento.

Blockchain As a Service: il punto di vista di Gartner

Secondo il “Blockchain-Based Transformation” di Gartner, entro il 2026 la blockchain arriverà a movimentare 360 miliardi di dollari per traguardare i 3,1 trilioni di dollari entro il 2030.

«In modo analogo a quando le aziende SaaS hanno stimolato l’adozione del cloud negli ultimi dieci anni – spiega Avivah Litan, analista di Gartner – dare alle imprese la possibilità di lavorare con le tecnologie blockchain senza investimenti iniziali in infrastrutture significa che il mercato BaaS favorirà l’adozione della blockchain da parte delle imprese».

Nel suo “Hype Cycle for Blockchain and Web3, 2022”, Gartner conferma una crescita della Blockchain As a Service, con un hype che raggiungerà il picco tra due, massimo cinque anni e una nuova generazione di fornitori BaaS focalizzati sulle esigenze di scambio dati in settori specifici.

Blockchain-As-a-Service

Alla ricerca di nuove modalità di analisi

Come sottolineano gli analisti, la maggior parte delle aziende è attratta dall’idea di eseguire app di analisi su una blockchain. Per questo motivo vorrebbero che i fornitori garantissero un certo insieme di funzionalità principali, tra cui:

  • Gestione dell’architettura della piattaforma
  • Reti e infrastrutture modulari e preconfigurate
  • Gestione della larghezza di banda
  • Assegnazione delle risorse
  • Sicurezza dei dati
  • Strumenti per la creazione e il monitoraggio di app
  • Supporto per contratti intelligenti (accordi automatizzati incorporati nel codice blockchain)
  • Dashboard per visualizzare e analizzare il codice
  • Record di transazioni verificabili
  • Connessioni integrate ai servizi necessari
  • Servizi professionali

8 fornitori Baas da tenere a mente

Sebbene alcuni fornitori BaaS offrano i loro servizi da diversi anni, le aziende hanno aspettative molto alte. Dopotutto, stiamo ancora parlando di una tecnologia nascente e poche organizzazioni possiedono l’esperienza per creare app blockchain, tanto meno le blockchain stesse.

Gli osservatori fanno notare come sia molto difficile effettuare calcoli precisi del ROI per una tecnologia condivisa tra più organizzazioni, che a volte può fornire più valore a un’organizzazione rispetto a un’altra. Detto questo, la blockchain ha in sé un potenziale che le imprese non devono ignorare. Gli osservatori a chi intende sperimentare la Blockchain As a Service suggerisce di prendere in considerazione una serie di fornitori diversi.

1. IBM

Uno dei servizi blockchain più maturi sul mercato, la piattaforma IBM Blockchain è costruita sull’Hyperledger Fabric basato sulla comunità open source della Linux Foundation. L’offerta ha già all’attivo molti casi applicativi di successo nel supportare le blockchain. Ad esempio, la sua blockchain Food Trust sta apportando maggiore trasparenza alla catena di approvvigionamento alimentare e sta aiutando a trasformare la finanza commerciale con un un consorzio di 15 banche europee che collaborano sulla rete blockchain We.Trade.

2. Amazon Web Services (AWS)

Nell’ambito del cloud computing, AWS ha una competenza e un’offerta anche nell’ambito della Blockchain As a Service da non sottovalutare. Amazon Managed Blockchain è un servizio completamente gestito che supporta la creazione e la gestione di reti blockchain scalabili. Il suo database Quantum Ledger funge da registro delle transazioni centralizzato e verificabile. E a differenza di molti dei suoi concorrenti, ha opzioni per l’esecuzione su framework blockchain Hyperledger Fabric o Ethereum.

3. Oracle

Oracle offre due approcci BaaS. Il suo Blockchain Platform Cloud Service funziona come qualsiasi offerta SaaS tradizionale, con gli abbonati in grado di configurare rapidamente blockchain Hyperledger Fabric. In alternativa, Oracle offre una versione on-premise in cui distribuisce una blockchain preassemblata che viene eseguita come un’appliance software su hypervisor di virtualizzazione.

