Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Un digital workplace che cambia il modo di lavorare

pittogramma Zerouno

Un digital workplace che cambia il modo di lavorare

10 Apr 2013

di Giampiero Carli Ballola

Con una storica presenza nel manifatturiero, Infor consolida a livello mondiale l’offerta Erp anche in altri settori, dalla Pa ai servizi. Sul piano tecnologico, la spinta social ha dato vita allo sviluppo di un middleware intuitivo (Infor ION), che permette l’interoperabilità delle applicazioni business, aprendo nuovi scenari di collaborazione e spazi lavorativi, ottimizzati da una piattaforma di social collaboration, Infor Ming.le. L’incontro con Enza Fumarola, Vice President ERP Sales EMEA Southern Region di Infor.

Fondata nel 2002 in Pennsylvania e oggi con quartier generale a New York, Infor è una software house focalizzata nello sviluppo di applicazioni business per le aziende La sua offerta comprende soluzioni Erp, Eam, Scm e Crm, di Finance e di Corporate performance management, di Bi e di gestione delle risorse umane. Con un portafoglio di oltre 70 mila clienti in 194 paesi, tra i quali i più grandi nomi del settore automotive, aeronautico, hi-tech e farmaceutico, è un vendor di riferimento nel mondo delle aziende di produzione. Ma, come ci dice Enza Fumarola, Vice President ERP Sales EMEA  Southern  Region, i suoi orizzonti si stanno ampliando. “Infor è nata con un piano industriale inteso a massimizzare la presenza nel settore manifatturiero, per cui buona parte delle acquisizioni fatte nel tempo hanno avuto il preciso obiettivo di definire un’offerta più ampia possibile in questo comparto”. Le diverse expertise e tecnologie acquisite hanno poi portato a sviluppare soluzioni che, pur rispettando la logica prioritaria delle verticalizzazioni per industria, di fatto esulano dal contesto prettamente manifatturiero e oggi l'azienda propone soluzioni anche per altri comparti industriali, per società di servizi e per la Pa.

Enza Fumarola, Vice President ERP Sales EMEA Southern Region

“Ciò significa – precisa Fumarola – che, avendo fatto nostro il concetto di semplificazione del modello implementativo, anche le soluzioni offerte nascono già verticalizzate per i diversi settori. Al posto di un grande contenitore dal quale estrarre ciò che serve, diamo all’utente solo le componenti richieste dalla specificità della sua attività”. Recentemente Infor ha annunciato Infor 10X, una nuova generazione di soluzioni software, che include sensibili miglioramenti all’intera suite di applicazioni verticalizzate aggiungendo funzionalità social, mobile, di reporting analitico e cloud. A livello globale la strategia Infor è quindi quella di mantenere la leadership nel settore manifatturiero continuando, sempre in una logica di verticalizzazione, negli investimenti correlati; ma nel contempo di espandere la presenza, con un modello di sviluppo parallelo, anche a nuovi settori come quello dei servizi o della PA. “In Italia però – prosegue  Fumarola – il discorso cambia, dato che per noi gli ambiti diversi dal manifatturiero sono molto marginali. Per scelta strategica, si è infatti deciso di sposare la logica storica dell’azienda, capitalizzando il riconoscimento che ci è attribuito dal mercato e il valore delle referenze e delle competenze che ci siamo guadagnate”.

Questa strada, per così dire, di sviluppo nella continuità ha però negli ultimi tempi segnato una svolta importante: quella dell’attenzione alle reti sociali. Come spiega Fumarola: “Infor ha intuito, con un anticipo che gli analisti di settore ritengono significativo, che il mondo del ‘social’ si stava spostando dal business-to-consumer al business-to-business, passando dall’esterno all’interno dell’azienda. Tutti quei meccanismi che le realtà, che hanno un forte rapporto con il pubblico, hanno usato per prime oggi sono parte del quotidiano di qualsiasi collaboratore all’interno di qualsiasi società”.

