Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Nasce Columbus It Italia, per un Erp che parla italiano

pittogramma Zerouno

Nasce Columbus It Italia, per un Erp che parla italiano

03 Mar 2009

di Riccardo Cervelli

Da società di consulenza e implementatore di Erp ad azienda di supporto delle realtà medio-grandi che guardano all’internazionalizzazione. Così si è evoluta ArConsulting, che oggi è diventata la filiale italiana di Columbus It, uno dei principali partner  di Microsoft Business Solutions

Matrimonio d’interesse quello consumato tra Columbus It, uno dei maggiori partner di Microsoft Business Solutions, con sede a Copenhagen, e ARConsulting, società italiana di consulenza sui processi e implementazione di business application. Dalla partnership è nata Columbus It Italia, una realtà con circa quaranta dipendenti e un centinaio di collaboratori, considerando anche le risorse esterne.
ARConsulting nasce nel 1997 per iniziativa di Andrea Ruosi (nella foto), oggi 38 anni, ingegnere gestionale, con un passato anche di responsabile logistica, finanza e controllo, e It in Chiquita, il noto marchio di banane. La società, composta prevalentemente da ingegneri, per alcuni anni implementa un gestionale italiano – Target Cross – e diventa Gold Certified Partner di Microsoft. Negli anni successivi, in cui gode di una crescita annua sempre a due cifre, ARConsulting decide di adottare le suite Erp Microsoft Dynamics Nav e Ax, Microsoft Dynamics Crm e altri prodotti di Microsoft.
“Secondo alcune ricerche – spiega Ruosi – nelle aziende gli Erp sono usati solo dal 20% del personale che vi ha accesso, mentre la suite Microsoft Office ha un tasso di utilizzo del 90%. Microsoft sta investendo molto sulle interfacce tra i suoi prodotti e il tasso di crescita delle sue business application è superiore a quella del mercato”. Per Ruosi, inoltre, a rendere più appetibile l’adozione di questi gestionali sono diversi fattori. Uno è che sono soluzioni internazionali e quindi un cliente troverà sempre un partner in grado di prendersi cura di lui. Un altro motivo è la velocità d’implementazione. Un altro ancora i costi di progettazione e implementazione, che “sono una frazione di quelli degli altri Erp più noti”, assicura Ruosi.
Perché la scelta di allearsi con una realtà internazionale? “Finché eravamo una società solo locale –  racconta il country manager di Columbus It Italia -, non riuscivamo ad acquisire contratti con aziende molto grandi. In diversi casi eravamo chiamati come subfornitori, in particolare per la nostra esperienza nell’analisi dei processi e nell’utilizzo di metodologie di progettazione. Columbus, invece, è una realtà con oltre 1.100 professionisti esperti solo su Microsoft Dynamics Ax, 6.000 in generale, e ha sedi in 30 Paesi. Con il nostro apporto, Columbus It può ora servire meglio le filiali italiane di multinazionali, mentre noi siamo maggiormente in grado di aiutare le medio-grandi imprese italiane che operano all’estero”. Nell’annunciare l’accordo, lo stesso Michael Gaardboe, Ceo di Columbus It, ha dichiarato: “Siamo orgogliosi di poter combinare la nostra consolidata esperienza sui mercati internazionali con quella di un partner che in Italia può già vantare un track record importante come uno degli implementatori di alta qualità nel settore delle soluzioni Erp”.
Nell’offerta di Columbus It da una parte ci sono le business application di Microsoft (gli Erp, il Crm, Sharepoint, Office, Office Communication, e così via), dall’altra un ricco portfolio di soluzioni verticali, molte delle quali sviluppate a livello locale. In questo momento, Columbus It ha in corso un processo di accentramento e ottimizzazione dei verticals. Tra i settori meglio presidiati dall’offering vi sono il retail, l’Iem (Industrial equipment manufacturing), la produzione, l’alimentare e la distribuzione. Tra i fiori all’occhiello c’è anche la metodologia di progettazione scalabile Diamond, che consente di velocizzare l’implementazione degli Erp. Un atout in un periodo in cui, per sopravvivere alla crisi e aumentare la competitività, le imprese hanno bisogno di evolvere in modo economico ma anche rapido.

Riccardo Cervelli
Giornalista

57 anni, giornalista freelance divulgatore tecnico-scientifico, nell’ambito dell’Ict tratta soprattutto di temi legati alle infrastrutture (server, storage, networking), ai sistemi operativi commerciali e open source, alla cybersecurity e alla Unified Communications and Collaboration e all’Internet of Things.

Articolo 1 di 5