Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Italia, e-commerce avanti tutta

pittogramma Zerouno

Italia, e-commerce avanti tutta

20 Dic 2013

di Redazione

Secondo il Politecnico di Milano, il commercio elettronico nel nostro paese chiude il 2013 con una crescita del 18% e un giro di affari di oltre 10 miliardi di euro

Se l’economia tradizionale stenta ancora alla ripresa, il mondo digitale sta dando le sue soddisfazioni: l’e-commerce, infatti, si appresta a chiudere il 2013 con una crescita del 18% e un giro di affari superiore ai dieci miliardi di euro. I dati più che incoraggianti arrivano dall’osservatorio B2c del Politecnico di Milano, secondo cui i web shopper sono passati in un anno da 12 a 14 milioni (il 50% degli utenti online), in crescita del 55% negli ultimi due anni.

La spesa media annua rilevata pro-capite è di 490 euro nelle assicurazioni, 280 nel turismo, 240 nell’informatica ed elettronica di consumo, 195 nell’abbigliamento, 125 nei beni alimentari, e poco più di 40 nell’editoria.

Gli italiani acquistano sempre più anche attraverso i dispositivi mobile: gli acquisti tramite smartphone via app o browser sono cresciuti del 255% negli ultimi mesi e, unitamente alle transazioni effettuate via tablet, hanno conquistato quest’anno il 12% del mercato digitale.

Hanno contribuito al risultato un’intensa e sempre più raffinata attività di marketing condotta dai “merchant” (i commercianti del web) e fattori quali l’immediata disponibilità dei prodotti e la possibilità di confrontare prezzo e prestazione in pochi clic.

L’It oggi permette ai venditori online analisi sempre più veloci e puntuali sui big data, così da identificare e anticipare le esigenze della domanda, andando a profilare il consumatore a livello individuale e di gruppo: da qui, la possibilità di sviluppare campagne più efficaci proprio perché mirate.

“Sono dati utilissimi per comprendere il comportamento dei consumatori e per realizzare campagne promozionali di successo – spiega il professor Roberto Battiti dell’Università di Trento e ricercatore presso il laboratorio Lion Lab di matematica e statistica -. La possibilità di personalizzare i contenuti, comprendere, interpretare le navigazioni web ed essere in grado di prevedere le tendenze dei consumatori è vitale per la strategia on-line perché quanto più rilevante per il visitatore è la pagina sulla quale arriva, tanto più è probabile che la visita si converta in vendita. Questi dati, inoltre, facilitano l’approccio al cliente fedele, perché a quest’ultimo piace essere riconosciuto come cliente importante, al quale vengono offerte occasioni, proposte e trattamenti perfettamente tagliati sulle sue esigenze, e per il venditore è più facile vendere più volte allo stesso cliente che vendere a nuovi clienti”.

 

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in rivista, portale www.zerounoweb.it e una linea di incontri con gli utenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Link

Articolo 1 di 3