Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Il ruolo di Ibm Spectrum nell’high performance computing

pittogramma Zerouno

Il ruolo di Ibm Spectrum nell’high performance computing

08 Giu 2016

di Redazione

L’offerta di Ibm in ambito di Software-Defined Infrastructure con funzionalità cognitive si è arricchita con questa soluzione che è stata realizzata, in seguito alla collaborazione tra gli sviluppatori dell’azienda e i clienti, per consentire alle organizzazioni di estrarre efficacemente e velocemente valore dai dati

Rendere più veloci gli analytics ad alte prestazioni o le soluzioni di cognitive computing, è possibile con Ibm Spectrum Computing il nuovo software lanciato per essere applicato ai più svariati ambiti industriali per attività avanzate, per esempio per aiutare i ricercatori a sequenziare i genomi e migliorare il trattamento oncologico, così come gli ingegneri a progettare una  vettura di Formula Uno o le banche a personalizzare i servizi finanziari per attirare nuovi clienti e così via.

Questo software che – offrendo nuove policy di schedulazione cognitive che aiutano ad aumentare l’utilizzo delle risorse di calcolo esistenti, a controllare i costi accelerando i risultati per applicazioni di high performance computing e di analytics e per applicazioni di nuova generazione e framework open source (come Hadoop e Apache Spark), contribuisce al consolidamento dell’infrastruttura del data center e alla condivisione delle risorse tra ambienti in locale, cloud o ibridi – comprende tre nuovi prodotti. Si tratta di: Ibm Spectrum Conductor che funziona con applicazioni cloud e framework open source e accelera il conseguimento dei risultati consentendo alle applicazioni complesse di condividere le risorse, proteggendo e gestendo i dati per tutto il loro ciclo di vita; Ibm Spectrum Conductor with Spark che semplifica l’adozione di Apache Spark, un framework open source per l’analisi dei big data e Ibm Spectrum Lsf, un software completo di gestione dei carichi di lavoro, dotato di interfacce flessibili e facili da utilizzare, ideale per accelerare le attività di ricerca e progettazione, controllando contemporaneamente i costi attraverso una condivisione avanzata delle risorse.

Questo annuncio si va a collocare in un contesto di mercato, quello del Software-Defined Infrastructure (in cui è il software a provvedere alla gestione, al provisiong e all’automazione del data center indipendentemente dai componenti di calcolo, storage o rete) che, secondo le stime di Idc, toccherà i 51 miliardi di dollari entro il 2019, con una crescita a un tasso del 23,8% dal 2014 al 2019, il che lo rende il segmento in più rapida crescita del mercato dell’infrastruttura.

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in un portale, www.zerounoweb.it, una linea di incontri con gli utenti e numerose altre iniziative orientate a creare un proficuo matching tra domanda e offerta.

Argomenti trattati

Approfondimenti

A
Automazione
I
Intelligenza Artificiale
R
Rete
Il ruolo di Ibm Spectrum nell’high performance computing

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 4