Humanitas University: un’infrastruttura tecnologica e multimediale firmata Durante

pittogramma Zerouno

Sponsored Story

Humanitas University: un’infrastruttura tecnologica e multimediale firmata Durante

È firmata Durante l’infrastruttura tecnologica e multimediale per gli spazi del nuovo campus di Humanitas University: Massimo Barducco, Sales Manager B.U. Communications Value, ci racconta i dettagli di un progetto complesso e avvincente votato ad abilitare le più avanzate frontiere della didattica, al servizio di professori e studenti

21 Mar 2022

di Redazione

Progettare e realizzare, nel 2016, un’infrastruttura multimediale tanto performante da riuscire a sostenere perfettamente – senza alcuna ulteriore integrazione – l’impensabile scenario che nel 2020 avrebbe imposto la remotizzazione del lavoro e dello studio in tutto il mondo? Ci è riuscito Durante, system integrator con esperienza ventennale nell’ambito della videoconferenza e della telepresenza: il progetto in questione è relativo all’allestimento multimediale del nuovo campus di Humanitas University. Abbiamo chiesto a Massimo Barducco, Sales Manager B.U. Communications Value, di raccontarci il percorso intrapreso per trasformare il campus universitario milanese in un ecosistema smart, caratterizzato da un’esperienza tecnologicamente immersiva in grado di ottimizzare la didattica e migliorare l’esperienza formativa quotidiana degli studenti.

Le esigenze di Hunimed: raggiungere le più avanzate frontiere della didattica

Humanitas University è una eccellenza nel mondo per quanto riguarda la ricerca e la formazione universitaria nell’ambito delle Life Sciences e ospita attualmente oltre duemila studenti. Era il 2016, quando l’ateneo decise di indire un bando per realizzare il progetto di un nuovo campus completamente smart: “La volontà di Hunimed – precisa Barducco – era quella di potenziare tecnologicamente un auditorium da duecento posti, oltre dieci aule per la didattica, tre sale di simulazione e rispettive regie, tre briefing room, spazi dedicati agli studenti e di creare un avveniristico Anatomy Lab nel quale simulare sia in loco che in streaming le operazioni da effettuare su manichini realistici, secondo una metodologia di formazione altamente innovativa”.

Il percorso di Durante verso la realizzazione di un campus proiettato nel futuro

Humanitas University ha quindi indetto una gara pubblica, che è stata vinta da Vodafone con Durante per la parte relativa alla realizzazione dell’infrastruttura tecnologica e multimediale: “Subito dopo l’assegnazione – racconta Barducco – abbiamo rivisto insieme con il cliente alcuni aspetti dell’idea iniziale, riuscendo a perfezionarla ulteriormente affinché si potesse realizzare una messa a terra davvero efficace. Siamo quindi partiti con l’implementazione di tutta l’infrastruttura multimediale, iniziando con l’installazione di schermi, lavagne e video interattivi nelle aule, totem informativi configurabili da remoto e due videowall , che oltre a veicolare notizie e avvisi arricchiscono esteticamente gli spazi dell’edificio. Siamo poi passati alla fase dedicata alle soluzioni di domotica e room automation, fino all’integrazione del nostro sistema di prenotazione delle sale Space Booking con il sistema di prenotazione delle lezioni dell’Università. In ultimo, abbiamo dotato anche l’Anatomy Lab delle più recenti tecnologie per il live streaming audio e video”.

Un’esperienza formativa immersiva e senza interruzioni

Oggi l’amministrazione di tutto l’ecosistema multimediale Hunimed è in mano a Durante, in modo tale da liberare lo staff IT interno dalla gestione quotidiana di uno scenario tecnologico molto complesso: “A tale proposito – precisa Barducco – mettiamo a disposizione specifiche competenze tecniche in tema audio/video che ci permettono di mantenere perfettamente oliato il motore di tutta la macchina tecnologica, facendo aggiornamenti periodici e supportando il cliente costantemente attraverso un’assistenza in tempo reale, dalle 8:00 alle 18:00, per coprire tutto l’arco temporale di durata delle lezioni. Inoltre, effettuiamo anche dei test proattivi nel caso di eventi o criticità particolari: in questo modo l’eventualità di guasti viene sensibilmente minimizzata”.

Il team di Durante: specializzazioni diverse, un obiettivo comune

All’interno del team Durante coinvolto in questo progetto erano presenti professionisti nel campo delle soluzioni tecnologiche, architetti e project manager: la perfetta integrazione tra queste diverse figure ha permesso di gestire in maniera efficace la programmazione e la gestione di tutto il lavoro: “Come sempre – evidenzia Barducco – abbiamo cercato di coniugare al meglio il tema dell’estetica e della funzionalità degli spazi e del design con quello delle necessità e potenzialità tecnologiche. Sul fronte del project management, inoltre, le competenze dei nostri professionisti si sono rivelate più che preziose per l’ottimizzazione di un progetto così complesso: dalla gestione dei materiali all’implementazione delle soluzioni secondo un preciso programma condiviso con il cliente, si è trattato di gestire un lavoro molto ampio e articolato”.

