Red Hat compra Gluster per lo storage scalabile

pittogramma Zerouno

Red Hat compra Gluster per lo storage scalabile

19 Ott 2011

di Nicoletta Boldrini

RedHat ha raggiunto un accordo per acquistare Gluster per una cifra pari a 136 milioni di dollari. Il closing dell’operazione è atteso a ottobre ma dovrebbe concludersi senza sorprese.
Gluster è una società che fornisce soluzioni di storage open source scale-out per la standardizzazione della gestione di dati non strutturati. Con questa operazione, Red Hat definirà una nuova baseline per la gestione dell’esplosione dei big data, implementati on-premise o nel cloud pubblico. Red Hat sta espandendosi verso aree fondamentali dell’infrastruttura aziendale offrendo soluzioni di storage open e accelerando l’adozione del cloud.
Fondata nel 2005, l’obiettivo di Gluster era quello di semplificare lo storage utilizzando software open source e commodity hardware. Il cuore di Gluster è GlusterFS, un sistema di storage software-only scale-out che permette alle aziende di unire un vasto numero di risorse di storage e di computing in un unico pool ad alte prestazioni, gestito centralmente e accessibile a livello globale.

Nicoletta Boldrini

giornalista

Segue da molti anni le novità e gli impatti dell'Information Technology e, più recentemente, delle tecnologie esponenziali sulle aziende e sul loro modo di "fare business", nonché sulle persone e la società. Il suo motto: sempre in marcia a caccia di innovazione #Hunting4Innovation

Argomenti trattati

Approfondimenti

H
Hardware
S
Standardizzazione
Red Hat compra Gluster per lo storage scalabile

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 4