Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Security software: +8% nell 2009 secondo Gartner

pittogramma Zerouno

Security software: +8% nell 2009 secondo Gartner

29 Set 2009

di Riccardo Cervelli

Secondo Gartner, il mercato mondiale del software per la sicurezza regge meglio di altri alle difficoltà dell’economia. Tra le diverse tipologie di prodotti, la parte del leone la fanno ancora i pacchetti per l’utenza domestica. Cresce più della media, però, il mercato enterprise

Il mercato mondiale del software per la sicurezza raggiungerà un fatturato di 14,5 miliardi di dollari nel 2009. La afferma la società di analisi Gartner, che prevede quindi una crescita del giro d’affari dell’8% rispetto all’anno precedente. Anche questo settore ha quindi risentito della crisi, se si considera che nel 2008 l’aumento del fatturato sul 2007 è stato del 19%. Per il 2010, invece, Gartner prevede il ritorno a una crescita a due cifre, pari al 13%, fino a raggiungere quota 16,3 miliardi di dollari.
Solo in Europa, nel 2009 Gartner prevede vendite di software per la security per un controvalore di 3,2 miliardi di euro, pari a un incremento anno su anno del 7%. Secondo Ruggero Contu, principal research analyst della società di analisi, “nonostante l’impatto della crisi economica ci sia stato, nel 2009 la crescita del mercato del software per la sicurezza è rimasto solido poiché quella della security continua a rimanere una delle aree più critiche e sulle quali le aziende sono meno disposte a effettuare tagli di investimento”. Nel medio termine, prevede l’analista di Gartner, le aree di questo mercato che offriranno le maggiori opportunità di business saranno quello del SaaS (Software as a Service), delle soluzioni basate su appliance e su quelle rivolte specificatamente alle piccole e medie imprese.
Anche nel 2009 il segmento di mercato di maggiori dimensioni resta quello della sicurezza consumer. Con una spesa di 3,6 milioni di dollari, in crescita del 4% sull’anno precedente, le vendite di suite per i privati garantiscono il 25% dei ricavi dei produttori di sicurezza. I rimanenti 10,9 miliardi provengono dall’offerta di diverse tipologie di prodotti e servizi rivolte al mercato enterprise. Un mercato che cresce del 9%, leggermente sopra la media.

Riccardo Cervelli
Giornalista

57 anni, giornalista freelance divulgatore tecnico-scientifico, nell’ambito dell’Ict tratta soprattutto di temi legati alle infrastrutture (server, storage, networking), ai sistemi operativi commerciali e open source, alla cybersecurity e alla Unified Communications and Collaboration e all’Internet of Things.

Articolo 1 di 5