Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Innovazione di prodotto e partnership

pittogramma Zerouno

Innovazione di prodotto e partnership

29 Giu 2011

di Maria Luisa Romiti

Seat Pg si rinnova in funzione del mercato e delle nuove opportunità offerte dal web e dai social network nonché dai dispositivi mobili, come i tablet. La strategia dell’azienda, quindi, non si basa solo sull’innovazione dei servizi, ma anche sulle modalità di go-to-market e sulle partnership, come quella recente con Horyzon Media.

Seat Pg, che è oggi una local marketing communication agency con 140 agenzie multimediali (Web Point), ai tradizionali servizi di visibilità e a un’ampia offerta di mezzi pubblicitari multipiattaforma (carta-telefono-Internet-mobile), affianca servizi di web marketing che comprendono, tra l’altro, la costruzione di siti, la creazione di contenuti multimediali e le attività inerenti la visibilità nel web: si parla di circa 100 mila siti Internet realizzati per le Pmi, 112 mila pacchetti multimediali, 230.000 clienti online nonché 136 progetti speciali per la pubblica amministrazione e le grandi aziende. “Solo il 30 % delle aziende italiane aveva un sito web per cui, alla vendita di directory, i cui ricavi totali lo scorso anno sono scesi del 7% in un mercato che ha avuto una caduta tra il 15 e 25%, abbiamo affiancato la creazione di servizi di marketing online” afferma Alberto Cappellini (nella foto), amministratore delegato di Seat Pg, “Infatti i nostri ricavi online sono cresciuti complessivamente del 69,8% (del 37% se si scorpora la parte di Paginegialle.it). In pratica ci siamo trasformati nella più grande web agency a livello italiano”. E gli obiettivi per il 2011 sono ancora più ambiziosi con una previsione di crescita in ambito Internet di oltre il 20%, superiore addirittura a quella del mercato di riferimento (+11,5%): questo grazie soprattutto ai servizi di marketing online, che peseranno per circa il 50% sui ricavi web, tramite la realizzazione di oltre 180.000 pacchetti multimediali e più di 140 mila siti web.

Nuove soluzioni e partnership
Innovazione di prodotto e nei servizi, ma anche sulle modalità di go-to-market: questa la strategia di Seat Pg che prevede anche nuove partnership, come spiega Alberto Cappellini, “Per fare squadra in un mercato popolato da migliaia di media agency attive. È in questa direzione che ci stiamo sempre più muovendo e lo dimostrano gli ultimi accordi, tra i quali quello con Confcommercio e quello recentissimo con Horyzon Media, advertising network digitale del gruppo Pages Jaunes. E altri seguiranno”.
La partnership con Horyzon Media prevede due linee di sviluppo. La prima apre la possibilità alle aziende italiane di pianificare le loro campagne pubblicitarie direttamente sul network di website del gruppo Pages Jaunes e a quelle francesi di avere accesso alle directory italiane di Seat Pg, mentre la seconda linea di sviluppo “abbraccia” trenta paesi a livello mondiale, tra i quali Spagna, Germania, Uk, America Latina, Cina, per consentire alle aziende italiane e francesi di avere visibilità su migliaia di siti.
Sempre secondo Cappellini, “Il 2011 sarà improntato su tre trend: mobile, social e local”. Nel concreto questo significa applicazioni, presenza qualificata, gestione dei contenuti, campagne di advertising sui social media e couponing (Groupon insegna), che consentirà alle realtà imprenditoriali italiane di promuovere la propria attività sul web attraverso sconti e promozioni vantaggiose per gli utenti. Sono stati introdotti anche nuovi servizi dedicati alle pmi, quali PG Social per avere visibilità e una presenza qualificata sui social network, in particolare Facebook, App4sites con una serie di moduli per ampliare le funzionalità dei siti, e PG Banner che offre la possibilità di realizzare una campagna di display advertising distribuita su un affiliation network (dai portali Seat Pg fino ai siti partner come Tiscali.it, Yahoo! e Leonardo.it). Sul fronte mobile, la principale novità è rappresentata dal “debutto” sul nuovo iPad della versione gratuita (in formato e-book) delle Pagine Gialle di Torino. Nel corso dell’anno verranno resi disponibili tutti i 204 volumi di Pagine Gialle nonché i 103 di Pagine Bianche. Non è da escludere, se i risultati ottenuti saranno soddisfacenti, che siano sviluppate anche le applicazioni per i sistemi Android.

Maria Luisa Romiti

Articolo 1 di 5