Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Compuware annuncia Changepoint 2010

pittogramma Zerouno

Compuware annuncia Changepoint 2010

28 Giu 2010

di ZeroUno

La soluzione Compuware per il Project Portfolio Management introduce nuove funzionalità per smartphone, migliora notevolmente la facilità di utilizzo, il processo di Service Desk, la collaborazione e l’Executive Decision Making

Compuware Corporation, ha annunciato al Gartner PPM & IT Governance Summit 2010, che si è Svolto a Londra, Changepoint 2010, una nuova importante versione di Project Portfolio Management (PPM) e per la gestione automatizzata delle forniture di servizi professionali (PSA). Ideato appositamente per andare incontro alle necessità dell’attuale mercato IT, così dinamico e flessibile, Changepoint 2010 è in grado di offrire un nuovo supporto ai dispositivi mobile, come Blackberry e iPhone, fornendo al tempo stesso un valido sostegno per la team collaboration, potenziando la capacità di executive decision making ed introducendo significativi miglioramenti di usability suggeriti dai clienti.
Changepoint 2010 rappresenta un miglioramento significativo della soluzione PPM di Compuware. Tali perfezionamenti permettono ai clienti di ridurre il cosiddetto “consumption gap” – ossia la differenza tra le funzionalità del prodotto e le caratteristiche effettivamente sfruttate dai clienti. Colmare questo gap è cruciale per ottenere buoni risultati in termini di valore per il business e massimizzare il ritorno dell’investimento.
“Compuware Changepoint continua sulla linea del miglioramento della end-user experience”, ha dichiarato Lori Ellsworth, Vice President di Compuware Changepoint “integrando le tecnologie mobile per una maggiore flessibilità e produttività, richiesta dal project management e soddisfacendo la richiesta di avere funzioni più sofisticate legate alla gestione delle forniture di servizi professionali”.

Changepoint 2010 presenta alcune novità, tra cui:
Supporto ai dispositivi mobile. Chi lavora con la tecnologia ha continuamente bisogno di funzionalità all’avanguardia, sempre più mobili, dinamiche e virtualizzate: alcune stime di mercato dichiarano che, solo quest’anno, sono oltre un miliardo le persone che utilizzano dispositivi mobile. Changepoint 2010 ora abilita gli utenti in remoto – chi si occupa di servizi professionali o di product management – a connettersi tramite dispositivi Blackberry o iPhone. Changepoint 2010, abilita inoltre funzionalità chiave con mobile come il time entry, la possibilità di accedere ed aggiornare task assegnati e partecipare ai processi di approvazione guidati da workflow.
Service desk e gestione delle richieste. Un elemento differenziante chiave di Changepoint, la gestione delle richieste, permette agli utenti di ottimizzare l’ideazione ed il processo di gestione delle richieste nonché la velocità di risoluzione delle istanze di supporto del cliente. La nuova release 2010 offre ora una funzionalità avanzata di cattura dello schermo per permettere di effettuare una migliore analisi e risolvere rapidamente le richieste di supporto. Changepoint 2010 fornisce inoltre supporto avanzato per template associati a specifici obiettivi di business.
Team collaboration migliorata. I team folder di Changepoint, facilitano la collaborazione tra team tecnologici distribuiti e trasversali, compresi clienti, subfornitori e partner industriali. Nella release 2010, Changepoint rende la collaborazione di team più dinamica grazie a sottocartelle più accessibili universalmente a tutti gli utenti, incluse le terze parti che accedono attraverso i portali clienti. Una funzionalità di ricerca avanzata permette inoltre agli utenti di condurre velocemente una ricerca nei contenuti delle sottocartelle e negli allegati. La collaborazione diventa più efficace grazie alla capacità di Changepoint di attingere informazioni su uno specifico progetto, applicazione o cliente. E’ stata inoltre introdotta una nuova funzionalità che permette di lanciare direttamente una URL dall’interno di una cartella di un team folder, consentendo agli utenti di accedere facilmente ad applicazioni esterne o siti collaborativi.

Scelte di business più rapide
La funzionalità di analisi scenario di Changepoint aiuta le società nelle decisioni relative agli investimenti. Essa inoltre dà visibilità della richiesta di risorse come input critico al decision making. Changepoint 2010 migliora questa esperienza interattiva con l’integrazione della tecnologia Silverlight di Microsoft. Da oggi gli utenti possono vedere la ricerca di risorse come input critico al decision making e visualizzare graficamente gli scenari legati a roadmap strategiche e andamenti di crescita, mentre archivia per usi futuri le analisi e le applicazioni, le dashboard e i filtri usati più comunemente. Miglioramenti di usability, riducendo il “consumption gap”. I miglioramenti in termini di fruibilità ed usability, aumentano i livelli di customer satisfaction, permettono agli utenti di beneficiare di molti vantaggi dalle funzionalità dell’applicazione e, di conseguenza, offrono un valore aggiunto e un rapido ROI. Con quest’ultima versione, Changepoint promuove ulteriormente il suo impegno per rafforzare la web usability attraverso un nuovo design dell’interfaccia che diventa più intuitiva, con una scalabilità potenziata, una maggiore integrità dati, la possibilità di assegnare priorità e di aggiungere richieste di aiuto riguardanti il business ed i processi.

ZeroUno

Articolo 1 di 5