Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Nuovi strumenti Rsa rendono più sicuro Android

pittogramma Zerouno

Nuovi strumenti Rsa rendono più sicuro Android

05 Gen 2011

di ZeroUno

Rsa, la Security Division di Emc, ha annunciato la disponibilità di Rsa SecurID Software Token per Android, creato per rendere possibile l’utilizzo di un dispositivo Android come strumento di autenticazione Rsa SecurID, consentendo un’autenticazione a due fattori conveniente ed efficace ad applicazioni e risorse aziendali.

Rsa annuncia assieme al rilascio del prodotto anche quello di un nuovo Software Development Kit per la piattaforma Android, progettato per consentire agli sviluppatori di integrare l’autenticazione a due fattori di Rsa SecurID direttamente all’interno delle applicazioni Android, e di ottenere un vantaggio competitivo aggiungendo un ulteriore livello di sicurezza. Le applicazioni mobile che integrano direttamente la tecnologia Rsa SecurID offrono alle organizzazioni la garanzia che le proprie risorse siano disegnate per essere protette da accessi non autorizzati, senza che questo abbia alcun impatto sul loro utilizzo da parte degli utenti. L’SDK è disponibile gratuitamente per tutti i partner Rsa Secured.
“Poter offrire i token Rsa SecurID ai nostri utenti su molte delle più note piattaforme mobile, come è il caso di Android, è un modo conveniente ed efficace di implementare una strategia di strong authentication in azienda”, commenta Tim Prendergast, Network Architect di Ingenuity Systems. “L’implementazione sulle piattaforme smartphone viene condotta elettronicamente, cosa che rende il provisioning semplice e veloce, eliminando di fatto ogni tempo di attesa, ad esempio se l’utente finale deve ottenere un nuovo token. I nostri dipendenti apprezzano particolarmente il fatto che i token siano facilmente accessibili sui dispositivi mobili di cui già dispongono.”
Il nuovo Rsa SecurID Software Token per Android è progettato per generare una one-time-password che cambia ogni 60 secondi, consentendo così un accesso sicuro alle risorse aziendali. La soluzione va ad arricchire l’ampia gamma di metodi di autenticazione offerta da Rsa, offrendo ai clienti la massima scelta sulla base di rischi, costi e comodità.
Rsa SecurID Software Token per Android è destinato agli utenti aziendali le cui organizzazioni abbiano implementato il sistema Rsa SecurID. Il token può essere installato direttamente sui dispositivi abilitati Android, senza alcun costo, semplicemente scaricandolo dall’Android Market. Con un minimo supporto da parte del loro reparto IT, gli utenti possono abilitare l’applicazione con un unico token seed software, creando così uno strumento di autenticazione Rsa SecurID comodo, sicuro e conveniente.

“Gli smartphone stanno rivoluzionando il modo in cui utenti individuali ed organizzazioni commerciali conducono il loro business”, aggiunge Mark Diodati, Research Director di Gartner. “A breve, lo smartphone diventerà il principale strumento di strong authentication per gli utenti, che così dovranno portare con sé un oggetto in meno. E’ però fondamentale che metodi di strong authentication come la one-time-password vengano supportati dagli smartphone, come pure che gli sviluppatori abbiano a disposizione un modo semplice di integrare questi avanzati metodi di autenticazione nelle applicazioni mobile.”
L’utilizzo di software token Rsa SecurID aiuta a ridurre il total cost of ownership delle organizzazioni, dato che non richiedono alcuna distribuzione fisica, e che possono essere revocati ed immediatamente riutilizzati se un dipendente lascia l’azienda col suo dispositivo Android, eliminando di fatto la necessità di token sostitutivi. Inoltre, disporre di strumenti software di autenticazione sugli smartphone aziendali riduce il numero delle costose chiamate al supporto tecnico per lo smarrimento dei token hardware.
“Non è un segreto che il mobile computing sia letteralmente esploso recentemente, e non prevediamo in alcun modo un rallentamento di questo trend. La grande crescita e diffusone di questi dispositivi rappresenta per noi una forte opportunità di utilizzarli come strumenti di autenticazione, consentendo ai nostri clienti di trovare nuovi metodi di verifica delle identità”, conclude Tom Corn, Chief Strategy Officer di Rsa. “L’implementare della tecnologia Rsa SecurID sui dispositivi mobili basati su piattaforma Android rende possibile ai nostri clienti l’implementazione di un’autenticazione a due fattori, sia per applicazioni cloud che on-premise”.

ZeroUno

Articolo 1 di 5