4. SAP

Ovunque si trovi Oracle, è probabile che SAP sia nelle vicinanze e la blockchain non fa eccezione. Il sito web dell’azienda non fa un ottimo lavoro nello spiegare chiaramente le opzioni blockchain di SAP. Tuttavia, l’azienda offre diversi prodotti basati su blockchain, tra cui la tracciabilità dei materiali di SAP Business Network; GreenToken per i dati sulla sostenibilità della catena di fornitura; App SAP Pharma Blockchain POC per resi di prescrizioni; e Blockchain Business Connector, che estende gli strumenti di integrazione di SAP per collegare i sistemi transazionali e analitici coinvolti nelle applicazioni blockchain.

5. Alibaba Cloud

Acquistare la tecnologia blockchain dalla Cina potrebbe sembrare un’eresia per alcune aziende americane, ma non è così in tanti altri Paesi che dalla Cina acquistano praticamente di tutto. Alibaba Cloud BaaS offre tutte le caratteristiche e le funzioni necessarie di un’offerta BaaS matura, con il maggior numero di brevetti primari e con un bonus: può essere eseguito su Hyperledger Fabric, AntChain o Quorum.

6. Hewlett Packard Enterprise (HPE)

Da quando è entrata nel mercato BaaS nel 2017, HPE si è concentrata sulle tecnologie di contabilità distribuita della blockchain di tipo mission-critical. In tal modo, HPE ha preso di mira gli ambienti che richiedono una tolleranza agli errori del 100% e afferma che il suo obiettivo è portare funzionalità di livello aziendale nei carichi di lavoro blockchain.

7. VMware

VMware Blockchain for Ethereum promette affidabilità, scalabilità, facilità di monitoraggio e gestione di livello aziendale come prossimo capitolo della saga blockchain. Ancora più importante, VMware nel settore BaaS ha dimostrato il suo valore nelle implementazioni nei servizi finanziari, nella catena di approvvigionamento e nell’assistenza sanitaria.

8. R3

Non è esattamente un nome familiare rispetto agli altri grandi fornitori di BaaS in questa lista, ma la piattaforma Corda BaaS di R3 ha catturato l’attenzione degli analisti. Il vendor sostiene che la sua tecnologia di registro distribuito sia diventata una scelta popolare per le aziende del settore dei servizi finanziari. R3 presenta Corda come un registro autorizzato, uno strumento di modellazione degli asset e un motore di instradamento dei flussi di lavoro combinati in un’unica piattaforma.

BaaS: un orizzonte tutto in divenire

Gli otto fornitori sopra descritti non rappresentano certamente l’intero mercato della Blockchain As a Service. Le organizzazioni possono rivolgersi ai framework stessi e sperimentare la creazione di blockchain su Hyperledger Fabric o Multichain. Allo stesso modo, possono provare giocatori più piccoli come Kaleido. Questa piattaforma BaaS full-stack supporta la gestione di blockchain che si estendono su più cloud. Un altro attore è Dragonchain, la cui architettura cloud serverless si concentra sulla protezione di risorse e dati aziendali vitali.

Anche i piccoli fornitori sono ben rappresentati tra i fornitori BaaS avanzati identificati da Gartner. Di seguito, alcuni casi applicativi segnalati dagli esperti:

  • Vendia, che gestisce una blockchain che BMW utilizza per scambiare dati con i fornitori di ricambi auto
  • SettleMint, una blockchain pilotata dal produttore di bevande AB InBev per fornire trasparenza e tracciabilità nella sua catena di approvvigionamento dell’orzo.
  • ll Vaticano utilizza ShelterZoom per tokenizzare i documenti archiviati per renderli accessibili online in modo sicuro
  • Un ospedale in Argentina utilizza la piattaforma per fornire ai pazienti la proprietà e il controllo sulle proprie cartelle cliniche

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 4