Un eccellente lavoro di squadre per superare le sfide di un progetto così complesso

La scelta di Hunimed è stata quella di far girare tutta la componente multimediale sulla rete e il campus è stato un cosiddetto greenfield: dunque, mentre Durante si occupava dell’infrastruttura multimediale, altri professionisti erano impegnati nell’implementazione di tutto il network. Si è trattato quindi di effettuare un lavoro di squadra inter-aziendale, per far sì che tutto funzionasse in maniera perfettamente coerente e integrata, in un’ottica di perfetta convergenza tecnologica: “Ambiente per ambiente – sottolinea Barducco – c’è stata la necessità di coordinare le attività con le altre società e, in questo senso, l’attività di organizzazione del lavoro è stata importante tanto quanto la stessa implementazione tecnica. Tante sale, molti attori in gioco e poco tempo: la sfida, che abbiamo vinto, è stata quella di incastrare alla perfezione tutti i tasselli per ottimizzare al massimo ogni attività e centrare tutti gli obiettivi in un anno di lavoro”.

Il valore di Durante, i risultati raggiunti e le prospettive future

La collaborazione tra Durante e Humanitas University prosegue da cinque anni e, a fronte di ciò che è accaduto nel mondo a partire dalla primavera del 2020, il risultato più eclatante raggiunto è stato senza dubbio la totale autonomia dell’ateneo nella gestione della didattica da remoto, fin dal primo giorno di lockdown: “Grazie all’assetto tecnologico che avevamo fornito alle strutture – conferma Barducco – non c’è stato bisogno di effettuare alcun intervento integrativo e inserire nuovi dispositivi audio-video, perché era già tutto perfettamente configurato: le attività formative si sono potute svolgere così, fin da subito, da remoto in videoconferenza senza soluzione di continuità. Anche al netto della situazione pandemica, comunque, il risultato più importante che il cliente ci riconosce è la completa autonomia dei professori nell’attivare e gestire le lezioni grazie all’estrema semplicità d’uso dei nostri allestimenti. Un eccellente risultato riguarda anche l’assistenza immediata che garantisce la piena fluidità delle lezioni”. La collaborazione tra Durante e Hunimed continua in un’ottica di ulteriore espansione del campus: “Durante – commenta Barducco – continuerà a portare innovazione, facendo provare direttamente al cliente e agli utenti finali come professori, studenti o funzionari amministrativi i nuovi sistemi all’interno degli spazi dell’ateneo: in questo modo, i diretti interessati potranno toccare con mano le soluzioni prima di effettuare qualsiasi scelta d’acquisto. E questo è senza dubbio un altro plus che possiamo offrire ai nostri clienti”. In sintesi, flessibilità, disponibilità e dedizione verso il cliente rappresentano il più grande valore aggiunto del servizio Durante: “Per noi – conclude Barducco – è stato ed è un grande onore mettere a disposizione passione, competenze e tecnologia per dare vita a un progetto così evoluto al servizio della didattica e della ricerca”.

L’esperienza che l’Ateneo ha avviato negli ultimi anni con la progettazione, da parte della funzione Sistemi Informativi, e la realizzazione dello Smart Campus di Pieve Emanuele, ci racconta Antonino Marsala, Chief Information Officer Humanitas University, si è dimostrata particolarmente utile per affrontare l’emergenza sanitaria. La didattica di Humanitas University è stata, quindi, ripensata al fine di garantire in modo efficace l’adozione di nuove metodologie didattiche attraverso il supporto di nuovi strumenti digitali.

Grazie alla propria infrastruttura ‘multimediale’, perfettamente integrata con la piattaforma tecnologica di Learning Management System, l’Ateneo è riuscito a gestire una transizione rapida ed efficace dalla modalità in aula alla modalità on-line e ibrida.

“La collaborazione quotidiana tra le risorse interne e quelle messe in campo dal partner tecnologico Durante – conclude Marsala – ci ha permesso di garantire agli studenti e ai docenti un elevato standard di servizio in un momento estremamente difficile”.

R

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in un portale, www.zerounoweb.it, una linea di incontri con gli utenti e numerose altre iniziative orientate a creare un proficuo matching tra domanda e offerta.

Humanitas University: un’infrastruttura tecnologica e multimediale firmata Durante

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 3