Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Come dominare il Management System

pittogramma Zerouno

Come dominare il Management System

12 Feb 2008

di Rinaldo Marcandalli

(1/08) La ricetta per un’esecuzione di successo di una strategia sta in due regole base: capire a fondo il ciclo di management che fa discendere le operazioni dalla strategia e sapere a quali strumenti ricorrere in ogni fase del ciclo. Questa la tesi del piccolo trattato a prestigiosa firma di Robert Kaplan e David Norton, che esplora il bilanciamento da sempre tormentato tra pressanti responsabilità operative e priorità strategiche di lungo termine. Difficile proprio in una congiuntura sempre più globalizzata, in cui i processi sono ormai “world class” e avranno successo solo se vanno nella direzione strategicamente giusta, il che si scontra con la realtà che non c’è strategia che funzioni senza una forte operatività. Il modello suggerito è un management system strettamente coeso, in cinque stadi: sviluppo strategia (scaturente da missione e valori, e basata sull’analisi di forze, debolezze e ambiente competitivo), mappatura in obiettivi e iniziative (con mappe strategiche che organizzano gli obiettivi per tema e relativa scorecard per ricollegare agli obiettivi le metriche di performance); creazione di piano operativo per realizzare obiettivi e iniziative (che include i necessari miglioramenti di processi e i piani vendita, risorse e volumi e i budget dinamici associati); esecuzione e monitoraggio dell’efficienza a cura del management (controllando dati operativi, ambientali e competitivi, misurando il progresso e individuando ostacoli); infine verifica strategica (con analisi costi, profittabilità e correlazione tra strategia e performance corporate), per cui le assunzioni fatte vengono corrette come appropriato, e inizia un altro loop. Un vero e proprio “blueprint” per l’esecuzione della strategia, corredato da strumenti manageriali, e da suggerimenti di dove usarli nel ciclo di management.

Rinaldo Marcandalli
Giornalista

Consulente aziendale e giornalista. 40+ anni di esperienza nello sviluppo software, laboratorio IBM e field, nelle telecomunicazioni prima e poi nelle applicazioni e nel governo del Dipartimento It. Esperienze sul campo in settori bancario, in particolare interbancario, assicurativo e pubblica amministrazione. Da 20+ anni segue prima da consulente e poi come giornalista l’evoluzione dei processi nei settori e da 10+ anni la loro trasformazione progressiva al digitale, specializzandosi nello studio della riorganizzazione agile, digitale e smart delle Aziende.

Argomenti trattati

Approfondimenti

M
Monitoraggio
P
Performance
S
Strategia

Articolo 1 di 5