Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Da Ibm la app per combattere le minacce interne alle aziende

pittogramma Zerouno

Da Ibm la app per combattere le minacce interne alle aziende

Ibm QRadar User Behaviour Analytics, è l’applicazione di analisi comportamentale realizzata per risolvere il problema delle violazione da parte di utenti interni, che rappresenta attualmente la causa di oltre la metà degli attacchi alle imprese

29 Ago 2016

di Redazione

Una panoramica tempestiva sulle potenziali minacce interne alle aziende, è offerta dall’app per Ibm QRadar che analizza i pattern d’uso degli utenti interni (inclusi i dipendenti, collaboratori e partner) al fine di rilevare l’eventuale compromissione di credenziali o sistemi a opera di criminali informatici. Con il nome di Ibm QRadar User Behaviour Analytics, questa app – disponibile gratuitamente su Ibm Security App Exchange – amplia la piattaforma di security intelligence di Ibm QRadar per rispondere a un problema, quello delle violazioni interne, che rappresenta oggi la causa del 60% degli attacchi verso le aziende.

La app di analisi comportamentale degli utenti segnala agli analisti ogni eventuale deviazione dalla norma o anomalia, come, per esempio, il primo accesso di un utente a un server ad alto valore da una nuova location e con un account privilegiato.

Nello specifico, la soluzione, oltre ad analizzare le azioni più rischiose, aiuta a combattere le minacce assicurando una migliore visibilità e comprensione delle azioni che hanno condotto gli utenti a comportamenti sospetti e, d’altra parte, permette un’ottimizzazione dei dati di sicurezza esistenti di QRadar al fine di rilevare le minacce su tutto il bacino di utenti e asset.

"Le aziende – ha affermato Jason Corbin, Vice President of Strategy and Offering Management, Ibm Security – hanno bisogno di migliorare il proprio livello di protezione dalle minacce interne, causate da distrazioni accidentali o da criminali informatici con accesso ai sistemi e alle tecnologie interne dell'azienda. Questa nuova app offre agli analisti la possibilità di fronteggiare tempestivamente questi eventi facendo leva sui dati di sicurezza informatica esistenti, al fine di rilevare i segnali d'allarme, spesso nascosti, in attività sospette degli utenti, aiutando i tecnici a stroncare efficacemente sul nascere qualsiasi violazione."

Con la recente acquisizione di Resilient Systems, inoltre, Ibm ha integrato la capacità di rispondere agevolmente agli incidenti rilevati grazie alla piattaforma QRadar con la nuova app User Behavior Analytics.

R

Redazione

Nel corso degli anni ZeroUno ha esteso la sua originaria focalizzazione editoriale, sviluppata attraverso la rivista storica, in un più ampio sistema di comunicazione oggi strutturato in un portale, www.zerounoweb.it, una linea di incontri con gli utenti e numerose altre iniziative orientate a creare un proficuo matching tra domanda e offerta.

Da Ibm la app per combattere le minacce interne alle aziende

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 4