SentinelOne e Zscaler: semplificata l’adozione di XDR e ZeroTrust

pittogramma Zerouno

News

SentinelOne e Zscaler: semplificata l’adozione di XDR e ZeroTrust

Questa collaborazione consente di rilevare e gestire la remediation delle minacce in automatico su reti, endpoint e applicazioni cloud

28 Mar 2022

di Redazione

SentinelOne ha annunciato una nuova integrazione con Zscaler per semplificare la sicurezza aziendale, consentendo una maggiore visibilità end-to-end, una risposta automatica e un accesso ai dati con modalità condizionate. La collaborazione tra SentinelOne e Zscaler consente di rilevare e gestire la remediation delle minacce in automatico su reti, endpoint e applicazioni cloud, semplificando l’adozione e l’applicazione di policy Zero Trust per mantenere sicuri utenti, dispositivi e applicazioni.

La soluzione congiunta permette a Singularity XDR di acquisire i dati di Zscaler, fornendo visibilità end-to-end. La soluzione completa permette ai team SOC di disporre di dati contestualizzati sulle attività anomale, accelerando le attività di ricerca e il triage delle minacce. Gli addetti alle analisi beneficiano di azioni di risposta automatiche e manuali da Singularity XDR, limitando la capacità di un hacker di potersi infiltrare e avviare un attacco.

La soluzione congiunta potenzia anche i framework Zero Trust con il controllo automatizzato delle policy. Il sistema di controllo coordinato dell’accesso degli utenti tramite Zscaler Zero Trust Exchange fornisce un accesso condizionato e sicuro alle applicazioni private e SaaS con i dettagli sulla postura dei dispositivi previsti da SentinelOne.

“In un mondo in cui il lavoro ibrido sta diventando la normalità – ha affermato Amit Raikar, VP Technology Alliances & Business Development di Zscaler – rimuovere i silos delle soluzioni di sicurezza è la chiave per implementare lo Zero Trust dall’endpoint alle applicazioni. Guidati dalla domanda e dal feedback dei clienti, la nuova integrazione cloud to cloud con SentinelOne offre la visibilità di ricerca delle minacce su più piattaforme e automazione API per una risposta più rapida ed efficace. In combinazione con la precedente integrazione dell’accesso condizionato alla postura del dispositivo, rafforziamo ulteriormente la nostra soluzione Zero Trust per potenziare il lavoro da qualsiasi luogo in modo sicuro.”

“Questa integrazione – ha sottolineato Yonni Shelmerdine, VP Product Management di SentinelOne – è il risultato di una relazione di carattere simbiotico tra Zscaler e SentinelOne. Con Zero Trust Exchange di Zscaler che alimenta i dati nel nostro cloud di analisi delle minacce e la nostra piattaforma XDR che attiva le azioni di risposta in Zscaler, le decisioni vengono eseguite con un valore e una velocità superiori. La soluzione congiunta fornisce agli utenti l’approccio Zero Trust sostenuto da XDR per rendere il mondo un posto più sicuro”.

R

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in un portale, www.zerounoweb.it, una linea di incontri con gli utenti e numerose altre iniziative orientate a creare un proficuo matching tra domanda e offerta.

Argomenti trattati

Approfondimenti

H
hacker

Articolo 1 di 4