Questa intuizione si è rapidamente tradotta in un piano di sviluppo che, a sua volta, è stato calato nell’ingegnerizzazione del prodotto. Ne è risultata la creazione di Infor ION, un middleware intuitivo il cui scopo è quello di integrare le applicazioni di business ( Erp, Scm, Bi e altro) abilitandone l’apertura all’esterno e l’interoperabilità. La piattaforma tecnologica Infor ION si ispira ad Internet, l’applicazione più scalabile e integrata mai progettata finora  Infor ION è una piattaforma progettata in ogni suo bit per essere aperta e semplice Tutte le applicazioni che utilizzano ION pubblicano contenuti in formato XML secondo lo standard OAGIS. Ogni evento o transazione aziendale elaborato con la tecnologia ION genera un documento XML, che viene archiviato nel Business Vault, un repository di dati transazionali originati da più sistemi aziendali. In questo modo si migliora il livello di flessibilità e di qualità delle attività di reporting, business intelligence e analisi.

Infor Ming.le, la piattaforma di enterprise collaboration di nuova generazione dell’azienda, ottimizza le funzionalità offerte da ION per consolidare le applicazioni business e i dati relativi in una singola interfaccia intuitiva, facile da usare come Facebook o Twitter. Non è – sottolinea Fumarola – un rifacimento del look e tanto meno un semplice portale, ma l’inserimento di logiche che permettono l’utilizzo condiviso e collaborativo di dispositivi mobili, risorse cloud, reti sociali e soluzioni di big data analisys.

Se consentire di preservare l’esistente al fine di valorizzare gli investimenti fatti in passato viene considerato un obiettivo di primo piano, è comunque l’innovazione a guidare costantemente l’orizzonte evolutivo di ION: i recenti sviluppi dell’offerta Infor, infatti, prevedono un decisivo passo avanti in direzione dei trend social e cloud e si concretizzano con due annunci in questo senso particolarmente significativi. Il primo riguarda Infor Ming.le, la piattaforma integrata sviluppata per favorire la social collaboration, migliorare i processi di business e fornire report analitici nell’opportuno contesto applicativo. Il sistema si basa appunto sulla tecnologia ION e sfrutta i dati che questa raccoglie dai vari applicativi Infor e di terzi per collegare gli utenti a rappresentazioni software di oggetti di business, come fatture, ordini di acquisto o macchine. In sostanza, un utente può diventare follower di queste rappresentazioni e seguire in real time lo stato di aggiornamento dell'oggetto di business direttamente attraverso l'applicazione, conoscendo colleghi e processi a questo associati.

Sul fronte cloud, invece, la novità prende il nome di Infor Sky Vault, un servizio per l'utilizzo dei big data realizzato attraverso la partnership con Amazon Web Services che promette di accorciare i tempi che intercorrono tra la raccolta dei flussi di dati transazionali e la trasformazione di tali dati in conoscenza aziendale. La soluzione sfrutta, infatti, le caratteristiche della piattaforma ION, che consente di estrarre dati transazionali in formato Xml standard e di inviare questi dati normalizzati verso ambienti cloud per ulteriori attività di reporting analitico. Il repository sulla nuvola utilizza Amazon Redshift al fine di garantire scalabilità e un go-live più rapido, rendendo disponibili analisi e report preconfigurati, specifici e organizzati per area, nonché dashboard basati sulla tecnologia Infor ION BI.

Giampiero Carli Ballola
Giornalista

Giampiero Carli-Ballola, nato nel 1942 e giornalista specialista in tecnologia, collabora con ZeroUno dal 1988. Segue i processi di digitalizzazione del business con particolare attenzione ai data center e alle architetture infrastrutturali, alle applicazioni big data e analitiche, alle soluzioni per l’automazione delle industrie e ai sistemi di sicurezza.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link

Articolo 1 di 2