Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Alberto Fidanza entra in Check Point Italia

pittogramma Zerouno

Alberto Fidanza entra in Check Point Italia

14 Gen 2008

di ZeroUno

Check Point Software Technologies ha nominato Alberto Fidanza Corporate Sales Director della filiale italiana. In questo ruolo avrà il compito di guidare il team commerciale dell’azienda, rafforzando la presenza diretta sui clienti. Alberto Fidanza riporterà direttamente al Regional Director Southern Europe Paolo Ardemagni.
“Entro con entusiasmo a far parte del team italiano di Check Point, realtà in forte crescita che offre alle aziende la più vasta gamma di soluzioni di sicurezza”, dichiara Alberto Fidanza. “Si tratta di un mercato in forte espansione, nel quale la forte specializzazione e le competenze uniche, oltre a capacità strategiche fuori dal comune,  permettono a Check Point di ricoprire un ruolo di leader indiscusso.”
“L’ingresso di Alberto Fidanza rafforza ulteriormente il nostro team di vendita”, commenta Paolo Ardemagni. “Con la sua esperienza contiamo di incrementare la nostra presenza presso gli account strategici. Guiderà il nostro team perseguendo quelle logiche di vendita tramite partner che hanno reso Check Point un vendor riconosciuto ed estremamente stimato nel panorama mondiale della sicurezza”.
Nato a Milano nel 1959 e laureato in Ingegneria al Politecnico di Milano, Alberto Fidanza porta in Check Point un’esperienza ventennale maturata nelle più importante realtà multinazionali del mondo IT, nelle quali ha ricoperto ruoli di crescente responsabilità. Ha alle spalle dodici anni passati in Computer Associates, azienda nella quale ha ricoperto il ruolo di Country Manager  tra il 2004 ed il 2006. In precedenza, sempre per CA, era stato Country Sales Manager, Regional Vice President della divisione Enterprise Server e Area Manager della divisione National Account. Prima ancora, aveva lavorato per dieci anni in IBM, ricoprendo varie posizioni nelle divisioni Sistemi Informativi e Vendite.

ZeroUno

Articolo 1 di 5