5G, Verizon apre il suo primo Lab europeo

pittogramma Zerouno

News

5G, Verizon apre il suo primo Lab europeo

Il vendor ha messo questa struttura a disposizione di start up, accademici, aziende e organizzazioni per esplorare i confini di questo standard tecnologico e creare insieme nuove applicazioni e dispositivi

21 Feb 2020

di Redazione

Un ambiente live abilitato per l’ecosistema 5G di Verizon, in cui le organizzazioni possono sviluppare e testare applicazioni ed esperienze 5G: è stato aperto da Verizon a Londra, presso l’ufficio Mid City Place dell’azienda, nel centro della città.

I Lab 5G di Verizon (ve ne sono già altri negli USA e questo è il primo che l’azienda ha reso disponibile in Europa) sono progettati per offrire agli innovatori uno spazio per far crescere l’ecosistema 5G. Start-up, accademici, aziende e organizzazioni lavorano con Verizon all’interno dei suoi Lab per esplorare i confini di questo standard tecnologico e creare insieme nuove applicazioni e dispositivi. I potenziali casi d’uso mirano a capire come veicoli a guida autonoma, smart community, assistenza sanitaria virtuale, smart manufacturing, IoT industriale, istruzione immersiva, realtà aumentata e realtà virtuale e gaming responsivo possano essere migliorati grazie alla velocità, alla larghezza di banda e alla bassa latenza del 5G.

Il London Lab di Verizon permette all’azienda di condividere la sua expertise e la sua competenza nella creazione di applicazioni abilitate per il 5G anche con aziende con sede al di fuori degli Stati Uniti. Inoltre le organizzazioni che visitano il Lab possono toccare con mano use case e progetti 5G e possono anche lavorare con il team di Verizon per sviluppare applicazioni abilitate per questo standard.

Il London Lab, in particolare, mette in mostra una selezione di use case che utilizzano questa tecnologia in settori diversi, tra cui pubblicità e intrattenimento, istruzione, produzione, medicina, vendita al dettaglio, servizi pubblici e locali.

WHITEPAPER
Wi-Fi o 5G per le imprese? Una guida spiega cosa (e come) scegliere
Personal Computing
Telco

Per esempio, è possibile osservare un centro di controllo mobile, un’esperienza di acquisto con realtà aumentata e scaffalature smart per la vendita al dettaglio, servizi intelligenti per la gestione delle risorse e per reinventare lo spazio di lavoro in ottica AR.

“Verizon – ha affermato Tami Erwin, Group Ceo di Verizon Business – ha una comprovata esperienza nella fornitura di 5G negli Stati Uniti. Siamo stati la prima azienda al mondo a lanciare questa tecnologia che ora è attiva in 34 città degli Stati Uniti. Uno dei modi migliori per sfruttare le potenzialità del 5G è metterlo nelle mani di innovatori e visionari. La nostra struttura di Londra consente ai clienti internazionali di beneficiare di questa expertise mentre cercano di creare applicazioni e servizi abilitati al 5G.”

Inoltre, ad aprile 2020, Verizon aprirà a Londra uno studio di produzione abilitato per il 5G che verrà integrato nella struttura del Lab. Lo studio offrirà uno spazio in cui i marchi gestiti da Verizon Media, nonché i suoi partner e clienti, potranno produrre contenuti 3D di qualità premium, comprese esperienze di realtà virtuale e aumentata, utilizzando strutture all’avanguardia come acquisizione volumetrica, motion capture e trasmissione AR.

Lo studio sarà anche abilitato per lo standard 5G, fornendo alle aziende creative innovative uno spazio di incubazione per testare la creazione di contenuti che traggono vantaggio dalla capacità di questa tecnologia di trasmettere enormi quantità di dati quasi istantaneamente.

R

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in un portale, www.zerounoweb.it, una linea di incontri con gli utenti e numerose altre iniziative orientate a creare un proficuo matching tra domanda e offerta.

Argomenti trattati

Approfondimenti

5
5G
5G, Verizon apre il suo primo Lab europeo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 4