Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

IoT e sicurezza: ecco il programma Trend Micro Zero Day Initiative

pittogramma Zerouno

News

IoT e sicurezza: ecco il programma Trend Micro Zero Day Initiative

18 Set 2018

di Redazione

Minimizzare le vulnerabilità dei dispositivi intelligenti: è l’obiettivo del programma della società che mira a rispondere alla sempre maggiore richiesta di protezione dell’Internet of Things

IoT e sicurezza: Trend Micro conferma il proprio impegno nel mettere al sicuro gli ambienti che utilizzano tecnologie Internet of Things presentando un nuovo programma che punta a minimizzare le vulnerabilità dei prodotti smart, sfruttando la propria esperienza globale della Zero Day Initiative (ZDI).

La Trend Micro ZDI è un programma di ricerca sulle vulnerabilità, che aiuta le aziende da oltre 13 anni e gestisce il bug bounty program che vede oltre 3.500 ricercatori esterni supportare il lavoro dei team di ricerca interni. Durante la prima metà del 2018, la ZDI ha già diramato 600 alert, facendo segnare un +33% rispetto alla prima metà del 2017. Le vulnerabilità Scada e IIoT rappresentano il 30% del totale.

“Grazie al nostro nuovo programma – ha affermato Eva Chen, chief executive officer for Trend Micro – i produttori di dispositivi possono accedere a ricerche autorevoli e complete sull’IoT, che aiutano a valutare le possibili vulnerabilità prima di immettere i dispositivi sul mercato, sviluppando così un processo di gestione delle vulnerabilità stesse. Molti vendor IoT faticano ad avere team di security al loro interno, il nostro supporto serve per rendere i prodotti ancora più resilienti”.

Trend Micro Research e la ZDI sono solo due elementi dell’approccio Trend Micro alla protezione dell’Internet of Things. Accanto alla continua ricerca sulle minacce emergenti in settori come gli speaker wireless, i sistemi robotici, la gestione del traffico e le auto connesse, Trend Micro collabora con società di telecomunicazioni, aziende, sviluppatori e altre parti interessate.

Trend Micro Deep Security offre una protezione per i data center, mentre la prevenzione delle intrusioni di Trend Micro Tipping Point e il rilevamento delle vulnerabilità di Deep Discovery migliorano la security a livello di rete. Trend Micro Safe Lock, invece, protegge le applicazioni o i sistemi operativi legacy negli ambienti IIoT (Industrial IoT).

Secondo Gartner, nel 2021 i dispositivi IoT saranno 25 miliardi e il numero è destinato ad aumentare. Una percentuale di questi dispositivi appartiene alla categoria IIoT e il numero di possibili incidenti crescerà. I dispositivi non sicuri, infatti, alimentano una serie di minacce emergenti, tra cui il furto dei dati aziendali e le intrusioni nelle reti, i ransomware, il sabotaggio di apparecchiature industriali, gli attacchi DDoS e il cripto-mining.

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in rivista, portale www.zerounoweb.it e una linea di incontri con gli utenti.

Argomenti trattati

Approfondimenti

D
Ddos
I
IoT
R
Ransomware
IoT e sicurezza: ecco il programma Trend Micro Zero Day Initiative

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 4