Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Consoft Sistemi: tendenza all’espansione

pittogramma Zerouno

Consoft Sistemi: tendenza all’espansione

08 Apr 2009

di Rinaldo Marcandalli

Chi è oggi Consoft Sistemi, com’è strutturata e quali obiettivi si sta prefiggendo? Andrea Giacardi, presidente del gruppo, lo racconta a ZeroUno e dice: "Dobbiamo consolidare la nostra posizione e aprirci a nuovi mercati" 

MILANO – Un 2008 in crescita quello di Consoft Sistemi, gruppo italiano che oggi conta tre diverse società: CS Domotica, per lo sviluppo di soluzioni nel campo dell’automazione domestica e aziendale, con particolare attenzione alle applicazioni wireless; Ecodatasistemi, offre soluzioni nel settore dell’ambiente; Consoft Sistemi Mea, società nata per veicolare tutta l’offerta del gruppo verso il mercato del medio oriente e africano. ZeroUno ha incontrato di recente Andrea Giacardi, presidente del gruppo, che ci ha illustrato posizionamento e strategia aziendali e obiettivi 2009.
“Il 2008 si è chiuso con un fatturato in crescita e con un utile (fatturato consolidato superiore ai 20 milioni di euro, in crescita del 9,7% rispetto all’anno precedente, ndr)”, dice soddisfatto Giacardi. “Crescita che portiamo avanti dal 1986, anno di fondazione della società, e ancor più dal 1996 quando ci siamo certificati Iso9001, per dotarci di uno standard internazionale in termini di organizzazione e processi (dal 2006 Consoft è diventata società per azioni con una chiara strategia orientata alla quotazione in Borsa, forse per il 2011, ndr)”.
Oggi la capogruppo conta circa 280 persone e ha sedi a Torino, Milano e Roma. “Forniamo servizi attraverso cinque aree di intervento – commenta Giacardi -. Nell’area ‘Architettura e Sistemi’ proponiamo software di gestione e monitoraggio oltre che di capacity planning, unitamente alla nostra consulenza specialistica (abbiamo clienti come Autostrade, Intesa San Paolo, Alpitour). ‘Integrazione Sistemi’ offre invece servizi per la Soa. Poi abbiamo l’area ‘Business Intelligence’ dove abbiamo un portafoglio dedicato alle medie imprese e, infine, ‘Extended Erp’ che propone Dynamics di Microsoft. A queste si aggiunge l’area ‘Telecomunicazioni’ che collabora con Nokia, Urmet e Alcatel.”
Un cenno particolare lo merita una delle società del gruppo, CS Domotica (controllata al 100%); spin off del 2003 di Consoft Sistemi, CS Domotica ha un fatturato di 1,4 milioni di euro ed è ospitata all’interno dell’Incubatore delle imprese innovative del Politecnico di Torino (I3P). “Vi è stato progettato Mercury, un dispositivo domotico Pc embedded wireless, con sensori di vario tipo, e un protocollo ad hoc, per applicazioni  che richiedono basso flusso di dati e lunga vita della batteria”, spiega il presidente del gruppo. “Mercury, settabile anche con telecomando televisivo, e remotamente interrogabile via Internet, garantisce sorveglianza  remota video, o con sensori ad esempio per il fumo. Un’opportunità collaterale è la teleassistenza di soggetti fragili (anziani o disabili). A Mercury è stato aggiunto un sensore, ‘Adamo’, che rileva pressione e temperatura corporea e le eventuali anomalie, grazie ad un accelerometro con algoritmi sensibili ai micromovimenti, che distinguono quelli normali (ad esempio nel sonno) da quelli di un mancamento”.
E sulle previsioni future Giacardi dice: “Un bilancio 2009 è obiettivamente difficile da prevedere (i responsabili delle unità di business quest’anno sono assai prudenti sulle previsioni dei ricavi). Personalmente credo ad una qualche ripresa dalla metà dell’anno, con una risalita molto più graduale rispetto alla discesa, anche se su livelli al di sotto di quelli 2006-2007. Per Consoft mi aspetto un 2009 tutto sommato in leggera espansione, per l’effetto inerziale del backlog (ordini non ancora evasi, ndr) e per un allargamento del perimetro aziendale”.
Quando parla di “allargamento del perimetro aziendale” Giacardi si riferisce a due progetti, uno in ambito Enterprise Content Management (integrazione con Adobe per gestire il ciclo di vita del contenuto), l’altro nel settore Sanità (offerta di un Erp integrato con moduli specifici per la gestione delle prenotazioni dei macchinari costosi).

Rinaldo Marcandalli
Giornalista

Consulente aziendale e giornalista. 40+ anni di esperienza nello sviluppo software, laboratorio IBM e field, nelle telecomunicazioni prima e poi nelle applicazioni e nel governo del Dipartimento It. Esperienze sul campo in settori bancario, in particolare interbancario, assicurativo e pubblica amministrazione. Da 20+ anni segue prima da consulente e poi come giornalista l’evoluzione dei processi nei settori e da 10+ anni la loro trasformazione progressiva al digitale, specializzandosi nello studio della riorganizzazione agile, digitale e smart delle Aziende.

Articolo 1 di 5