Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Automazione dei processi, gli aspetti positivi sperimentati da Credem

pittogramma Zerouno

Digital360 Awards 2018

Automazione dei processi, gli aspetti positivi sperimentati da Credem

09 Lug 2018

di Redazione

Nell’articolo, prendendo come esempio il progetto del gruppo bancario realizzato con OT Consulting, si spiega nel dettaglio come è possibile rendere più efficienti specifiche attività grazie all’automazione di alcuni processi e quali vantaggi si possono ottenere

premio digital transformation: ot consulting
Rendere più efficienti i progetti di back office e accentrare il maggior numero possibile di processi/attività, era il fine di Credem, uno dei primari gruppi bancari italiani. Esaminando i vari processi di questa realtà è stato identificato quello di estinzione conti correnti e servizi accessori che vede una collaborazione tra filiale e back office.

OT Consulting ha dunque proposto a Credem il proprio approccio ai progetti di digital transformation e in particolare di RPA (Robotic process automation) con metodologia, processi e strumenti definiti.

In particolare, nel progetto, vincitore del Premio Speciale Digital Transformation dei Digital360 Awards 2018 e di quello per la Categoria Tecnologica Soluzioni B2B, gli strumenti proposti sono stati:

  • myInvenio: soluzione di process mining che è in grado di disegnare il processo in modo completamente in automatico a partire dai dati degli eventi presi dalle varie procedure;
  • Automation Anywhere come soluzione di robotizzazione.
grafico che illustra l'automazione secondo credem
Il progetto di Digital Transformation di OT Consulting per Credem

Entrando nel dettaglio del progetto, analizzeremo qui di seguito le diverse macro-fasi.

In primo luogo, l’analisi dell’As Is. Grazie a myInvenio, dopo aver scelto il processo da robotizzare o più in generale da rivedere in un’ottica di process digital transformation, è stato possibile semplicemente caricare gli eventi di tale processo tracciati sui sistemi della banca (il periodo di riferimento è andato da aprile 2017 a dicembre 2017) ed effettuare in automatico il process discovery. Sempre con myInvenio, è possibile approfondire il livello di automazione del processo e il numero dei rework.

Al fine di confermare o meno la priorità rispetto alla robotizzazione di una specifica attività è importante identificare i costi e il ritorno di investimento portato dalla robotizzazione stessa. Tramite specifiche dashboard della funzione analytics di myInvenio è stato possibile verificare che in termini di costi l’attività di “richiesta in estinzione servizi Back Office (BO)” in valore assoluto era la più onerosa. Quindi si è deciso di approcciare la robotizzazione del 50% dell’attività di “Richiesta in estinzione servizi competenza BO”.

foto della premiazione di ot consulting
Il momento della premiazione

Nella successiva fase del To Be e calcolo del ROI tramite simulazione, grazie alla funzione specifica è stato possibile analizzare preventivamente gli effetti della robotizzazione in termini di tempi e costi e di conseguenza verificare l’ipotesi di ROI. Gli eventi generati sono stati successivamente caricati su myInvenio e analizzati. Più nello specifico, prendendo in esame il periodo successivo a quello di lavorazione, sono stati prodotti in automatico gli eventi relativi a un trimestre considerando una media di 10.000 pratiche a trimestre e tenendo in considerazione: l’attuale capacità di lavorazione delle attività e delle risorse assegnate a ogni fase. L’aspettativa era che le pratiche post automazione costassero almeno 3 € in meno a pratica e che l’attività oggetto della robotizzazione durasse in media 2 gg in meno.

È stato quindi possibile realizzare un’analisi What if tra il comportamento del processo precedente alla simulazione di robotizzazione e il processo simulato ed è stata attuata la robotizzazione effettiva, procedendo tramite la soluzione Automation Anywhere.

A questo punto, in automatico myInvenio riesce a recepire i log della robotizzazione e derivare il processo completo. Con l’approccio orientato al miglioramento continuo, tramite le viste e le dashboard presenti in myInvenio è possibile monitorare: performance, compliance, Roi e Automation Trends.

In particolare, i risultati ottenuti (costo medio risparmiato pari a 3 euro e riduzione dei costi complessivi di circa 120mila euro all’anno) hanno confermato quanto identificato in fase di simulazione.

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in rivista, portale www.zerounoweb.it e una linea di incontri con gli utenti.

Automazione dei processi, gli aspetti positivi sperimentati da Credem

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 4