Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Da Extreme Networks nuovi moduli per wiring closet

pittogramma Zerouno

Da Extreme Networks nuovi moduli per wiring closet

14 Ott 2009

di ZeroUno

Cresce la famiglia di switch avanzati BlackDiamond 8800 di Extreme Networks con il lancio di nuovi moduli wiring closet della serie BlackDiamond 8500. I nuovi prodotti vanno ad arricchire una piattaforma Ethernet “intelligente”  che ha come obiettivo permettere alle aziende di implementare infrastrutture di rete end-to-end protette e ad alte prestazioni caratterizzate da una convenienza economica immediata ma con un occhio di riguardo alle esigenze future. I moduli per wiring closet della serie BlackDiamond 8500 offrono una soluzione di elevato valore in grado di soddisfare le esigenze dei clienti in materia di funzionalità switch convenienti e avanzate, contraddistinte da percorsi di upgrade naturali in direzione della scalabilità e della crescita on demand.
BlackDiamond 8800 risponde appieno a tutti questi requisiti attraverso la più ampia offerta di moduli integrabili in un unico chassis e un sistema operativo uniforme, ExtremeXos. Il risultato è una soluzione completa totalmente modulare che offre le implementazioni di rete più flessibili. “Con l’introduzione dei moduli della serie BlackDiamond 8500, Extreme Networks porta sul mercato un serio concorrente per la porzione del mercato enterprise che privilegia il valore del prodotto, un’area in cui alla richiesta di convergenza, di automazione dei task e di sicurezza si accompagna quella dell’uniformità di un unico sistema operativo”, ha affermato Mark Canepa, Presidente e Ceo di Extreme Networks. “Nel contesto della nostra strategia relativa alla piattaforma BlackDiamond 8800, con questa importante aggiunta ci proponiamo di offrire ai clienti le migliori opzioni possibili in termini di costi e prestazioni per ogni singolo ambito delle loro reti”.

ZeroUno

Articolo 1 di 5